Traduci

IL SUDAFRICA PAGA IL PREZZO DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Il Sudafrica è in preda a eventi meteorologici estremi, che hanno già prodotto ben 306 vittime nei giorni appena trascorsi. La provincia orientale di KwaZulu-Natal, e in particolare la città di Durban, sono state colpite da violente piogge torrenziali. Migliaia di abitanti hanno abbandonato le proprie case, mentre persino le strade e i ponti si sbriciolavano sotto i loro piedi; in molti sono attualmente dispersi. Il governo ha dichiarato lo stato di calamità per la regione.

Si tratta di una calamità. Una catastrofe di enormi proporzioni” ha infatti spiegato il presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, in visita presso le aree colpite. “Questo disastro è dovuto al cambiamento climatico: non possiamo più rimandare ciò che dobbiamo fare per arginarlo” ha aggiunto. Nella rapida successione di eventi, sono persino andati dispersi 14 coccodrilli dell’allevamento ‘Crocodile Creek‘, a nordest di Durban. A dare l’allarme è stata l’organizzazione Ezemvelo KZN Wildlife; fortunatamente, i rettili sono stati trovati e messi in salvo nelle ultime ore.

Le analisi condotte dagli scienziati del progetto World Weather Attribution (WWA), che studia l’impatto della crisi climatica sul registrarsi di eventi meteorologici estremi, avallano le ipotesi avanzate da Ramaphosa: a quanto pare, il cambiamento climatico porterebbe a un maggior numero di catastrofi e calamità naturali. “Ancora una volta stiamo vedendo come le persone con meno responsabilità per il cambiamento climatico stanno subendo il peso degli impatti – ha osservato la climatologa Friederike Otto dell’Istituto Grantham dell’Imperial College di Londra – I paesi ricchi dovrebbero onorare i loro impegni e aumentare i fondi necessari per l’adattamento e per compensare i pagamenti dei danni e delle perdite provocati dagli eventi estremi”.

Autore:

Data:

15 Aprile 2022