Traduci

IN ITALIA ULTERIORI 137.147 CONTAGI E ALTRI 377 MORTI

cms_24622/4.jpg

cms_24622/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia, ulteriori 137.147 contagi e altri 377 morti

Sono 137.147 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano, inoltre, altri 377 morti.

Nelle ultime 24 ore sono stati processati 999.490 tamponi con un tasso di positività al 13,7%. Calano terapie intensive occupate, 42 in meno, e i ricoverati con sintomi, 160 in meno. In Italia al momento ci sono 1.588 persone in rianimazione, mentre 19.936 sono i pazienti ricoverati nei reparti.

Sono 10.821.375 i contagiati dal Coronavirus dall’inizio dell’emergenza, mentre le vittime salgono a 145.914. Sono 8.010.813 i guariti, 141.230 nelle ultime 24 ore. Ad oggi sono 2.664.648 i positivi al Covid-19 in Italia, 4.180 in meno.

cms_24622/italia.jpg

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 – 29 Gennaio 2022)

SICILIA – Sono 7.369 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Sicilia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 47 morti nell’isola. Da ieri i pazienti dimessi o guariti sono 1.939. Nell’isola, attualmente, ci sono 237.407 – 5.691 in più rispetto a ieri – e di questi 1.476 sono ricoverati in regime ordinario, 144 in terapia intensiva, con 12 nuovi ingressi, e 235.787 in isolamento domiciliare. Il maggior numero di nuovi casi in provincia di Palermo, 1.602, poi Catania a 1.513 e Messina a 1.047.

LOMBARDIA – Sono 18.555 i nuovi contagi da Coronavirus oggi 29 gennaio 2022 in Lombardia, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 88 decessi. I nuovi casi di positività a fronte di 167.214 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo l’11%. Nelle ultime 24 ore sono morte 88 persone, per un totale di 37.046 decessi nella Regione da inizio pandemia. Cala il numero dei ricoverati nei reparti Covid ordinari, dove ci sono oggi 3.072 pazienti, 92 meno di ieri. In terapia intensiva, invece, i ricoverati sono 254, due più di ieri.

Sono 5.353 i nuovi casi di Covid nell’area metropolitana di Milano. La provincia di Brescia ne registra 2.789, quella di Bergamo 1.909, Pavia 1.598, Varese 1.529 , Monza e Brianza 1.294, Como 1.036 e Mantova 1.001. Incremento a tre cifre negli altri territori: i nuovi contagi sono 729 in provincia di Cremona, 488 in quella di Lecco, 411 a Lodi e 325 a Sondrio.

LIGURIA – Sono 4.632 i nuovi contagi da coronavirus oggi 29 gennaio 2022 in Liguria, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 10 decessi. I nuovi casi di positività a fronte di 30.123 tamponi tra molecolari (5.321) e antigenici rapidi (24.802) registrati nelle ultime 24 ore. Relativamente ai ricoveri, risultano 726 ospedalizzati dei quali 37 in terapia intensiva.

SARDEGNA – Sono 1.146 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Sardegna, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 3 morti nell’isola.

In Sardegna si registrano oggi 1146 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 4584 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 24163 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 34, mentre i pazienti ricoverati in area medica sono 367. In entrambi i casi lo stesso dato di ieri. In isolamento a casa 22.432 persone.

LAZIO – Sono 12.201 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Lazio, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono morte 14 persone. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 24.016 tamponi molecolari e 77.872 antigenici con un tasso di positività all’11,9%. I ricoverati sono 2.122, 12 in meno da ieri, 204 le terapie intensive occupate, 3 in meno, e 10.148 i guariti nelle ultime 24 ore. I casi a Roma città sono a quota 6.386.

Questi i dati nel dettaglio. Asl Roma 1: sono 2.273 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24 ore. Asl Roma 2: sono 2.439 i nuovi casi. Asl Roma 3: sono 1.674 i nuovi casi. Asl Roma 4: sono 324 i nuovi casi. Asl Roma 5: sono 1.085 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24 ore. Asl Roma 6: sono 1.379 i nuovi casi e 4 i decessi nelle ultime 24 ore.

Nelle province si registrano 3.027 nuovi casi. Asl di Frosinone: sono 942 i nuovi casi. Asl di Latina: sono 1.243 i nuovi casi e 3 i decessi da ieri. Asl di Rieti: sono 275 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24 ore. Asl di Viterbo: sono 567 i nuovi casi e 2 morti da ieri.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 4.193 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 14 morti nella Regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati processati 8.966 tamponi molecolari e 21.410 test rapidi antigenici. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 42, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 474. Da inizio pandemia i morti sono stati 4.472 in Friuli Venezia Giulia.

EMILIA ROMAGNA – Sono 15.023 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Emilia Romagna, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 39 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 51.647 tamponi, di cui 20.829 molecolari e 30.818 test antigenici rapidi con un tasso di positività del 29%.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 146, uno in meno rispetto a ieri. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.617, 6 in più rispetto a ieri. In isolamento a casa 378.395 persone. Da ieri sono guarite 15.831 persone. Da inizio pandemia le vittime sono state 15.019.

ABRUZZO – Sono 3.087 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Abruzzo, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 5 morti in Abruzzo. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 8.355 tamponi molecolari e 18.770 test antigenici. Da ieri ci sono stati 419 guariti. I ricoverati in area medica sono 416, 4 in più da ieri, mentre sono 37 i pazienti in terapia intensiva, 3 in meno da ieri. In isolamento domiciliare 108.369 persone.

