Traduci

LA SCUOLA SECONDARIA “ C. COLOMBO” DI TARANTO: COME DIALOGARE CON L’EUROPA E CON IL MONDO

Non c’è dubbio: laddove la gestione di una scuola si arricchisce di sempre nuove opportunità connesse all’innovazione che dilaga ormai in ogni campo del sapere, non può che produrre risultati eccellenti. Lo hanno dimostrato gli alunni premiati con borsa di studio lo scorso 1 dicembre 2016 presso l’Hotel Mercure (Delfino) di Taranto. Questa eccellenza nasce e si sviluppa grazie a tanti bravi docenti e alla guida di un preside che, cosa non comune, assomma in sé diverse esperienze culturali, come la sua numerosa produzione letteraria dimostra.

cms_5110/2.jpgIl prof. Massimo Romandini , attuale preside della scuola Colombo, è infatti, un pubblicista, uno scrittore, un saggista e un documentarista con una prevalente inclinazione verso la ricerca storica

sull’Africa Orientale Italiana e l’Etiopistica-Egittologia. Ha peraltro insegnato nelle scuole italiane dell’Eritrea e dell’Etiopia per sei anni. Ha scritto recensioni, racconti, saggi ed è membro di diverse associazioni di livello internazionale alcune delle quali a carattere scientifico, storico, didattico. D’altra parte il ricco curriculum del preside Romandini (www.massimoromandini.it) non può che produrre ‘Buona Scuola’ per dirla con Renzi. Aggiungiamoci tante belle individualità e il discorso diventa completo. La cerimonia di consegna delle borse di studio, organizzata a cadenza annuale da che il preside istituì sette anni fa il premio per gli studenti che si fossero distinti con una votazione di 10 e 10 e lode, dedicandolo ad un alunno della Sua scuola, Cosimo Palagiano, prematuramente scomparso, ha avuto luogo alla presenza di genitori e autorità locali in un clima di distesa partecipazione delle famiglie, le quali hanno potuto condividere, con i loro ragazzi, gratificazione e orgoglio per il premio conquistato grazie al loro perseverante impegno nel lungo triennio di studio.

cms_5110/3.jpg Accoglienza alla Colombo

Non si può dunque negare che i tempi di una scuola severa e distante siano ormai lontani e che le relazioni tra alunni, docenti e famiglie, alimentate da continue attività culturali extrascolastiche quali la musica, il teatro, la danza, praticate all’interno della COLOMBO, rendano la frequenza mattutina ancor più entusiasmante, poiché la classe assume sempre più l’aspetto di un luogo di incontro ove confrontarsi con le diverse innovazioni didattiche che docenti impegnati e consapevoli del cambiamento mettono giornalmente in atto nell’insegnamento delle loro discipline.

I docenti della scuola utilizzano, laddove è necessario, innovative attrezzature didattiche di supporto come l’uso di computer e di laboratori specifici ove sperimentare, con il costante ausilio dell’insegnante, nuove opportunità di studio interdisciplinare, e talvolta, transdisciplinare secondo la metodologia didattica del fisico rumeno Basarab Nicolescu; un metodo rivoluzionario che supera i limiti spesso imposti da una didattica restrittiva per andare oltre, secondo la personale percezione e inclinazione dell’alunno che, spinto dalla curiosità intellettuale e dalle sue capacità intellettive, ricerca un orizzonte culturale più ampio dove gli approfondimenti personali in qualche maniera si rivelano poi connessi alle tematiche presenti nella stessa disciplina di studio.

cms_5110/5.jpg laboratorio linguistico

Una scuola ben consolidata, dunque, quella della secondaria di 1° grado Colombo che, in linea con gli obiettivi dell’Unione Europea, ricerca sviluppo e qualità nell’Istruzione scolastica.

Da un colloquio con il preside Romandini è emerso infatti che la scuola non solo è ricca di laboratori didattici specifici quali il laboratorio scientifico, linguistico, musicale, informatico, artistico, ma è anche sede di esami per gli attestati della frequenza ai corsi di lingua inglese del Trinity College e per le certificazioni AICA ed EIPASS (Patente Europa del Computer – ECDL).

cms_5110/6.jpg

Con la nota perseveranza del personale della Colombo, la scuola potrà accedere al Programma Operativo Nazionale (PON) FSE , il cui obiettivo è appunto lo sviluppo del sistema di istruzione e formazione delle regioni del Mezzogiorno, tra cui la Puglia per il conseguimento delle competenze base e dei traguardi di Lisbona 2020.

cms_5110/7.jpg laboratorio scientifico

Per una maggiore integrazione europea degli alunni, futuri cittadini di una Europa sempre più vicina, la scuola partecipa attivamente ai programmi di scambio tra scuole europee, previsti dal Progetto transnazionale europeo ‘Erasmus’.

cms_5110/8.jpgLa formazione, la maturazione e l’acquisizione di competenze specifiche da parte dei ragazzi della scuola Colombo nel nuovo millennio, condotte da un corpo docente di ottimo livello, non escludono il dialogo con il mondo produttivo, le associazioni, gli enti e lo stesso web; tutto questo affinché gli alunni, sempre più immersi nel mondo digitale e virtuale di oggi, non perdano i contatti con quel mondo esterno che rappresenta una risorsa, ma anche un legame tra apprendimento scolastico e apprendimento extrascolastico.Gli alunni della Colombo, come il grande esploratore da cui la scuola prende nome, navigano nel mondo del sapere attivando anche abilità e conoscenze già in loro possesso per svilupparne altre nuove. Con l’autonomia scolastica ormai sancita e regolamentata da una normativa ben precisa, la scuola Colombo si avvale anche di una progettazione di tipo curricolare che guarda lontano. Progettare Curricoli anziché applicare Programmi, significa organizzare ambienti di apprendimento flessibili e aperti ad esperienze e linguaggi diversi da quelli scolastici; cosa possibile proprio grazie ad una apertura verso l’esterno, verso il mondo produttivo del lavoro, verso il mondo affettivo delle famiglie, verso il mondo della nuova tecnologia … , mondi spesso ignorati in altre realtà scolastiche. In tal modo anche il sapere acquisito in modo informale riesce a maturare competenze che gli stessi alunni spenderanno poi nella vita dove la pratica e la conoscenza diventano una sola cosa.

Data:

13 Dicembre 2016