Traduci

LE CARATTERISTICHE DELLE FESTIVITA’ NATALIZIE

Sono arrivate le tante attese festività natalizie, che portano gioia e felicità, in cui ci si ritrova con i propri familiari e si condividono dei bei momenti; è molto importante affrontarlo con empatia.

cms_32859/1.jpg

Bisogna ribadire che le festività Natalizie trasformano il nostro cervello, aumenta il rilascio di dopamina, che invoglia gli individui a ricercare degli stimoli piacevoli, mentre la serotonina amplifica i sentimenti di appartenenza e di cura verso ciò che ha importanza per noi.

La prima celebrazione del Natale documentata fu a Roma nel IV secolo.

È il periodo dei doni, sappiamo che scambiarsi i regali di Natale, che è un gesto di generosità e amore, non è solo un’abitudine ormai consolidata, ma comprende anche un insieme di significati psicologici.

Il termine dono deriva dal latino “donum” e richiama il gesto di dare all’altro gratuitamente e in maniera disinteressata.

Il National Institute of Health ha affermato, tramite le proprie ricerche, che le festività natalizie rappresentano per molte persone un periodo dell’anno ad alto rischio di depressione; per tale motivo è stata studiato il Christmas Blues, ovvero quella forma di stato d’animo depressivo che molte persone vivono, proprio, nel periodo natalizio.

Difatti per alcune persone può essere un periodo fortemente stressante ed emotivamente affaticante, in special modo per chi ha perso una persona cara e devono sforzarsi per non subire, psicologicamente, e quindi patire le feste.

cms_32859/2_1703137852.jpg

Il Natale ha un significato psicologico profondo, in quanto rappresenta un grade momento di condivisione, di amore e di rinascita personale. Può essere anche un momento di riflessione sulle nostre emozioni, le nostre paure e le nostre speranze, da poter condividere con le persone che si amano.

La tradizione di scambiarsi i regali a Natale, che scalda i cuori, nasce dalla tradizione religiosa di questa festività. Il gesto di portare un regalo ad una persona cara rimanda sicuramente alla vicenda dei Re Magi i quali, in visita a Gesù bambino, portarono in dono oro, incenso e mirra per celebrarne la nascita. Verso la fine del Medioevo si incominciò a fare regali ai fanciulli in occasione della ricorrenza natalizia in quanto si ricordassero con gioia della nascita di Cristo. Per quel che concerne la tradizione popolare in America, i primi coloni olandesi diedero vita allo scambio dei doni tramite la figura storica di Sinterklaas, ovvero San Nicola.

cms_32859/3.jpg

Attualmente lo scambio dei doni pare abbia la caratteristica di rafforzare i legami sociali.

Ma sono rimaste delle usanze ancor oggi, quali l’accendere le lucine e le luci dell’albero, un tempo erano candele, e del presepe, giocare a tombola, celebrare la festa con tutti i familiari, recarsi in Chiesa.

Data:

21 Dicembre 2023