Tra le province con il maggior numero di nuovi casi L’Aquila a 746, Chieti a 818, Pescara a 716 e Teramo a 684.

VENETO – Sono 15.631 i nuovi contagi da coronavirus in Veneto oggi, 29 gennaio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 36 morti. Diminuiscono i ricoveri che in area medica sono 1497 (-40) e 156 quelli in terapia intensiva (-12).

BASILICATA – Sono 1.149 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Basilicata, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 4 morti, residenti ad Avigliano, Potenza, Nova Siri e Salandra. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 6.166 tamponi, tra molecolari e antigenici. Da ieri sono state registrate 871 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 101, 3 in meno da ieri, di cui 5, uno in meno, in terapia intensiva. Nel complesso gli attuali positivi, residenti in Basilicata, sono circa 18.300.

TOSCANA – Sono 9.713 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 29 gennaio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 36 morti. I nuovi casi (4.017 confermati con tampone molecolare e 5.696 da test rapido antigenico) portano a 726.793 il totale dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I nuovi casi sono l’1,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3% e raggiungono quota 557.486 (76,7% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 18.108 tamponi molecolari e 50.768 tamponi antigenici rapidi, di questi il 14,1% è risultato positivo. Sono invece 13.825 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 70,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 161.093, -3,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.461 (5 in più rispetto a ieri), di cui 109 in terapia intensiva (7 in meno). Oggi si registrano 36 nuovi decessi: 17 uomini e 19 donne con un’età media di 82,6 anni.

CALABRIA – Sono 1.584 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Calabria, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 9 morti. Nelle ultime 24 ore i guariti sono stati 1.330. Da ieri sono stati fatti 10.349 tamponi, tra molecolari e antigenici. Da inizio pandemia i decessi sono stati 1.861 nella Regione. I ricoveri sono 393, uno in meno da ieri, e 32 le terapie intensive occupate, una in più da ieri.

PIEMONTE – Sono 9.568 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 29 gennaio 2022 in Piemonte, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 26 morti nella Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 91.558 tamponi, tra molecolari e antigenici. Da ieri sono guarite 15.224 persone.

I ricoverati in terapia intensiva sono 121, 11 in meno rispetto a ieri, mentre quelli nei reparti ordinari Covid sono 2.079, 31 in meno rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 148.660 persone. Da inizio pandemia sono morte 12.572 persone.

cms_24622/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_24622/2_ISS.jpgCovid, giù Rt e incidenza. In calo ricoveri e terapie intensive

Scendono indice Rt e incidenza, calano i ricoveri in terapia intensiva e nei reparti di area medica in ospedale. E’ il quadro dell’epidemia covid in Italia oggi secondo i numeri del report dell’Istituto superiore di sanità (Iss) con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regia Iss-ministero della Salute

INDICE RT E INCIDENZA

“Si osserva una diminuzione dell’incidenza settimanale a livello nazionale: 1.823 ogni 100.000 abitanti (21 -27 gennaio) contro 2011 ogni 100mila abitanti (14-20 gennaio), dati flusso ministero Salute. Nel periodo 5– 18 gennaio, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,97 (range 0,86 – 1,18), in diminuzione rispetto alla settimana precedente e al di sotto della soglia epidemica”, si legge

RICOVERI E TERAPIE INTENSIVE

“Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 16,7% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 27 gennaio) contro 17,3% (rilevazione al 20 gennaio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è al 30,4% (rilevazione ministero della Salute al 27 gennaio) contro 31,6% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 20 gennaio)”, prosegue il report.

COVID ITALIA, QUADRO REGIONE PER REGIONE

“Quattro Regioni e province autonome sono classificate a rischio alto, di cui 3 a causa dell’impossibilità di valutazione per incompletezza dei dati inviati; 9 Regioni risultano classificate a rischio Moderato. Tra queste, tre Regioni e province autonome sono ad alta probabilità di progressione a rischio alto. Otto Regioni e province sono classificate a rischio basso”, è il quadro delineato dal report.

“Sono 15 le Regioni e province autonome che riportano almeno una singola allerta di resilienza. Quattro Regioni riportano molteplici allerte di resilienza”, affermano gli esperti.

CASI COVID, SINTOMI E SCREENING

“Rimane stabile il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (652.401 contro 658.168 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in leggero aumento (18% contro 15% la scorsa settimana). È in diminuzione la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (38% contro 41%) mentre aumenta la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (45% contro 44%)”, evidenzia il report.

cms_24622/Matteo_Bassetti,Infettirologo.jpgBassetti: “Iniziata discesa, Omicron 2 in Italia non è problema”

“Possiamo dire che è iniziata la discesa della curva epidemiologica del Covid-19. E nelle prossime settimane potrebbe essere anche veloce come accaduto in altri paesi. Il fatto che Omicron 2 sia stata rilevata in Italia non è un problema e non deve creare allarme perché è una ‘sorella’ della variante Omicron che abbiamo visto essere molto contagiosa ma non sta creando stress negli ospedali. Le varianti ci saranno perché lo dice la storia dei virus dobbiamo essere attenti e sequenziare”. Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del San Martino di Genova fa il punto sulla situazione epidemiologica.

L’esperto parla poi di “uno studio dell’agenzia ligure Alisa che ha determinato che non vaccinarsi è come guidare ubriachi senza cinture. Questo vuole dire che il vaccino ci protegge contro la malattia grave e il rischio di decesso ma meno contro l’infezione. Lo studio di Alisa ha messo in confronto il rischio relativo tra vaccinati e non vaccinati confrontandolo con quello di chi guida ubriaco senza cinture”.

Data:

30 Gennaio 2022