Headlines

Traduci

IL VOTO DEGLI ITALIANI CHE SPAVENTA BRUXELLES

cms_8721/2.jpgL’entusiasmo di Salvini dopo l’esito elettorale, per quanto esagerata possa sembrare questa constatazione, fa tenerezza. A differenza di Di Maio che, pur di apparire l’uomo del rinnovamento, ricorda continuamente a chi volesse sminuirne il merito, di essere il primo partito della nazione, Salvini gioisce come un bambino che ha voglia di mettersi subito al lavoro per mantenere le promesse che ha pronunciato con sincerità agli italiani. Che il suo entusiasmo possa di colpo trasformarsi in una amara delusione ci rende tutti vulnerabili alla compassione perché mai la sinistra, i federalisti europei, l’oligarchia europea e la ancor più potente ‘Elite’ Usa si sarebbero aspettati che un pericoloso ‘fascista’ come Salvini potesse ricoprire una carica istituzionale di rilievo. Il solito pregiudizio di una sinistra presuntuosa che crede di essere l’unica detentrice della verità e boccia, senza mezzi termini, il candidato della Lega alla guida del paese. Si veda l’intervento di Emiliano nella trasmissione di LA7 (15/3/2018) dove lo stesso, scartando a priori ogni possibile carica istituzionale per Salvini, propone un connubio 5stelle-Pd come unica soluzione per governare l’Italia. L’accordo infatti, sarebbe possibile perché, dopo la notizia del documento da cui si evince che la Casaleggio Associati nel 2017 avrebbe ricevuto da Soros 248 mila dollari per l’attività propagandistica dei 5 stelle http://www.ilgiornale.it/autore/fabrizio-boschi.html, il Pd deve aver considerato i cinque stelle ‘fratelli di viaggio’ per aver condiviso le stesse scelte del grande ‘Fratello ’ d’oltre oceano

cms_8721/3.jpgNon è un segreto che Di Maio, (e prima di lui Grillo) https://www.youtube.com/watch?v=dvI_o-JMm1M, sia stato invitato negli Usa ed abbia discusso con i vertici per rassicurarli sulle sue buone intenzioni; vero è che ha modificato il suo piano di lotta alla burocratica Europa, all’euro e alla immigrazione, convertendosi al pensiero dominante della Elite.

‘Chi tace acconsente’: questo il motto che ha permesso agli Usa di spadroneggiare in ogni angolo di mondo. E’ ormai strategia vecchia di secoli quella di offrire, ai presidenti di mezzo mondo, la forca o la moneta, e questi, per paura di essere annientati, si mettono al servizio di questi ‘demoni del male’, come hanno già fatto tantissimi politici stranieri e ‘probabilmente’ anche quelli di casa nostra, molti dei quali sono stati fatti fisicamente fuori o con processi fantocci , o con una guerra totale al paese, come nel caso dell’Afghanistan e dell’Iraq, o tramite incidenti mortali radioguidati ( aerei che esplodono, o auto che sbandano). Per approfondimenti cercare il libro ‘Confessioni di un Sicario dell’Economia’, scritto da un ex sicario, John Perkins, che la scrivente conobbe di persona anni addietro in un seminario sul lago d’Orte : « I sicari dell’economia» sono un’élite di professionisti che hanno il compito di orientare i paesi in via di sviluppo verso un continuo processo di indebitamento e di asservimento agli interessi delle multinazionali e dei governi più potenti del mondo. (vedasi l’Italia)
Per dieci anni John Perkins è stato uno di loro, e ha toccato con mano il lato più oscuro della globalizzazione in paesi come Indonesia, Iraq, Arabia Saudita, prima di affrontare una presa di coscienza che lo ha portato a farsi difensore dei diritti delle popolazioni sfruttate”.

