Traduci

ISRAELE, BUFERA SUL NEO MINISTRO DELLA SICUREZZA NAZIONALE

Qualsiasi cambiamento nello status quo dei luoghi sacri di Gerusalemme è “inaccettabile” secondo la Casa Bianca. Il commento arriva dopo la visita del ministro della sicurezza nazionale del nuovo governo israeliano sulla spianata delle moschee. “Gli Stati Uniti sono fermamente a favore del mantenumento dello status quo con il rispetto dei luoghi sacri di Gerusalemme”, ha detto la portavoce di Biden Karine Jean Pierre. “Ogni azione unilaterale che metta in pericolo lo status quo è inaccettabile”. Anche il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha detto che gli Stati Uniti sono “profondamente preoccupati” e ha avvertito che la mossa di Itamar Ben Gvir “ha il potenziale di esacerbare le tensioni e provocare violenza”.

cms_28931/foto_1.jpg

Il neo ministro israeliano della Sicurezza nazionale, Itamar Ben Gvir, leader del partito di estrema destra Otzma Yehudit, è finito nell’occhio del ciclone per una passeggiata alla Spianata delle Moschee – Monte del Tempio per gli ebrei. Un’iniziativa di cui non aveva fornito preavviso, e che l’ha visto scortato in ogni momento dalle forze di polizia.

Ben Gvir, come si legge sul Jerusalem Post, ha assicurato che il governo israeliano “non cederà alle minacce di Hamas”. “È il posto più importante per il popolo di Israele. Manterremo la libertà di movimento per musulmani e cristiani, manteniamo libertà di movimento per musulmani e cristiani, ma vi saliranno anche gli ebrei e alle minacce risponderemo con il pugno di ferro” ha detto.

cms_28931/foto_2.jpg

Immediata la risposta dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), che teme un cambiamento di status della Spianata e che hanno definito la visita una “provocazione”. Un portavoce di Hamas ha sottolineato “l’arroganza di un governo di coloni fascisti”.

Data:

3 Gennaio 2023