Traduci

IL SUD TRIONFA ALLE NOMINATION DEI “DAVID”

cms_8450/foto_1jpg.jpgIn questa 62/ma edizione dei David di Donatello la napoletanità vince su tutti, bene anche i nuovi autori. È boom di candidature, Sono 15 le candidature: per il musical-crime-noir made in Naples, “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros, mentre con 11 nomination c’è “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek. Segue NICO, 1998 di Susanna Nicchiarelli e “La Tenerezza” di Gianni Amelio (miglior film e regia) girato e ambientano proprio a Napoli, entrambi candidati a 8 statuette. Sempre con 8 nomination il coraggioso e misterioso film di Paolo Genovese, “The Place”. Poi altri due film interessanti, 7 nomination, per “Gatta Cenerentola”, film d’animazione sempre ambientano all’ombra del Vesuvio e “Ciambra” di Jonas Carpignano, candidato come miglior film e miglior regia. Ricordiamo che “Ciambra” è anche candidato agli Oscar. Conduce la serata di premiazione il 21 marzo, dopo la breve parentesi Sky, Carlo Conti. Piera Detassis, neo presidente della fondazione David di Donatello, è entusiasta di questa edizione. I film in concorso sono il meglio in circolazione e in questa edizione si è davvero osato, optando anche per pellicole molto apprezzate dalla critica. “Brutti e Cattivi” di Cosimo Gomez ottiene 6 candidature, 4 nomination per “Fortunata” di Sergio Castellitto, tra le quali quella di miglior attrice per Jasmine Trinca e quella di attore non protagonista per Alessandro Borghi. R ancora, 4 candidature per “La ragazza nella nebbia” di Donato Carrisi (miglior regista esordiente) e per “Sicilian Ghost Story” di F. Grassadonia e A. Piazza.

cms_8450/Foto_2.jpgPer la “migliore attrice femminile” sarà un testa a testa tra Jasmikne Trinca (Fortunata), Giovanna Mezzogiorno (Napoli Velata), Paola Cortellesi (Come un Gatto in tangenziale), Valeria Golino (Il colore nascosto delle cose) e Isabella Ragonese (Sole Cuore e Amore). Il “miglior attore”, invece, se lo contenderanno Antonio Albanese (come un gatto in tangenziale), Nicola Nocella (Easy- Un viaggio facile facile), Renato Carpentieri (La Tenerezza), Alessandro Borghi (Napoli Velata) e Valerio Mastandrea (The Place). Come attrice non protagonista ritroviamo anche un’inedita Claudia Gerini in “Ammore e Malavita”. Sarà certamente un festival all’insegna della qualità e della originalità, e sicuramente non mancheranno le sorprese. Nelle opere presentate, c’è tutta “la grande bellezza” (cit. del film di Paolo Sorrentino) di un’arte che riesce sempre a intrattenere ed emozionare, rinnovandosi sempre più. Vinca Il migliore; ma comunque vada possiamo affermare già da ora che Napoli ed il Sud ha già vinto!

Data:

16 Febbraio 2018