Traduci

Italian Camorra inquiry recovers Van Goghs 14 years after infamous heist

Two Vincent van Gogh paintings that were stolen from a museum in Amsterdam more than a decade ago have been recovered by Italian law enforcement authorities in Naples after an investigation targeting a powerful organised crime syndicate involved in the cocaine trade.

cms_4616/0.jpg

The paintings, View of the Sea at Scheveningen, painted in 1882, and Congregation Leaving the Reformed Church in Nuenen, painted in 1884, were discovered after allegedly being hidden away in a house affiliated with an international drug trafficker based in Castellammare di Stabia, near Naples.

cms_4616/1.jpg

Officials hailed the discovery as a major victory in the fight against organised crime. It also provided an insight into the inner workings of the Italian underworld, where precious works of art are seen as valuable currency.

The authenticity of the paintings has already been confirmed by an expert from the Van Gogh museum in Amsterdam, from where they were stolen in 2002.

cms_4616/2.jpg

Axel Rüger, director of the Van Gogh museum, said he wasn’t sure when the paintings could be returned to the Netherlands, as they are likely to be needed as evidence in the ensuing trial.

cms_4616/3.jpg

“After so many years I didn’t dare to think they would ever return,” Rüger said. “We’ve waited 14 years for this moment and of course we’d like to take them straight home. We’ll need to exercise a bit of patience, but I am convinced we can count on the support of the Italian authorities.”

cms_4616/4.jpg

The frames have been removed and the seascape has a small patch of damage in the bottom left-hand corner, the museum said, but otherwise the paintings appeared to be in good condition.

cms_4616/5.jpg

The paintings were discovered thanks to a tipoff from Mario Cerrone, a suspected drug trafficker arrested in January who collaborated with the Camorra, a notorious Neapolitan crime syndicate made up of numerous clans.

cms_4616/6.jpg

The discovery was part of a broader investigation into the Camorra’s Amato-Pagano clan, which prosecutors said was one of the most dangerous and active gangs of drug traffickers operating in the region. Investigators came across the paintings in a building that they were searching after a judge last week ordered the seizure of the gang’s assets. They also seized a small plane.

“When we finally found them, we did not believe our eyes,” a local official told La Repubblica.

cms_4616/7.jpg

The FBI considered the 2002 heist one of the “top 10” art crimes, according to its website. The thieves entered the Van Gogh museum from the roof of the building, which allowed them to get past security and cameras undetected, even though their entry did trigger alarms. They had used a ladder to climb up to a window and then smashed

Two men, Octave Durham, an art thief who earned the nickname The Monkey for his ability to evade police, and his accomplice Henk Bieslijn, were eventually convicted of the theft in 2004 after police discovered their DNA at the scene of the crime. They were handed four year sentences, but authorities were never able to track down the stolen works.

cms_4616/8.jpg

View of the Sea at Scheveningen is one of Van Gogh’s early paintings and depicts the beach resort close to The Hague. It was the only work in the museum’s collection from Van Gogh’s two years in The Hague and one of just two Dutch seascapes the artist made.

Congregation Leaving the Reformed Church in Nuenen is a smaller work that Van Gogh painted for his mother in 1884, and depicts a church in Brabant where his father Theodorus was attached as a preacher. After his father’s death in 1885 Van Gogh revised the painting, adding figures of women wearing black shawls used in mourning.

Dario Franceschini, the Italian culture minister, said the discovery was extraordinary and “confirmed the strength of the Italian system in the fight against the illicit trafficking of works of art”.

John Dickie, a historian and expert in organised crime in Italy, said the reason the country was known for its expertise in following the illicit trade of art was the extent to which that trade existed in the first place.

“Italy also has the best mafia police in the world, because it has the most powerful mafia networks,” he added.

The town of Castellammare di Stabia, about 19 miles south-east of Naples, where the paintings were found, has long been known as a Camorra stronghold. It was the home of Assunta Maresca, known as Pupetta, who was a former beauty queen, convicted murderer, and Camorra boss described as a trailblazer and suffragette in the syndicate.

Unlike the highly organised Sicilian mafia, the Camorra is an “archipelago of gangs”, Dickie said, with some branches being more sophisticated than others.

“It is easy to say the Camorra did it and then jump to the conclusion that the Camorra is moving into the art market,” Dickie said.

He said the discovery and the alleged involvement of the Camorra reflected the opportunistic nature of the Neapolitan syndicate. Its members spend a lot of time in prison and are part of a vast underworld network in which illegal goods are sold and traded.

