Traduci

LA GUERRA IN UCRAINA INFLUENZA LE DECISIONI DELLA CINA SULL’INVASIONE DI TAIWAN

Durante l’Aspen Security Forum, il direttore della Central Intelligence Agency Bill Burns ha minimizzato le azioni del presidente cinese Xi Jinping, il quale sembra determinato a prendere il controllo di Taiwan.

Burns ha precisato che i rischi di un intervento cinese a Taiwan entro la fine dell’anno sono bassi, anche se gli stessi sembrano aumentare con il passare del decennio.

cms_26873/Foto_1.jpg

Il leader cinese sta lavorando per assicurarsi che l’Esercito Popolare di Liberazione abbia le capacità necessarie per una riuscita invasione dell’isola democratica situata a circa 100 miglia al largo della costa cinese, studiando attentamente le mosse dei militari russi in Ucraina prima di agire.

Tuttavia, le lezioni della Russia stanno influenzando i calcoli della Cina su come e quando potrebbe decidere di invadere Taiwan, la cui acquisizione è divenuta, dalla sua salita al potere nel 2013, una priorità nazionale e un punto focale dell’accumulo militare su larga scala dell’EPL da parte del presidente Xi Jinping.

Secondo il direttore della CIA, la potenza cinese sembra alquanto “instabile” quando, guardando alla Russia e i cinque mesi di guerra ancora in corso, vede soltanto un vero e proprio fallimento strategico invece di un successo nel rovesciare il governo di Kiev entro una settimana come il presidente Vladimir Putin aveva sperato.

La lezione che la Cina sembra aver appreso osservando la questione dell’Ucraina è che “non si ottengono vittorie rapide e decisive con una forza deludente” ed anche che bisogna “controllare lo spazio informativo” e “fare tutto il possibile per puntellare la propria economia contro potenziali sanzioni.

cms_26873/Foto_2.jpg

Gli Stati Uniti sono preoccupati per l’aumento della pressione militare esercitata da Pechino negli ultimi anni nei confronti di Taiwan. La Cina considera l’isola, attualmente una democrazia, come parte del suo territorio.

Bill Burns, in linea con le precedenti valutazioni degli Stati Uniti, ha ribadito che non si crede che Pechino stia offrendo sostegno militare alla Russia nonostante il sostegno retorico, in quanto è vero che il governo cinese ha intensificato gli acquisti di energia russa, ma rimane attento a non incorrere in sanzioni occidentali.

Data:

22 Luglio 2022