Traduci

LA GERMANIA ARRIVA PRIMA NELLA CORSA ALL’INDIPENDENZA DAL PETROLIO RUSSO

Nuove tragedie, nuove necessità. Lo scoppio della guerra in Ucraina e le conseguenti sanzioni imposte a Mosca hanno portato gli stati europei all’urgenza di dover ricorrere sempre meno alle importazioni di gas dalla Russia. Ad oggi, però, le varie entità nazionali dell’unione sembrano muoversi a velocità differenti.

cms_25355/Foto_1.jpeg

A battere tutti sul tempo potrebbe essere Berlino, stando a quanto dichiarato dal ministero all’Economia tedesco guidato dal verde Robert Habeck: quest’ultimo avrebbe riferito che la Germania sarà in grado di dimezzare l’acquisto di petrolio russo già entro l’estate, puntando alla quasi totale autonomia già entro la fine del 2022. Anche la dipendenza da carbone calerà nelle prossime settimane dal 50% al 25%, azzerandosi forse nel prossimo autunno. Una corsa all’indipendenza che procede “a grande velocità”, insomma, come osservato con fierezza dalle istituzioni tedesche. “Le aziende stanno facendo scadere i contratti con i fornitori russi per passare progressivamente ad altri fornitori, e tutto questo accade ad una velocità incredibile” ha evidenziato Habeck.

cms_25355/Foto_2.jpg

D’altro canto, tuttavia, il ministro ha subito frenato le voci su un possibile embargo completo alle importazioni energetiche russe: “È troppo presto, le conseguenze economiche e sociali sarebbe troppo pesanti, e poi già adesso ogni contratto che finisce danneggia il presidente russo Vladimir Putin”. Come l’Italia, anche la Germania sta cercando di stringere nuovi accordi per il petrolio con gli Emirati Arabi Uniti e il Qatar, ma le tempistiche in questo senso sono piuttosto lunghe per poter azzardare un embargo sul fronte orientale, che non colpirebbe solo la Russia bensì anche la stessa popolazione europea. “Stiamo procedendo in modo deciso ma anche equilibrato – ha assicurato Habeck –la Germania ha già raggiunto tappe molto importanti per arrivare a liberarci dalla morsa delle importazioni dalla Russia”.

Autore:

Data:

26 Marzo 2022