Traduci

IRAN, IL RIFORMISTA PEZESHKIAN ELETTO PRESIDENTE – “Tenderemo mano a tutti”

Il riformista Masoud Pezeshkian è il nuovo presidente iraniano. Nel ballottaggio di ieri ha ottenuto il 53,7% dei voti, contro il 44,3% del conservatore Saeed Jalili. “Tenderemo la mano dell’amicizia a tutti – queste le prime parole di Pezeshkian, citato dalla tv di Teheran – Siamo tutti gente di questo Paese, c’è bisogno di tutti per il progresso di questo Paese”.

Festa per le strade di Teheran dopo la vittoria del cardiochirurgo ed ex ministro della Salute Massoud Pezeshkian, eletto neo presidente dell’Iran. Sarà lui il nono leader della Repubblica islamica, dopo la morte del predecessore Ibrahim Raisi, scomparso in un incidente aereo lo scorso 21 maggio 2024.

Pazeshkian, dell’ala riformista, ha battuto l’ultraconservatore, Saeed Jalili, prendendo più del 53 per cento dei voti – circa 16,3 milioni di voti contro i 13,5 milioni del suo avversario. Al secondo turno, l’affluenza alle urne ha toccato punte del 50 per cento, dieci punti percentuali in più rispetto al primo turno.

Una vittoria, quella di Pezeshkian, inaspettata poiché ci si attendeva che il fronte conservatore sfondasse anche a queste elezioni. Tra i punti principali della politica del nuovo eletto vi sono: l’apertura del paese agli investimenti stranieri per migliorare la situazione economica e alle relazioni con l’Occidente, inclusi gli Stati Uniti.

Sul tema dei diritti delle donne, Pezeshkian ha dichiarato di non voler abrogare l’obbligo di indossare negli spazi pubblici l’hijab – il velo utilizzato dalle donne musulmane per coprire la testa e il collo – ma ne ha criticato l’applicazione.

Data:

6 Luglio 2024
Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *