Traduci

LA FRANCIA È IN FIAMME!

cms_29795/0.jpgCaos totale. In Francia, il clima sta diventando incandescente. La polizia di Parigi ha registrato diverse accuse contro i manifestanti, arrestando 81 persone nell’area di Place d’Italie. La mobilitazione ha portato anche a sette arresti a Lione e migliaia di manifestanti nelle strade di diverse altre città francesi. Gli indici di gradimento del presidente Emmanuel Macron sono crollati nonostante la regione parigina abbia vietato oggi i raduni in Place de la Concorde e sugli Champs-Elysées dopo tre notti di proteste. L’indice è crollato al 28% a marzo scorso: trattasi del livello più basso dalla crisi dei “gilet gialli” nel 2019. È stata la quarta notte di tensione nella capitale dopo l’annuncio di giovedì secondo cui Elisabeth Borne avrebbe utilizzato una clausola costituzionale che consentiva l’approvazione del testo senza votazione, salvo mozione di censura. I bidoni della spazzatura sono stati dati alle fiamme e i cartelloni pubblicitari e le finestre delle pensiline degli autobus sono stati presi di mira.

cms_29795/foto_1.jpg

È stata anche ipotizzata una caduta del governo a causa di tutte queste proteste, ma gli esperti si sono già prodigati nello smentire uno scenario così radicale. Intorno alle 20:00 è intervenuta la polizia, in particolare con le Brigades de repression de l’action violente motorisees (BRAV-M), usando gas lacrimogeni. Il suono dei cannoni ad acqua ha disperso la maggior parte dei manifestanti poco dopo le 21:30. Le manifestazioni in Place de la Concorde sono state segnate dagli eventi delle due notti precedenti. Al calar della notte di ieri, centinaia di persone si sono scontrate con la polizia in piccoli gruppi e hanno lanciato oggetti. La polizia ha condotto numerose perquisizioni sui passanti, controllando le generalità e allontanandole dai luoghi della protesta. Secondo fonti della polizia, almeno dieci persone sono state arrestate in Place de la Concorde.

cms_29795/foto_2.jpeg

Tensioni e scontri con la polizia si sono verificati nel pomeriggio anche in altre città transalpine, tra cui Nantes e Brest. Tra 6.000 e 15.000 e tra 5.000 e 6.000 persone sono scese rispettivamente in piazza nelle due città bretoni. A Nantes i manifestanti hanno lanciato bottiglie contro la polizia, secondo un fotografo dell’AFP. Quattro manifestanti sono stati arrestati. A Brest, invece, le forze dell’ordine hanno risposto usando gas lacrimogeni contro un gruppo di persone radunate nella zona. Per Elon Musk, il “patron” di Tesla e Twitter, alzare l’età pensionabile in Francia “ha senso” perché le persone nel paese vanno in pensione prima. “Macron sta facendo una cosa difficile, ma giusta, è impossibile per un piccolo numero di salariati sostenere un grande numero di pensionati”, ha aggiunto il miliardario statunitense.

Data:

19 Marzo 2023