cms_8721/4.jpgIl libro sopra menzionato, infatti, offre una realistica esposizione di fatti che aiutano a comprendere la crisi del modello finanziario che governa le nostre economie. Per confermare questi immorali e illegali comportamenti da parte della Elite Ebraico-massonica che governa spietatamente il mondo suggerisco di cercare il libro dello storico pakistano Tariq Ali: ‘Scontro di Fondamentalismi’. E’ una finestra aperta sugli scenari mondiali dove ‘ l’Elite ‘ USA adotta le più immorali strategie che concorrono a distruggere la libertà e l’economia di paesi che dovessero divenire troppo progrediti sia democraticamente che economicamente. Questa strategia è stata ampiamente usata anche in Europa, tant’è che l’euro, a detta di grandi economisti , è stata la più grande rapina ai danni di popoli che hanno sottoscritto i trattati . Ed è anche la strategia che l’Elite’ intende usare contro la Russia montando ad arte la storia dell’attentato alla spia russa. I sudditi europei dell’Elite, ossia i piccoli burocrati senza spina dorsale e senza coraggio, si stringono compatti intorno a Theresa May con gli occhi bendati e la bocca serrata. Questo il tradimento di molti uomini della Sinistra che, pur sapendo di essere vili traditori della grande Europa, sono pronti ad immolare milioni di europei che da una probabile guerra con la Russia non ne uscirebbero vivi. Una sfida insignificante e senza rischi per l’Elite, poiché ancora una volta lo scenario di guerra sarebbe l’ Europa, con i suoi olocausti, i suoi massacri, dove milioni di vite umane sarebbero stroncate dall’ingordigia e dal potere incommensurabile di questo gruppo che si rallegrerà di aver ripulito il mondo con una drastica riduzione demografica. Chissà se questa volta a soffrire non saranno anche i territori americani, sorpresi dalla nuova tecnologia russa e cinese che, in grado di superare distanze oceaniche, (vedi il nuovo missile russo) potrebbero distruggere anche le roccaforti dei banchieri e porre fine alla dittatura demenziale del gruppo criminale planetario e con esso anche la fine di questa assurda Europa. La pace nel mondo può solo resistere se ci saranno due o tre potenze che possano agire da bilancia. Il federalismo mondiale propagandato dalla stessa Oligarchia Usa, avrebbe comunque al suo apice un Governo sovramondiale che decide per tutti i paesi ad esso sottoposti. Questa eventuale istituzione mondialista, secondo logica, non può rappresentare la democrazia , parola che, nel suo significato più alto equivale a ‘pace’.

cms_8721/5.jpgLa guerra, intanto, continua in Siria con il califfo Erdogan che, ormai, ha mostrato al mondo le vere intenzioni della sua richiesta di ingresso in Europa, quelle intenzioni che infinite volte gli islamici arabi hanno apertamente dichiarato di voler perseguire aiutati in questo dalla ‘Cabala ‘ Usa che già negli anni 70, con il benestare di traditori europei corrotti.

Non si è ancora compreso da chi Erdogan abbia avuto licenza di sterminare il popolo siriano, visto che Trump pare si sia mostrato sorpreso dell’attacco ai curdi siriani; sta di fatto che il segreto obiettivo è radere al suolo la Siria. Basterebbe leggere le parole pronunciate da Erdogan per capire che un dittatore feroce quanto Hitler sta preparando la strada ad una guerra devastante. Queste le agghiaccianti parole di Erdogan tratte da un articolo di Maurizio Blondet nel quale lo stesso riporta le possibili aggressioni della Turchia che reclama due isolotti della Grecia su cui ci sarebbero ancora le loro moschee : “…Coloro che pensano che noi abbiamo cancellato dai nostri cuori le terre da cui, cento anni fa, ci siamo ritirati in lacrime, hanno torto. Noi diciamo in ogni occasione che la Siria, l’Irak ed altri luoghi nella mappa del nostro cuore non sono differenti dalla nostra patria. Dovunque si senta la chiamata alla preghiera, noi lottiamo perché non venga alzata una bandiera straniera. Le cose che abbiamo fatto [l’invasione in Siria] non sono niente in confronto agli attacchi ancora più grandi che prevediamo nel prossimo futuro. Dio lo vuole!”

Un’altra mente farneticante che inneggia alla guerra santa. Era questo il paese di cui la Merkel e l’Europa burocratica chiedevano l’ingresso e continuano a farlo, come evidenti sono anche in Italia le Conferenze sulla cooperazione ‘Europa –Turchia’. Una nuova alleanza come quella della prima guerra mondiale, le cui verità non sono certo conosciute alle masse.

