Traduci

In Puglia oltre 4mila persone con Sclerosi multipla

Sono oltre 4mila le persone colpite da Sclerosi Multipla in Puglia, in prevalenza di sesso femminile. La maggior parte sono assistiti dalla struttura di eccellenza di Bari, la più grande d’Italia: il Centro sclerosi multipla all’interno del dipartimento di Scienze neurologiche e psichiatriche dell’università di Bari.

cms_2605/20150529_955.jpg“Attualmente le terapie a disposizione sono molte e particolarmente innovative ed efficaci, afferma Maria Trojano Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche di Base, Neuroscienze ed Organi di senso dell’Università di Bari, perché una precoce diagnosi ed un utilizzo corretto ed equilibrato dei farmaci a disposizione permette un controllo adeguato dell’evoluzione della malattia”. L’arrivo recente di nuovi farmaci che si sono affiancati a terapie già disponibili offre oggi ai neurologi uno scenario terapeutico rinnovato e l’opportunità di definire percorsi di cura sempre più personalizzati, in grado di massimizzare i benefici di ogni singolo trattamento e di minimizzare i rischi per i pazienti. Individualizzare la terapia e ottimizzare il rapporto tra rischi e benefici dei diversi trattamenti rappresenta infatti la nuova sfida nella cura di questa malattia.

cms_2605/sclerosi.jpg

La sclerosi multipla è una malattia neurologica che interessa il sistema nervoso centrale e che tende a peggiorare nel tempo. Le cause non sono pienamente conosciute, anche se si ipotizza una combinazione di fattori che interagiscono nel determinarla. In particolare, secondo gli ultimi studi, esisterebbe una predisposizione genetica che viene attivata da fattori esterni, come ad esempio le infezioni virali. Secondo i dati elaborati dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla sarebbero circa 72.000 i malati in Italia, con un incremento di circa 2.000 nuovi casi ogni anno, mentre nel mondo si contano 2,5-3 milioni di persone affette dalla malattia.

cms_2605/sclerosi_multipla.jpg

I sintomi della sclerosi multipla sono legati alla comparsa di lesioni della mielina, la sostanza che riveste i nervi ed ha il compito di isolarli elettricamente e metabolicamente e di assicurare la giusta velocità al passaggio del segnale nervoso, ma anche lesioni delle fibre nervose stesse ( neurodegenerazione). Lesioni della mielina e del nervo possono interrompere la conduzione del segnale nervoso e quindi manifestarsi con disturbi motori, sensitivi o cognitivi a seconda dell’area cerebrale interessata.

Autore:

Data:

22 Agosto 2015