Traduci

INCONTRO KRISTERSSON-ERDOGAN

cms_28212/0.jpgDurante un incontro tenutosi ad Ankara con il presidente Tayyip Erdogan, il neo-primo ministro svedese Ulf Kristersson ha chiesto l’approvazione della Turchia per l’adesione del suo Paese alla NATO.

Insieme alla Finlandia, la Svezia ha chiesto di entrare a far parte della NATO a maggio in risposta all’invasione russa dell’Ucraina.

La Turchia si era opposta a problemi di sicurezza legati al bandito Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) e ad altri gruppi, oltre che ai divieti di esportazione di armi degli stati nordici.

Nel giugno scorso le tre parti hanno firmato un memorandum che ha revocato il veto della Turchia e ha obbligato Svezia e Finlandia ad affrontare le restanti preoccupazioni.

cms_28212/Foto_1.jpg

Il ministro degli Esteri Tobias Billstrom ha annunciato via radio svedese che il nuovo governo del suo paese prenderà le distanze dalla milizia curda siriana delle YPG nel tentativo di ottenere il sostegno della Turchia per la sua adesione all’alleanza di difesa occidentale.

La Turchia vede le YPG come un’estensione del PKK, che ha lanciato un’insurrezione contro lo stato turco nel 1984 ed è designato come gruppo terroristico dalla Turchia, dall’Unione Europea e dagli Stati Uniti.

cms_28212/Foto_2.jpg

La Svezia, insieme agli Stati Uniti e ad altri paesi della NATO, ha sostenuto le YPG nella lotta contro lo Stato Islamico.

Tuttavia i pronostici sembrano molto positivi. La richiesta svedese è stata già approvata da 28 dei 30 paesi della NATO; anche l’Ungheria sembrerebbe d’accordo nel ritirare le proprie obiezioni.

Data:

8 Novembre 2022