Traduci

L’AMERICA REVOCA A CIPRO L’EMBARGO SULLE ARMI

L’amministrazione Biden ha annunciato la decisione di togliere l’embargo sulle armi al governo greco-cipriota per il prossimo anno fiscale. Questo lodevole passo riconosce i progressi di Nicosia legati alle riforme finanziarie, tralasciando le chiamate portuali della marina russa.

cms_27630/CIPRO_Bandiera.jpgSecondo l’annuncio del Dipartimento di Stato, la Repubblica di Cipro ha soddisfatto le condizioni necessarie ai sensi della legislazione pertinente per consentire l’approvazione di esportazioni, riesportazioni e trasferimenti di articoli di difesa alla Repubblica di Cipro per l’anno fiscale 2023. Tali condizioni includono la cooperazione continua in materia di rafforzamento delle norme antiriciclaggio e di vigilanza regolamentare finanziaria e l’impegno a negare alle navi militari russe l’accesso ai porti per il rifornimento e il servizio. Cipro dovrà quindi continuare a dimostrare progressi, in quanto la certificazione viene richiesta annualmente.

L’embargo sulle armi aveva lo scopo di impedire l’accumulo di armi sull’isola e di spingere i paesi a raggiungere un accordo attraverso la diplomazia. Fu originariamente emanato nel 1987 nel tentativo di giungere a una soluzione di negoziazione riguardo un conflitto che coinvolgesse Cipro, la Turchia e la Grecia.

In realtà, l’embargo è riuscito solo ad impedire a Cipro di acquistare armi statunitensi, mentre Ankara ha fornito armi al nord dell’isola occupata dai turchi. Con poche opzioni, Cipro ha scelto di procurarsi armi da altri paesi come la Russia, come tendono a fare i governi quando non possono acquisire armi americane.

cms_27630/Foto_1.jpg

Tuttavia, il raggiungimento un compromesso tra Grecia e Turchia oggi sembra ancora molto lontano, in quanto i due governi dell’isola gareggiano per la contesa del Mediterraneo orientale tra Ankara e Atene.

La revoca dell’embargo sulle armi a Cipro è stata la mossa giusta. In effetti, era attesa da tempo. Cipro è un attore importante nel Mediterraneo orientale. La regione ha un’importanza strategica, grazie ai recenti ritrovamenti energetici, per non parlare dei progressi cinesi e russi.

Favorire Cipro farà avanzare gli interessi di Washington e promuovere la sicurezza regionale. Con un po’ di visione e di diplomazia, potrebbe anche aiutare l’Ucraina a respingere l’invasione di Putin.

Data:

24 Settembre 2022