Traduci

JUVE DA RECORD

La Juventus vince il 32° titolo di Campione d’Italia, il 5° consecutivo (non accadeva dagli anni ’30) che, probabilmente, passerà alla storia come lo scudetto dei record. Una vittoria ineccepibile per come è maturata, che testimonia la superiorità in questi anni, almeno in Italia, della squadra bianconera. Merito della Juve, ma demerito anche delle altre pretendenti storiche, come Inter e Milan, alle prese con problemi di ricostruzione e di bilanci, ma anche di Napoli e Roma che, pur avendo formazioni di tutto riguardo, hanno perso punti preziosi e permesso, alla squadra di Allegri, di tornare in corsa per il titolo. La Vecchia Signora, infatti, non aveva iniziato per niente bene, lasciando ben 18 punti per strada nelle prime 10 partite, con un distacco dall’Inter (prima in classifica con 21 punti) di 9 lunghezze.

cms_3807/foto_2_.jpg

Poi, l’incredibile recupero e la vittoria finale con 3 giornate d’anticipo, come ha sottolineato lo stesso presidente della FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio) Carlo Tavecchio: “Complimenti alla Juve per la rimonta incredibile. Lo scudetto è il risultato di una programmazione vincente”.

NUMERI DA RICORDARE – La rimonta è tutta nei numeri da record. La Juve è, negli ultimi 10 anni, l’unica squadra ad aver vinto lo scudetto con un punto nelle prime tre partite e senza il titolo di Campione d’Inverno. Inoltre, come già accennato, è il 5° titolo consecutivo; 73 punti su 75 (frutto di 24 vittorie nelle ultime 25 gare); 15 vittorie consecutive (dal derby Juve-Torino del 31 ottobre, a Juventus-Napoli del 13 febbraio, interrotte, solo, dal pareggio contro il Bologna); 9 gare consecutive vinte, in casa, senza subire gol. Infine, alcuni record personali. Massimiliano Allegri è il 7° allenatore, nella storia della Juve, ad aver vinto 2 scudetti consecutivi; Paul Pogbà e Paulo Dybala hanno realizzato il maggior numero di gol e, Gigi Buffon, ha superato, con 974 minuti di imbattibilità, Sebastiano Rossi.

cms_3807/juve.jpg

Un campionato, quindi, vinto meritatamente e supportato da grande determinazione, solidità difensiva (come evidenziato dai record), grande spirito di squadra, un pizzico di fortuna, indispensabile per vincere delle competizioni e da un tecnico che ha dato gioco e serenità alla squadra.

Uno scudetto incredibile – ha dichiarato l’allenatore juventino, Massimiliano Allegri – vinto con dei numeri straordinari. 24 partite vinte su 25 è quasi irripetibile. La nostra forza è stata quella di pensare partita dopo partita. Si cresce attraverso le difficoltà e, anche per questo, sono orgoglioso di questo percorso. Sarà importante confermare tutto questo gruppo. Tuttavia è stato fantastico anche il campionato del Napoli.”

Autore:

Data:

26 Aprile 2016