Traduci

IMMENSO BARI…ESPUGNA CESENA (0-2) E VOLA AL 2° POSTO

Una bella serata di sport al “Dino Manuzzi” di Cesena, tra due squadre ormai insediate, stabilmente da diverse settimane, nelle zone alte della classifica. Una sfida tanto attesa che non ha disilluso le aspettative e vinta meritatamente dal Bari per 2-0 (con reti di De Luca e Maniero). Grande intensità e voglia di vincere da parte di entrambe le squadre, tante occasioni da rete e forti emozioni, a partire dalle note della “Marsigliese” e dal minuto di silenzio in onore e in omaggio alle vittime parigine. Poi, un lungo e commovente applauso da tutto lo stadio e dai protagonisti in campo, a testimonianza di una tragedia, incomprensibile, che ha sconvolto il mondo intero.

LA PARTITA

cms_2988/tifosi_dsue.jpg

Squadra che vince non si cambia. Così, all’insegna della continuità, Nicola, contro un temibile e forte Cesena (soprattutto in casa) conferma la squadra che aveva vinto contro la Salernitana, riproponendo la coppia centrale Contini-Rada (preferendo il primo a Di Cesare, reduce da un infortunio) con Del Grosso e Sabelli sulle corsie esterne. A centrocampo, l’inossidabile Valiani, la rivelazione Gentsoglou e Porcari (in crescita), mentre in attacco (il trio da Sogno) Rosina, Maniero e De Luca.

In realtà, la prima mezz’ora è di marca romagnola. Il Bari subisce la sterile supremazia dei padroni di casa che si rendono pericolosi, in un paio di circostanze; in particolare al 12’, con Perico che reclama un calcio di rigore per una leggera trattenuta di De Luca e poi, al 27’, con Ciano, il cui tiro, dalla distanza, sfiora la traversa. Alla distanza esce il Bari che, nel giro di pochi minuti, costruisce quattro chiare occasioni da rete. Al 35’, Rosina colpisce la traversa e Maniero, sulla ribattuta, di testa spedisce alto. Un minuto dopo, sempre Rosina, si rende pericoloso con un diagonale che accarezza il palo più lontano. Ci riprova Maniero con un gran tiro dalla distanza, ma, anche in questo caso la palla è fuori di poco. Al 41’, arriva il gol del meritato vantaggio per la squadra biancorossa. Perfetto assist dalla destra di Rosina e De Luca di testa trafigge l’incolpevole portiere del Cesena, Gomis.

cms_2988/TIFOSI_BARI_ALLO_STADIO_2.jpg

Così, sugli spalti, è festa per gli oltre 1600 irriducibili tifosi biancorossi, giunti da tutta Italia. Anche a Cesena hanno sostenuto e incitato la squadra dal primo all’ultimo minuto, facendo sentire il calore ai propri beniamini e dando la sensazione di essere al San Nicola. Nella ripresa la musica è sempre la stessa. Il Bari macina gioco e va vicino al raddoppio con Maniero, ma Gomis devia sulla traversa. Al 60’, arriva il legittimo raddoppio del Bari con un colpo di testa di Maniero, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Reazione d’orgoglio del Cesena che al 67’, con Perico, si rende pericoloso, ma il colpo di testa è alto sulla traversa. Poi, ancora i biancorossi con De Luca che, in un paio di occasioni, si divora la doppietta personale. Al 77’, Guarna respinge (prima parata del match) su Perico di testa e, al 91’, un salvataggio sulla linea di Renzetti nega il terzo gol al Bari su un tiro a colpo sicuro di Maniero.

cms_2988/NICOLA_3.jpg

Siamo stati bravi – ha dichiarato, al termine della gara, il tecnico biancorosso, Davide Nicolae sono contento di come abbiamo interpretato la partita contro una squadra fortissima in casa. Abbiamo iniziato in maniera attendista, ma con il passare del tempo abbiamo cominciato a impostare gioco. Siamo stati attenti e bravi, ma dovevamo chiudere prima la partita. Gentsoglou? Si sta guadagnando il posto in squadra”.

cms_2988/Rino_2.jpgUna vittoria meritata (nonostante le tante assenze lamentate dai bianconeri), quella del Bari, per le tante occasioni da rete create, per la personalità mostrata su un campo difficile, per l’intensità di gioco sviluppata nell’arco dei novanta minuti, per la solidità difensiva e per aver concesso poco ad una squadra che ha costruito, soprattutto in casa, la sua importante classifica (23 punti). Prima della gara contro i galletti, infatti, il Cesena aveva ottenuto 6 vittorie consecutive in casa (in altrettante gare). Il Bari, invece, vincendo la sfida con i bianconeri, ottiene il suo quinto risultato utile consecutivo (3 vittorie e 2 pareggi) e la terza vittoria in trasferta (dopo Latina e Vercelli). Una vittoria figlia, forse, delle dichiarazioni del Presidente del Bari Gianluca Paparesta o forse dei tatticismi di mister Nicola, o forse di entrambe. Questo non lo sapremo mai, ma la realtà è che il Bari è in ottima salute e mostra segni di miglioramento continuo. Una vittoria così poi… Il Bari raggiunge, intanto, il Crotone al secondo posto (25) dietro un Cagliari (29) che, con la netta vittoria sul campo dello Spezia (3-0), tenta la fuga solitaria. Seguono Livorno e Pescara (21) e chiudono, la zona play-off, Brescia (20) e Novara (19).

Autore:

Data:

16 Novembre 2015