Traduci

Intercettazioni, scontro in Commissione (Altre News)

Intercettazioni, scontro in Commissione su ipotesi rinvio

cms_16263/montecitorio_aula_fg.jpg

E’ scontro in Commissione Giustizia alla Camera. Lega, Fi e Fdi chiedono di rinviare l’esame sul decreto intercettazioni, lasciando spazio in Aula, da domani, all’emergenza Coronavirus. Tengono il punto invece Pd e Cinque Stelle, che vogliono continuare a lavorare sul decreto, in scadenza il 29 febbraio, mantenendo inalterato l’odg. A quanto si apprende la discussione è molto accesa.

“E’ pretestuosa la richiesta di interrompere i nostri lavori a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Le autorità competenti stanno affrontando la situazione con grande impegno e abbiamo la massima fiducia per tutti quelli che stanno operando” dice Devis Dori, capogruppo M5S in commissione Giustizia di Montecitorio. “Il Paese -aggiunge- non si può bloccare, non possiamo fermarci tutti, ciascuno deve continuare a fare la sua parte. Con la loro richiesta di rinvio le opposizioni danno un segnale di irresponsabilità, trovino altri argomenti se non vogliono proseguire i lavori” .

Lucarelli: “Querele di Renzi a Travaglio intimidatorie”

’Espressioni come ’caso umano’ sono irrilevanti’

cms_16263/selvaggia_lucarelli_ipa_fg.jpg

“Non credo che 15 querele a un giornalista siano un vanto, specie se si querela per espressioni come ’caso umano’ e altre francamente irrilevanti pronunciate ieri sera da Travaglio. Credo invece che tenere il conto e annunciarne sempre di nuove sia un atteggiamento intimidatorio”. Lo scrive su Twitter Selvaggia Lucarelli, a proposito del tweet di Matteo Renzi in cui il leader di Italia Viva annunciava di voler querelare Marco Travaglio in seguito agli epiteti che il direttore del ’Fatto Quotidiano’ gli ha rivolto qualche giorno fa, nel corso della trasmissione ’Otto e mezzo’. “Attribuire fatti è diverso dal dare del caso umano -aggiunge poi la Lucarelli, rispondendo ad un utente che sottolineava che se Travaglio “ha già pagato più di 100mila euro vorrà pur dire qualche cosa”- ma comprendo che chi non sa nulla di codice penale e diffamazione non possa capire”.

Senato, Ruotolo verso vittoria in suppletive Napoli

cms_16263/ruotolo_mani_fg.jpg

(Roberta Lanzara) – Sandro Ruotolo verso la vittoria alla suppletive di Napoli. Quando è stato scrutinato il 66 per cento delle schede, il giornalista spunta il 49,48 per cento dei voti. Lo seguono Luigi Napolitano (M5s), con il 23,69%, e Salvatore Guanci (centrodestra) con il 21,49%.

Autore:

Data:

24 Febbraio 2020