Traduci

IN ITALIA ULTERIORI 66.535 CONTAGI E ALTRI 144 MORTI

In Italia ulteriori 66.535 contagi e altri 144 morti

Sono 66.535 i contagi da coronavirus in Italia, secondo numeri e dati covid – regione per regione – nel bollettino di Protezione Civile e ministero della Salute.

Registrati altri 144 morti. Sono stati eseguiti 442.029 tamponi, il tasso di positività è al 15,05%. In lieve aumento i ricoverati con sintomi, per un totale di 10.102 (+24), mentre sono in calo le persone ricoverate in terapia intensiva, per un totale di 462 (-9).

Sono 160.546 le vittime e 15.173.707 le persone contagiate da inizio pandemia. Il totale dei guariti tocca la soglia dei 13.763.554 (+70.946) mentre sono 1.249.607 le persone attualmente positive (-3.449).

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 – 8 Aprile 2022)

LOMBARDIA – Sono 8.681 i contagi da coronavirus oggi, 8 aprile, in Lombardia, a fronte di 63.503 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 13,6%. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione. Nelle ultime 24 ore sono morte 35 persone, per un totale di 39.423 decessi nella regione da inizio pandemia. Aumenta il numero dei ricoverati: in terapia intensiva ci sono 42 persone, 2 più di ieri; nei reparti Covid ordinari ci sono 1.101 pazienti, 13 più di 23 ore fa.

LAZIO – Sono 6.849 i nuovi contagi da covid nel Lazio secondo il bollettino di oggi, 8 aprile. Si registrano inoltre altri 8 morti. I nuovi casi nella città di Roma sono 3.628. Oggi nella regione “su 9.546 tamponi molecolari e 37.546 tamponi antigenici per un totale di 47.092 tamponi, si registrano 6.849 nuovi casi positivi (-742), sono 8 i decessi (-7), 1.164 i ricoverati (+9), 72 le terapie intensive (-4) e +7.352 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,5%”, evidenzia l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano.

CAMPANIA – Sono 7.224 i nuovi contagi da Covid in Campania secondo il bollettino di oggi, 8 aprile. Si registrano inoltre altri 11 morti: 8 i decessi avvenuti nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. 39.444 i test effettuati. In Campania sono 37 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 714 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

VENETO – Sono 6. 928 i nuovi contagi da coronavirus oggi 8 aprile in Veneto, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 10 morti, considerando la differenza tra il totale indicato ieri dal ministero della Salute e quello presente nel bollettino diffuso oggi dalla regione. Il totale degli infetti da inizio pandemia raggiunge quota 1.542.387, il totale dei decessi 14.243 decessi. Gli attuali positivi sono 79.901. Stabili a 857 i ricoveri dei malati Covid in area medica, si abbassa invece quello dei pazienti in terapia intensiva, 42 (-5).

PIEMONTE – Sono 3.252 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 8 aprile 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 9 morti. Tra i nuovi casi, 2.891 sono stati rilevati da test antigenico. I tamponi effettuati sono 31.850, di cui 29.018 test antigenici, il rapporto positivi tamponi si attesta al 10,2%. I ricoveri ordinari sono 651 (+19 rispetto a ieri), quelli in terapia intensiva 22 (-3 rispetto a ieri).

EMILIA ROMAGNA – Sono 5.136 i contagi in Emilia Romagna oggi, 8 aprile, su un totale di 23.822 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 12.184 molecolari e 11.638 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 21,6%. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione. Si registrano 8 decessi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 36 (-3 rispetto a ieri, pari al -7,7%), l’età media è di 64,8 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.255 (+14 rispetto a ieri, +1,1%), età media 76,1 anni.

CALABRIA – Sono 2.173 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Calabria oggi, 8 aprile, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 10 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 10.257 tamponi effettuati, secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione. Segnalati altri 1.714 guariti. Il bollettino, inoltre, registra +449 attualmente positivi, -1 ricoveri (per un totale di 342) e, infine, +1 terapie intensive (per un totale di 19).

