Traduci

La Cassazione: fare la pipì in strada non è reato se………..

Il Gazzettino ha scritto a proposito del caso di un Signore di 55 anni sorpreso mentre, per la pubblica via, espletava apertamente le sue funzioni fisiologiche (mentre faceva la pipì). Il fatto naturale è accaduto in località Lamon, provincia di Belluno. L’uomo, la cui identità è rimasta sconosciuta, sorpreso in fraganza, era stato immediatamente sanzionato con il pagamento di 200 (Duecento) euro di multa. Ovviamente, la questione ha avuto conseguenze legali fino ad approdare in Cassazione che, con sentenza molto vicina ad un giudizio salomonico, ha ritenuto opportuno intervenire con provvedimento di cancellazione della sanzione. Nella sentenza, in evidenza, si legge che: ”Fare la pipì in strada non è reato se è impellente e se, contestualmente, nelle immediate vicinanze non v’è nessun altro luogo adatto ad espletare le funzioni fisiologiche impellenti” (del tipo bagno pubblico, un bar, un ristorante o un altro pubblico esercizio equiparabile ai precedenti).

Data:

1 Giugno 2014