“I don’t think we need to conclude that it’s the Camorra boss who is putting this art on his mantelpiece. A lot of times these people don’t have a lot of class [and] they wouldn’t necessarily be impressed by having this,” Dickie said.

Federico Varese, an expert in criminology from Oxford University, said it was unsurprising that the discovery exposed a link between Amsterdam and the Camorra, given the Dutch city’s reputation as a major drug hub. Cross-border investigations dating back to the 1980s had found the presence of the Camorra in Amsterdam.

“What I know for sure is that a lot of camorristi are in Amsterdam, not because they want to be rooted there or deal in racketeering of shops or that kind of thing, but because they are there to buy drugs. Amsterdam is a hub for the buying and selling of illegal goods,” Varese said.

The Italian prime minister, Matteo Renzi, informed his Dutch counterpart, Mark Rutte, about the police operation before the funeral in Jerusalem of the former Israeli leader Shimon Peres. Renzi also tweeted a message of thanks to Italian law enforcement, saying he was proud of their work.

cms_4616/italfahne.jpgRichiesta Camorra italiano recupera Van Gogh 14 anni dopo la rapina infame

Dipinti rubati dal museo di Amsterdam sono stati recuperati dalla casa in roccaforte del sindacato del crimine, vicino a Napoli.

Due dipinti di Vincent van Gogh che sono stati rubati da un museo ad Amsterdam più di un decennio fa sono stati recuperati dalle autorità italiane le forze dell’ordine a Napoli dopo un’indagine mira un potente sindacato di criminalità organizzata coinvolta nel traffico di cocaina.

I dipinti, Vista sul mare a Scheveningen, dipinto nel 1882, e Congregazione di lasciare la chiesa riformata di Nuenen, dipinto nel 1884, sono stati scoperti dopo aver presumibilmente essere nascosto in una casa affiliato con un trafficante di droga internazionale con sede a Castellammare di Stabia, nei pressi di Napoli.

Richiesta Camorra italiano recupera Van Gogh 14 anni dopo la rapina infame

Dipinti rubati dal museo di Amsterdam sono stati recuperati dalla casa in roccaforte del sindacato del crimine, vicino a Napoli.

Due dipinti di Vincent van Gogh che sono stati rubati da un museo ad Amsterdam più di un decennio fa sono stati recuperati dalle autorità italiane le forze dell’ordine a Napoli dopo un’indagine mira un potente sindacato di criminalità organizzata coinvolta nel traffico di cocaina.

I dipinti, Vista sul mare a Scheveningen, dipinto nel 1882, e Congregazione di lasciare la chiesa riformata di Nuenen, dipinto nel 1884, sono stati scoperti dopo aver presumibilmente essere nascosto in una casa affiliato con un trafficante di droga internazionale con sede a Castellammare di Stabia, nei pressi di Napoli.

I funzionari hanno salutato la scoperta come una grande vittoria nella lotta contro la criminalità organizzata. E ’prevista anche una panoramica sul funzionamento interno della malavita italiana, dove preziose opere d’arte sono visti come moneta di valore.

L’autenticità dei dipinti è già stata confermata da un esperto dal museo Van Gogh di Amsterdam, da dove sono stati rubati nel 2002.

Axel Rüger, direttore del museo di Van Gogh, ha detto che non era sicuro di quando i dipinti potrebbero essere restituiti ai Paesi Bassi, in quanto sono suscettibili di essere necessaria come prova nel processo che segue.

“Dopo tanti anni non ho il coraggio di pensare che avrebbero mai tornare”, ha detto Rüger. “Abbiamo aspettato 14 anni per questo momento e, naturalmente, vorremmo portarli direttamente a casa. Avremo bisogno di esercitare un po ’di pazienza, ma sono convinto che possiamo contare sul sostegno delle autorità italiane “.

I telai sono stati rimossi e il paesaggio marino ha una piccola zona di danni nell’angolo in basso a sinistra, il museo ha detto, ma per il resto i dipinti sembrava essere in buone condizioni.

I dipinti sono stati scoperti grazie a una tipoff da Mario Cerrone, un sospetto trafficante di droga arrestato nel mese di gennaio che ha collaborato con la camorra, un noto criminale napoletana composta da numerosi clan.

La scoperta è stata parte di un’indagine più ampia in Amato-Pagano del clan della camorra, che hanno detto i procuratori è stata una delle bande più pericolose e attive di trafficanti di droga che operano nella regione. Gli investigatori sono venuti attraverso i dipinti in un edificio che stavano cercando dopo che un giudice la scorsa settimana ha ordinato il sequestro dei beni della banda. Essi hanno inoltre sequestrato un piccolo aereo.