VALLE D’AOSTA – Sono 69 i nuovi contagi da coronavirus oggi 8 aprile 2022 in Valle d’Aosta, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Nessun nuovo decesso. Il totale delle persone contagiate dal virus da inizio emergenza ad oggi sono, pertanto, 33.185. I positivi attuali sono 1184 di cui 1168 in isolamento domiciliare e 16 ricoverati in ospedale. Le persone guarite sono complessivamente 31.474, in aumento di 49 unità rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 131.613 mentre i tamponi effettuati sono 494.584. I decessi di persone risultate positive al Covid in Valle d’Aosta da inizio epidemia ad oggi sono 527.

TOSCANA – Sono 4.395 i nuovi contagi da covid in Toscana secondo il bollettino di oggi, 8 aprile. Si registrano altri 11 morti. I nuovi casi, di cui 1.375 confermati con tampone molecolare e 3.020 da test rapido antigenico), portano il totale a 1.018.975 dall’inizio della pandemia da Coronavirus e sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 959.185 (94,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 6.408 tamponi molecolari e 21.502 tamponi antigenici rapidi, di questi il 15,7% è risultato positivo. Sono invece 6.219 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 70,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 50.181, +0,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 875 (35 in meno rispetto a ieri), di cui 38 in terapia intensiva (3 in meno).

PUGLIA – Sono 5.352 i nuovi contagi da coronavirus oggi 8 aprile in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 9 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 32.299 tamponi, sono così suddivisi per provincia: Bari: 1.842; Bat: 405; Brindisi: 556; Foggia: 660; Lecce: 1.074; Taranto: 770; Residenti fuori regione: 36; Provincia in definizione: 9. Sono 111.314 le persone attualmente positive, 679 ricoverate in area non critica, 38 in terapia intensiva. Dati complessivi: 964.124 casi totali, 9.996.965 tamponi eseguiti, 844.756 persone guarite e 8.054 decessi.

ABRUZZO – Sono 2.079 i nuovi contagi da covid in Abruzzo secondo il bollettino di oggi, 8 aprile. Si registrano inoltre altri 3 morti. Il totale dei casi dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – è di 330.778. Dei positivi odierni, 1.517 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi di età compresa tra 57 e 94 anni, 1 in provincia di Chieti e 2 in provincia dell’Aquila, e sale a 3.123. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 285.137 dimessi/guariti (+2263 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 42518 (-189 rispetto a ieri).Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità precisando che nel totale sono ricompresi anche 4332 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 1.141 i nuovi contagi da coronavirus oggi 8 aprile in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 2 morti. Su 4.468 tamponi molecolari sono stati rilevati 363 nuovi casi, con una percentuale di positività del 8,12%. Sono inoltre 7.074 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 778 casi (11,00%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 2, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 139. Lo ha comunicato oggi il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute.

BASILICATA – Sono 744 i nuovi contagi da coronavirus oggi 8 aprile 2022 in Basilicata, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registra un altro decesso. I nuovi casi di contagio sono stati rilevati su un totale di 3.281 tamponi (molecolari e antigenici). Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore. La persona deceduta risiedeva in Calabria. Sono state registrate 801 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 102 (+1) di cui 1 (-1) in terapia intensiva: 62 (di cui 1 in TI) nell’ospedale di Potenza; 40 in quello di Matera.

Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono circa 26.700. Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 218 somministrazioni. Finora 467.948 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,6 per cento della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 441.279 hanno ricevuto la seconda (79,8 per cento) e 352.982 sono le terze dosi (63,8 per cento), per un totale di 1.262.525 somministrazioni effettuate.

Nuova variante Xj isolata per la prima volta in Italia

Una nuova variante del Covid, la Xj, è stata isolata per la prima volta in Italia, a Reggio Calabria, dal laboratorio dell’Asp del capoluogo calabrese diretto dalla dottoressa Maria Teresa Fiorillo.

