Traduci

INIZIA A PULSANO IL SALOTTO LETTERARIO D’AUTUNNO 2023

cms_32030/c.jpgLa prima edizione del “Salotto Letterario…” sarà declinata all’“Autunno” e, a partire dal mese di ottobre 2023, ne seguiranno altre che si svolgeranno tutte, sotto il patrocinio dell’assessore alla cultura Antonella Lippolis, nel refettorio dei Padri Riformati a Pulsano (TA) dalle ore 18.00 presso il convento che ospita la biblioteca “Piero Mandrillo” (in foto).

Piero D’Alfonso, in veste di primo cittadino, formulerà il saluto all’inizio dei lavori ai cittadini e agli ospiti presenti.

La peculiarità degli incontri letterari è che essi si svolgeranno in tre giorni consecutivi e che, in ogni appuntamento, saranno tre gli autori a conversare con il moderatore, e tra loro, di poesia, narrativa, esperienze personali, ricordi, aneddoti e… vita.

Il libro diverrà quasi un “pretesto” per una chiacchierata tra amici.

cms_32030/1.jpg

Mercoledì 11 ottobre si inizia con Ciro Di Lauro che presenterà il libro “Lu vientu” (foto 1). Non è facile leggere un testo poetico in una lingua che ormai non si usa quasi più: il dialetto. Lo sforzo viene ricompensato dall’essere catapultati in un mondo da cui ci giungono solo gli echi di vecchie storie raccontate con un filo di voce dai nonni.

Margherita Bonfrate proporrà “Tra le mani la solitudine” (foto 2) una raccolta di componimenti in prosa e in versi. L’autrice affronta vari argomenti vitali con convinzione, passione e partecipazione. Le sue parole emergono senza veli, come se volessero uscire allo scoperto, senza preoccuparsi di addolcire la realtà.

Enzo Tripodi e il suo libro autobiografico “Come eravamo ieri” (foto 3) le cui pagine hanno lo scopo di tramandare quello che è stato un pezzo di storia di Bagnara. Vicende di personaggi della Calabria del 1950/60 di cui si racconta la vita, i modi e le usanze.

Giovedì 12 ottobre si continua con Sara Leo e la sua silloge “Pensieri in Disordine” (foto 4) il cui filo conduttore sembra la semplicità: un animo semplice che esprime pensieri, emozioni e sentimenti, graziosi nella forma e nella sostanza e facilmente intellegibili. La semplicità è forza e debolezza allo stesso tempo.

Giovanni Fanelli presenta “Racconti tenebrosi” (foto 5) la sua prima raccolta di racconti dark. Un insieme di brevi componimenti nati dalla mente dell’autore – anche se alcune sono ispirate a vicende e leggende tramandate di generazione in generazione – che proietta in un mondo intriso di mistero e paura.

Grazia Maremonti e la silloge “La mia città era innocente” (foto 6). L’innocenza è quella del biancore della luce e del latte, è l’odore dei figli appena nati, dei sogni d’amore vagheggiati o infranti. È il vestito lucente dei ricordi giovani, il profumo della bellezza di fronte alla violenza.

Venerdì 13 ottobre si chiude con Francesco Vito Ciaravino che proporrà “Combaciarsi” (foto 7) una raccolta poetica piuttosto intima. L’evento scatenante, nonché incipit della storia diluita negli ottanta componimenti, è il trasferimento avvenuto nei primi anni dell’adolescenza dell’autore, dalla Puglia alla Liguria.

Sandro Terlizzi e il suo primo libro “Il poeta di Dio” (foto 8) apre una finestra verso la poesia religiosa, permettendo al lettore di immergersi in un mondo di spiritualità attraverso versi che riflettono sul rapporto con Dio e la vita. Il poeta si perde nel suo mondo interiore, mettendo a nudo la propria anima.

Gino Palmisano e il suo romanzo “A cinque si schiaccia” (foto 9). Rientrare significa entrare nuovamente nel luogo da cui si era usciti; in casa, in una sede abituale. Il Prof. Giorgio Palmisano rientra nel luogo di lavoro, dopo un’assenza di tre anni per una grave patologia e per la pandemia.

cms_32030/0.jpg

cms_32030/00.jpgVenerdì 13, in chiusura della tre giorni, sarà ospite speciale Lucia Perrucci con il romanzo, edito da Mondadori, “La prodigiosa macchina cattura anime di Cassandra Apollinaire”. Francia, 1971. È il 13 ottobre quando un postino suona alla porta della famiglia Sélavy scatenando il finimondo: la consegna è per Louis, il gemello di René, morto in un incidente proprio due anni prima. Da allora nessuno ha più potuto nominarlo. Ma quando il pacco rivela il pezzo mancante dell’inquietante camera oscura rinchiusa nel garage e i genitori scompaiono all’improvviso, i fratelli Yves, André e René si trovano con molti interrogativi: chi è la misteriosa Cassandra Apollinaire che ha mandato il pacco? Cos’è successo ai loro genitori? Ma soprattutto: è davvero possibile riportare in vita i morti? Perché Louis è tornato ed è nel corpo di René.

Tutti i nove autori, oltre l’ospite d’eccezione, saranno – a fine serata – a disposizione degli estimatori per il firmacopie e per le foto di rito.

Per gli amanti della poesia, della narrativa e dei generi dark o fantasy, imperdibile sarà questa tre giorni letteraria durante la quale si avrà avranno di incontrare, conoscere e dialogare con autori ancora poco conosciuti, questi scrittori vantano un bagaglio letterario di indiscusso valore.

Il Gruppo Culturale Letterario, che organizza gli incontri mensili sino a maggio 2024, consiglia gli scrittori che intendono proporre i propri testi per i prossimi salotti letterari, di contattare all’e-mail gruppoculturaleletterario@gmail.com l’associazione.

Data:

10 Ottobre 2023