“Quando abbiamo finalmente trovato loro, non ci credevamo ai nostri occhi”, ha detto un funzionario locale La Repubblica.

L’FBI considerato 2002 rapina uno dei “Top 10” delitti d’arte, secondo il suo sito web. I ladri sono entrati nel museo di Van Gogh dal tetto del palazzo, che ha permesso loro di ottenere la sicurezza e le telecamere passato inosservato, anche se il loro ingresso ha fatto allarmi trigger. Avevano usato una scala per salire fino a una finestra e poi distrutto

Due uomini, Octave Durham, un ladro d’arte che si è guadagnata il soprannome di The Monkey per la sua capacità di eludere la polizia, e il suo complice Henk Bieslijn, finalmente sono stati condannati per furto nel 2004, dopo che la polizia ha scoperto il loro DNA sulla scena del crimine. Sono stati consegnati quattro frasi anno, ma le autorità non sono mai stati in grado di rintracciare le opere rubate.

Vista del mare a Scheveningen è uno dei primi dipinti di Van Gogh e raffigura la località balneare vicino a L’Aia. Era l’unica opera della collezione del museo di Van Gogh due anni a L’Aia e uno dei soli due marine olandesi l’artista ha fatto.

Congregazione Lasciando la Chiesa riformata di Nuenen è un lavoro più piccolo che Van Gogh dipinse per la madre nel 1884, e raffigura una chiesa nel Brabante dove il padre Theodorus era attaccato come predicatore. Dopo la morte del padre, nel 1885 Van Gogh rivisto la pittura, l’aggiunta di figure di donne che indossano scialli neri utilizzati in lutto.

Dario Franceschini, il ministro della cultura italiana, ha detto che la scoperta è stata straordinaria e “ha confermato la forza del sistema italiano nella lotta contro il traffico illecito di opere d’arte”.

John Dickie, storico ed esperto di crimine organizzato in Italia, ha detto che il motivo per il paese era noto per la sua competenza nel seguire il commercio illecito di arte era la misura in cui il commercio esisteva in primo luogo.

“L’Italia ha anche la migliore polizia mafia nel mondo, perché ha più potenti reti mafiose”, ha aggiunto.

La città di Castellammare di Stabia, a circa 19 miglia a sud-est di Napoli, dove sono stati trovati i dipinti, è nota da tempo come una roccaforte camorra. E ’stata la casa di Assunta Maresca, detta Pupetta, che era un ex regina di bellezza, condannato per omicidio, e camorra capo descritto come un pioniere e suffragette al consorzio.

A differenza della mafia siciliana altamente organizzata, la camorra è un “arcipelago di bande”, ha detto Dickie, con alcuni rami di essere più sofisticato di altri.

“E ’facile dire che la camorra ha fatto e poi saltare alla conclusione che la camorra si sta muovendo nel mercato dell’arte”, ha detto Dickie.

Ha detto che la scoperta e il presunto coinvolgimento della camorra riflettono la natura opportunistica del sindacato napoletana. I suoi membri spendono un sacco di tempo in prigione e fanno parte di una vasta rete sotterraneo in cui le merci illegali sono venduti e scambiati.

“Non penso che abbiamo bisogno di concludere che è il capo camorra che sta mettendo questa arte sul suo caminetto. Un sacco di volte queste persone non hanno un sacco di classe [e] non sarebbero necessariamente essere colpiti da avere questo “, ha detto Dickie.

Federico Varese, un esperto in criminologia all’Università di Oxford, ha detto che è sorprendente che la scoperta esposto un collegamento tra Amsterdam e la camorra, data la reputazione della città olandese di come uno dei principali hub di droga. indagini transfrontaliere risalenti al 1980 avevano trovato la presenza della camorra di Amsterdam.

“Quello che so per certo è che un sacco di camorristi sono ad Amsterdam, non perché vogliono essere radicata lì o trattare in racket di negozi o questo genere di cose, ma perché sono lì per comprare la droga. Amsterdam è un hub per l’acquisto e la vendita di merci illegali “, ha detto Varese.

Il primo ministro italiano, Matteo Renzi, ha informato il suo omologo olandese, Mark Rutte, circa l’operazione di polizia prima del funerale a Gerusalemme dell’ex leader israeliano Shimon Peres. Renzi anche twittato un messaggio di ringraziamento per l’applicazione della legge italiana, dicendo che era orgoglioso del loro lavoro.

(Tradotto dall’articolo Italian Camorra inquiry recovers Van Goghs 14 years after infamous heist scritto da Stephanie Kirchgaessner pubblicato su theguardian.com venerdi’ 30 settembre 2016.)

Data:

30 Settembre 2016