Il virus è stato individuato – spiega l’Asp – in due persone, si tratta di una ricombinazione dei ceppi di Omicron 1 e Omicron 2 e comporterebbe un aumento della contagiosità. I campioni sono stati inviati all’Istituto superire di Sanita che – riferisce l’Asp – ha validato la scoperta.

La Xj è una forma ibrida e, finora, era stata individuata in un numero limitato di casi, segnalati alla fine di marzo, in Finlandia. L’annuncio dell’isolamento della nuova variante è stato dato dal commissario straordinario dell’azienda, Gianluigi Scaffidi, insieme al capo del Dipartimento di Prevenzione, Sandro Giuffrida.

Quarta dose, quando farla e chi non deve farla

Quarta dose vaccino anti Covid, “si raccomanda la somministrazione di una seconda dose di richiamo (secondo booster) con vaccino” anti Covid “a mRna nei dosaggi autorizzati per la dose booster, purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo”. Lo precisa la nota di ministero della Salute, Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Istituto superiore di sanità (Iss) e Consiglio superiore di sanità (Css), che, a seguito del pronunciamento di Agenzia europea del farmaco Ema e Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, Ecdc, e alla riunione della Commissione tecnico scientifica (Cts) di Aifa, indica che in Italia la quarta dose va somministrata “alle persone di età uguale o superiore a 80 anni, agli ospiti dei presidi residenziali per anziani”, le Rsa, e alle persone “con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti di età uguale o superiore a 60 anni”.

LE CONDIZIONI DI ELEVATA FRAGILITA’ – Nella comunicazione si allega quindi l’elenco delle condizioni “di elevata fragilità” in presenza delle quali è indicata una quarta dose di vaccino anti-Covid anche dai 60 ai 79 anni. Una lista che, si precisa, potrà essere aggiornata sulla base delle evidenze disponibili. Eccola.

Malattie respiratorie: fibrosi polmonare idiopatica, malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia. Malattie cardiocircolatorie: scompenso cardiaco in classe avanzata (III – IV NYHA), pazienti post-shock cardiogeno. Malattie neurologiche: sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone, sclerosi multipla, distrofia muscolare, paralisi cerebrali infantili, miastenia gravis, patologie neurologiche disimmuni. Diabete/altre endocrinopatie severe: diabete di tipo 1, diabete di tipo 2 in terapia con almeno 2 farmaci per il diabete o con complicanze, morbo di Addison, panipopituitarismo. Malattie epatiche: cirrosi epatica. Malattie cerebrovascolari: evento ischemico-emorragico cerebrale con compromissione dell’autonomia neurologica e cognitiva, stroke nel 2020-21, stroke antecedente al 2020 con ranking maggiore o uguale a 3. Emoglobinopatie: talassemia major, anemia a cellule falciformi, altre anemie gravi. Altro: fibrosi cistica, sindrome di Down, grave obesità (Bmi maggiore di 35). Disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva e psichica): disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 articolo 3 comma 3.

CHI NON DEVE FARE QUARTA DOSE – L’indicazione per la quarta dose di vaccino anti Covid “al momento non si applica ai soggetti che hanno contratto l’infezione da Sars-CoV-2 successivamente alla prima dose di richiamo” precisa la nota. Si ribadisce inoltre “la priorità di mettere in massima protezione tutti i soggetti che non hanno ancora ricevuto la prima dose di richiamo, e per i quali la stessa è già stata raccomandata e di promuovere, richiamandone l’assoluta importanza, la somministrazione della quarta dose vaccinale in tutti i soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici, e ai soggetti sottoposti a trapianto di organo solido. Si ricorda che per quest’ultima categoria la somministrazione della quarta dose deve essere considerata equivalente a una dose di richiamo, consistendo il ciclo di vaccinazione primaria di tre dosi”.

Data:

9 Aprile 2022