Traduci

LA LAZIO SUPERA L’INTER AI CALCI DI RIGORE E VA IN SEMIFINALE

Dopo Fiorentina – Atalanta sarà Milan – Lazio l’altra semifinale che si disputerà il prossimo 27 febbraio. I biancocelesti, infatti, nell’ultimo quarto di finale di Coppa Italia si sono qualificati superando l’Inter per 5-4 dopo i calci di rigore. Con questo successo la Lazio guadagna la terza semifinale consecutiva in Coppa Italia, mentre per l’Inter si tratta della la quinta eliminazione dai quarti di finale di Coppa Italia nelle ultime 7 edizioni.

LA PARTITA

Spalletti con il 4-3-3 schiera: Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini, Brozovic, Candreva; Politano, Icardi, Joao Mario.

Inzaghi, invece, con il consueto 3-5-2 manda in campo: Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

Un primo tempo abbastanza noioso e avaro di emozioni tra due squadre che badano soprattutto a non scoprirsi. La prima e unica vera occasione del primo tempo è dei biancocelesti, ma Immobile (30’) trova l’opposizione di un grande Handanovic. L’Inter fa fatica a costruire gioco e così è la Lazio a provarci di più e con maggiore insistenza per quasi tutta la prima frazione di gioco. Nella ripresa, ancora un ottimo Handanovic nega il gol a Luis Alberto (51’) e a Milinkovic Savic (57’). L’Inter, però, accenna ad una reazione e così va vicino al gol con Joao Mario (60’) dalla distanza e, sulla successiva ribattuta del portiere, con Candreva che si divora un gol a porta vuota.

cms_11672/2_immobile-milinkovic-savic.jpgRisponde subito la Lazio con Immobile (61’), ma si oppone ancora il numero uno nerazzurro. Per l’Inter, invece, ci prova anche Vecino (75’) di testa, ma per la Lazio è solo spavento. Sul finire di gara, però, è ancora Handanovic a salvare l’Inter con un paio di interventi strepitosi su Caicedo (88’) e Immobile (89’). L’ultima incredibile doppia occasione, tuttavia, è per l’Inter. Politano (93’) da solo davanti alla porta si fa deviare la sfera da Strakosha e sulla ribattuta sbaglia Martinez a porta vuota. Al termine dei novanta minuti e dopo un primo tempo supplementare senza acuti arriva il vantaggio laziale con Immobile (108’, s.t.s.). Sembra finita, ma con orgoglio l’Inter trova il pareggio in zona Cesarini con Icardi (122’, su c.d.r.).

Non c’è più tempo per giocare e così si passa ai calci di rigore dove la Lazio supera i nerazzurri per 4-3.

COMMENTO

Una sfida infinita terminata ai calci di rigore. Vince meritatamente la Lazio soprattutto per quanto visto nell’arco dei 120 minuti. I biancocelesti hanno creato di più e hanno provato a fare la partita sin dall’inizio rendendosi più pericolosi. L’Inter, invece, non è mai entrata in partita nel primo tempo. Senza idee in mezzo al campo, lenta nella manovra, prevedibile e in balia della squadra biancoceleste non ha mai tirato nello specchio della porta. Sicuramente meglio dalla ripresa in poi dove ha ribattuto colpo su colpo. La partita, in generale, è decollata nella ripresa dove ci sono state clamorose occasioni da una parte e dall’altra ed è stata avvincente e ricca di emozioni fino alla fine dei calci di rigore. Per la Lazio, dunque, continua il sogno mentre per l’Inter ancora un’altra delusione.

(Foto da: Lega serie A – Si ringrazia )

Autore:

Data:

1 Febbraio 2019