Traduci

KIEV:”BAMBINI EVAQUATI IN RUSSIA” – LAVROV:”BAMBINI POSSO TORNARE IN UCRAINA”

Kiev accusa la Russia: “150 bambini deportati da Luhansk”

cms_31055/a.jpg

L’Ucraina afferma che 150 bambini sono stati portati illegalmente dalla regione occupata di Luhansk in Russia. Il Centro nazionale di resistenza dell’Ucraina ha reso noto che l’8 giugno i bambini sarebbero stati deportati dal distretto di Starobilsk di Luhansk in due centri nel distretto di Prikuban della repubblica russa di Karachay-Cherkess.

Il mese scorso il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva dichiarato che fino a quel momento 19.393 bambini erano stati trasferiti illegalmente in Russia dai territori occupati dell’Ucraina. Il tribunale penale internazionale ha emesso a marzo un mandato d’arresto per il presidente russo, Vladimir Putin, per aver supervisionato il rapimento di bambini ucraini.

Nell’accogliere la richiesta di mandati da parte del pubblico ministero della Corte penale internazionale, un collegio di giudici ha convenuto che vi erano “ragionevoli motivi” per ritenere che Putin e il suo commissario per i diritti dei bambini, Maria Alekseyevna Lvova-Belova, fossero responsabili della “deportazione illegale” di bambini ucraini. Ieri il Centro nazionale di resistenza dell’Ucraina ha riferito che 750 bambini di Luhansk dovrebbero arrivare questo mese nei due centri di Karachay-Cherkess.

***** ***** ***** ***** *****
Ucraina, Lavrov: “Bambini evacuati in Russia possono tornare dai genitori”
cms_31055/b.jpg

I bambini “evacuati” dalle zone dell’Ucraina occupate dalle forze russe possono tornare dai genitori, se lo richiedono, ha dichiarato il ministro degi Esteri russo, Sergei Lavrov, all’indomani della missione dell’inviato del Papa, Matteo Zuppi a Mosca proprio per discutere di questo tema, come punto di partenza per accordi fra Mosca e Kiev.

“Siamo molto preoccupati per la sorte dei bambini che si trovano in zone di conflitto. E’ noto l’elenco dei bambini che ora si trovano in territorio russo, nessuno nasconde i loro nomi, nessuno nasconde le coordinate di dove si trovano. E se questi bambini hanno genitori o parenti diretti, hanno tutto il diritto di prendere questi bambini”, ha affermato il ministro.

Data:

1 Luglio 2023