Non sembra possibile che la Turchia abbia fatto un passo così audace senza il consenso di una forza interna alla ‘Elite’, magari contrapposta a Trump visto che la guerra interna è ormai tra il presidente Trump e i banchieri proprietari della Federal Reserve che, in Europa, con il consenso degli sprovveduti politici, continuano a sostenere il NWO ossia, il progetto del Nuovo Ordine Mondiale. I giovani che non hanno ancora compreso l’inganno teso all’Europa dai finanzieri kazari, affidano la loro anima innocente ad un sogno che nella realtà, a ben studiarne le dinamiche, è un vero e proprio incubo. L’obiettivo è un totalitarismo planetario camuffato da democrazia. Una democrazia inesistente, di cui piccoli uomini. come il suddetto Emiliano e ancor peggio il coniglietto ‘Gentile’. si pavoneggiano attraverso i media.

cms_8721/6.jpgMa per raggiungere questo ambizioso progetto bisogna sbaragliare quei paesi che non sono ancora sottomessi alla linea guida della ‘ELITE USA’. Ecco che si presenta l’occasione dell’avvelenamento della ex spia russa Sergei Skripal. La nostra Italia, sicura che il mandante sia Putin, si aggrega alla Theresa May, dopo aver constatato che, sia la Germania che la Francia, si sono pronunciati contro la Russia. Una verità tutta da studiare poiché l’inventore di quel tipo di gas nervino ne aveva pubblicato le formule e chiunque poteva realizzarlo artigianalmente se in possesso delle competenze chimiche. (leggere articolo di Blondet: https://www.maurizioblondet.it/merkel-macron-fianco-della-may-guerra-alla-russia/). E’ quindi il pretesto giusto che gli Oligarchi Usa aspettavano? Di pretesti l’Elite Usa ne ha utilizzati centinaia in questi due ultimi secoli di Governo segreto e dittatoriale. Lo dichiara nei suoi libri il canadese professor Michel Chossudovsky il quale sostiene che“i conflitti cui stiamo assistendo oggi in Ucraina, Siria, Iraq e Palestina sono in realtà tutti interconnessi attraverso un’unica agenda per il perseguimento dell’egemonia globale guidata dagli Stati Uniti e sostenuta dagli alleati occidentali e alleati di altre regioni del mondo“ .

cms_8721/7.jpgSe confrontiamo queste verità con l’indifferenza e la totale mancanza di critica dei politici europei contro chi queste tragiche vicende umane le ha provocate e continua a provocarle, si comprende come con quel silenzio ‘assordante ‘ la ‘coscienza politica‘ stia gridando la sua colpa e il suo tradimento verso lo Spirito puro dell’ Europa che è la Pace.

Questo il quadro mondiale nel quale si inserisce la vicenda elettorale dell’Italia. Alla luce di queste incontestabili verità, quale potrebbe essere l’obiettivo di Bruxelles, se non evitare che il ‘fascista’ Salvini vada al potere? Zittire Salvini, qualora il presidente Mattarella dovesse utilizzare il metodo democratico, come misura di valutazione per ‘incoronare’ un uomo che si è battuto con tenacia senza cedere alla corruzione ormai dilagante della Open Society di Soros, è la vera missione di Juncker. Il popolo, quello denominato impropriamente ‘populista’da quasi tutti gli intellettuali di sinistra, ha eruttato la sua rabbia repressa per anni, ed ha scelto di essere liberato dal giogo di una Europa che proprio ai populisti ha chiuso sempre le porte ritenendoli incapaci di pensare con la loro testa e di sapersi risvegliare da quella narcotizzante passività che li aveva resi indifferenti adogni sollecitazione politica.

La vittoria prevedibile del movimento 5 stelle e quella inaspettata del candidato della lega Matteo Salvini hanno rappresentato quella pacifica rivoluzione che ha ribaltato le posizioni dei partiti europeisti. Una inaspettata vittoria che Bruxelles non permetterà che duri a lungo, perché la democrazia in Europa è morta del tutto e nessuno potrà riportarla in vita. E’ morta la libertà di pensare e di esprimersi diversamente da quello che è denominato il ‘Pensiero Unico’. Che le scelte europee non siano libere lo si comprende da tanti dettagli, ma quei ‘populisti’ che oggi con un segno di matita hanno schiaffeggiato l’Europa bugiarda, sono gli stessi intellettuali di sinistra incapaci di andare oltre la verità dell’UNO’ di quella verità che appartiene alla fisica quantistica come al grande maestro cristiano, dimostrando ignoranza e meschinità mentale oltre che ipocrisia e infedeltà alla propria coscienza.

Data:

19 Marzo 2018