Traduci

Kim a sorpresa visita Pechino

Kim a sorpresa visita Pechino

cms_8794/Cina_Kim_Afp.jpgIl misterioso viaggiatore di riguardo che ieri avvolto nella segretezza ha visitato Pechino era Kim Jong Un. Lo conferma il Financial Times, citando due fonti a conoscenza delle circostanze del viaggio del dittatore nordcoreano. La breve visita a Pechino di Kim è stato il suo primo viaggio all’estero da quando ha assunto la guida della Corea del Nord nel 2011. A maggio Kim potrebbe incontrare il presidente Usa Donald Trump, in un vertice che punterebbe a stemperare i toni della crisi innescata dal programma nucleare di Pyongyang.

La visita arriva settimane prima del previsto summit con il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in. Secondo Tong Zhao, esperto presso il Carnegie Tsinghua Center for Global Policy di Pechino, la visita potrebbe essere orientata a cercare il sostegno della Cina in vista del summit proposto da Kim con Trump e a individuare un piano di riserva in caso di fallimento dei colloqui diplomatici. “Pyongyang vuole avere qualche assicurazione sull’imminente incontro al vertice con il presidente Trump. L’incontro è molto importante ma anche molto rischioso”, ha detto Zhao. “Se l’incontro fallisse, gli Stati Uniti potrebbero dichiarare che la diplomazia ha fallito e passare a un approccio più coercitivo o addirittura a un attacco militare”.

Antitrust Usa indaga su Facebook, tonfo in Borsa

cms_8794/facebook_borsa_afp.jpgLa Federal Trade Commission, l’Antitrust Usa, ha confermato l’apertura di un’indagine su come Facebook ha gestito la privacy dei propri utenti, spiegando – in una nota del vice direttore dell’Ufficio per la Protezione dei consumatori Tom Pahl – di aver preso la decisione a causa delle “recenti notizie che sollevano notevoli preoccupazioni” sulle pratiche di gestione dei dati da parte del social network.

La Ftc sottolinea di essere “fermamente e pienamente impegnata a utilizzare tutti i suoi strumenti per proteggere la privacy dei consumatori” soprattutto con una “azione di contrasto nei confronti delle aziende che non rispettano gli impegni” sulla riservatezza dei dati o che “si impegnano in atti sleali che causano danni sostanziali ai consumatori in violazione della legge”.

Le quotazioni in Borsa del social network hanno subito forti ribassi dopo l’emergere dello scandalo legato alla società di consulenza elettorale Cambridge Analytica. Oggi, le azioni di Facebook hanno perso fino al 5,7 per cento del loro valore, fino a un minimo di 150,36 dollari, alla conferma dell’inchiesta aperta dalla Ftc. La perdita dal 1 febbraio, quando il titolo del social network chiuse a un massimo record di 193,09 dollari, è del 22,1 per cento.

Intanto la Procura di Roma ha delegato la polizia Postale nelle indagini in merito all’uso di dati sensibili degli utenti a fini elettorali da parte di Facebook o da società terze legate al social network, per accertare se siano stati commessi eventuali reati in Italia. Il fascicolo resta senza indagati e ipotesi di reato.

Dopo la decisione della Procura di Roma, il Codacons ha deciso di coinvolgere anche l’Antitrust. “Presenteremo oggi stesso un formale esposto all’Autorità per la concorrenza, chiedendo di aprire un procedimento volto a verificare eventuali pratiche commerciali scorrette da parte dell’azienda nell’utilizzo dei dati degli utenti italiani del social network” ha spiegato il presidente Carlo Rienzi.

Coppe europee, si cambia

cms_8794/juve_real_afp1.jpgCon le competizioni Uefa che a partire dalla prossima stagione entrano in un nuovo ciclo di tre anni, diversi cambiamenti sono stati annunciati come parte della loro evoluzione. Dopo la riunione di febbraio a Bratislava del Comitato Esecutivo Uefa e le decisioni prese dai legislatori del calcio, l’International Football Association Board (IFAB), il 3 marzo a Zurigo, sono state confermate ulteriori modifiche in relazione ai nuovi regolamenti delle competizioni per club che entrano in vigore a partire dal 2018/19. Queste modifiche, che verranno applicate sia alla Uefa Champions League che alla Uefa Europa League e Uefa Super Cup, includono i seguenti punti: dalla stagione 2018/19, potrà essere effettuata una quarta sostituzione nelle partite a eliminazione diretta esclusivamente nei supplementari. Questa modifica non influenzerà le altre tre sostituzioni.

Inoltre eccezionalmente per la finale di Champions League, Europa League e Super Cup, 23 giocatori (invece dei 18 di tutte le altre partite) potranno essere scritti sul foglio di gara. Questo permetterà di avere a disposizione 12 sostituti in panchina (invece dei classici sette) per queste finali – dando così ai club e in particolare agli allenatori una maggiore flessibilità sui sostituti, facilitando la gestione della squadra per la partita più importante della stagione.

Nuovi orari d’inizio delle partite di Champions League e Europa League: gli spareggi di Uefa Champions League, le partite della fase a gironi, gli ottavi di finale, i quarti, semifinali e finale, inizieranno alle 21:00. Tuttavia, durante ciascuna giornata della fase a gironi, due delle partite di martedì e due di mercoledì inizieranno alle 18:55. Tutte le partite dell’ultima giornata invece si giocheranno in contemporanea. Eventuali eccezioni a questa regola potranno essere effettuate dall’amministrazione della Uefa.

Le partite dell’Europa League, dalla fase a gironi agli ottavi di finale, si giocheranno alle 18.55 e alle 21.00. Gli orari d’inizio verranno decisi in base al sorteggio. In linea di principio, nell’ultima giornata le partite di ciascun girone verranno disputate in contemporanea. Quarti di finale, semifinale e finale inizieranno alle 21:00. Eventuali eccezioni potranno essere effettuate dall’amministrazione della Uefa.

Per quanto riguarda la registrazione dei giocatori dopo la fase a gironi di Champions League ed Europa League, un singolo club potrà registrare tre nuovi calciatori idonei senza alcuna restrizione. Questa modifica è in linea con la situazione normativa esistente nei vari campionati nazionali, che non impone restrizioni sull’ammissibilità alle competizioni di giocatori registrati da un nuovo club durante la finestra di mercato invernale.

Come già accadeva in Champions League, a partire dalla stagione 2018/19, le squadre che hanno vinto l’Europa League (o la vecchia Coppa UEFA) per tre volte consecutive o per un minimo di cinque volte, possono indossare un Distintivo dei Plurivincitori sulla manica della maglia. L’unica squadra che la prossima stagione potrà indossare questo stemma sarà il Siviglia FC, che ha vinto la competizione cinque volte (2006, 2007, 2014, 2015, 2016).

Autore:

Data:

27 Marzo 2018