Traduci

LA SQUISITEZZA DEL PERUGINO

cms_20928/1.jpg

Madonna con Bambino e due angeli e Santi Rosa e Caterina

Pietro di Cristoforo Vannucci (detto il Perugino) o allievi

Olio su pioppo (1490-1495) – 148 cm (58,2 pollici) x 148 cm (58,2 pollici) – Louvre

Fonte Wikimedia commons

Pietro di Cristoforo Vannucci, noto come “Il Perugino”(soprannome derivante dalla toponomastica della zona in cui operò, l’Umbria) rimane, uno dei miei artisti preferiti di ogni tempo nel Canone occidentale

La sua influenza si sente anche nelle opere di Raffaello e Lo Spagna(oltre che in quelle di altri). Che dire di questa eredità?

La sublimità assolutamente squisita dei ritratti della Vergine e dei Santi del Perugino è sorprendente.

Allora, che cos’è che rende i volti femminili del Perugino (e alcuni volti maschili atti ad inalveare il tema) così raffinati e belli?

Ebbene, hanno queste caratteristiche: l’autore preferisce raffigurarli con facce rotonde, guance rosate con zigomi alti, occhi dolci e morbidi che sono sempre pieni di desiderio, di struggimento (Sehnsucht) uno sfumato raffinato, grandi capelli, sopracciglia alte, nasi perfetti , e poi quelle labbra!

Riconosciamo questa bella figura di donna come Santa Caterina, dal libro simbolo della sua saggezza e dal ramo di palma, simbolo del suo,martirio.

Se i modelli per queste opere fossero state persone reali o se l’autore avesse voluto rappresentare soltanto una bellezza idealizzata rimane una delle numerose dissertazioni in corso sugli studi accademici del Rinascimento.

cms_20928/2v.jpgÈ un dettaglio di Santa Caterina di Alessandria (da un tondo probabilmente realizzato all’inizio dell’anno 1490.

Alcuni studiosi affermano che la modella prescelta per raffigurare le Madonne e i Santi del Perugino fosse Chiara Fancelli. Se è così, doveva davvero essere una donna di bellezza straordinaria.

Gli studiosi del Louvre hanno inoltre ipotizzato che questa opera non sia dello stesso Perugino ma piuttosto di uno dei suoi talentuosi allievi.

Trovo difficile accettare questa ipotesi, ma poi, ripeto, poiché gli allievi del Perugino, Botticelli e Leonardo erano tra i migliori della loro generazione, può essere vero.

Naturalmente, sappiamo che molti di questi lavori furono commissionati e molti di questi dipinti potrebbero essere stati realizzati da allievi tranne le parti più delicate del viso, della mano e della posizione eseguite dagli stessi Maestri.

In ogni caso, guardate questa bellezza e sorridete!

Dettaglio dell’opera: Santa Caterina di Alessandria. La realizzazione risale agli inizi del 1490. Alcuni dicono che sia Santa Rosa, ma ci sono abbastanza attributi per poter affermare che sia Santa Caterina di Alessandria.

cms_20928/bandiera_inglese.jpgTHE EXQUISITENESS OF PERUGINO:Santa Caterina in the Louvre Tondo

Pietro Perugino remains one of my all-time favorite painters in the western Canon.

Born Pietro Vannucci (c 1446-1523), his nickname “ il Perugino” was a toponym, from the area in Umbria which he worked.

Perugino trained Raffaello and Lo Spagna, inter alios. How’s that for legacy!

So, what is it about Perugino’s female faces (and some male faces which channel them btw) that make them so refined and beautiful?

Well, they are of a kind: he prefers to depict them with round faces, roseate cheeks with high cheek bones, sweet soft eyes that are always full of yearning, longing, Sehnsucht, a refined sfumato, great hair, high eyebrows, perfect noses, e poi quelle labbra !

We recognize this beautiful woman as Santa Caterina from her attributes, which serve as metaphors: the book for her wisdom and the palm branch for her martyrdom.

Whether the models for these works were real people or represented an idealized beauty remains one if several ongoing discussions on Rinascimento scholarshi

Some scholars state that the model for Perugino’s Madonnas and Saints was Chiara Fancelli. If so, she was an extraordinary beauty.

Further, the scholars at the Louvre have posited that this work is not by Perugino himself but rather, by one of Perugino’s talented allievi.

I find that hard to accept, but then again, the allievi of Perugino, and Botticelli and Leonardo, were among the best of their generation and so perhaps true.

Of course, we know that many of these works were commissioned and much of these paintings may have been done by allievi with the fine points of face, hand and position done by the Maestri themselves.

In any event, gaze upon this beauty and smile.

It is a detail of Santa Caterina (some say Santa Rosa) from a Tondo that was likely crafted in the early 1490s. Detail of Saint Catherine of Alexandria

(traduzione dall’inglese di Maria Casalanguida, con l’ approvazione dell’autore)

Autore:

Data:

11 Febbraio 2021