Traduci

Le migliori 10 città al mondo per aprire una startup

Questa particolare classifica nasce da un’indagine condotta dal motore di ricerca per alloggi ed appartamenti Nestpick. Per ogni città vengono valutati una serie di fattori fondamentali per capire dove è meglio nel mondo mettere su la propria startup di successo. La speciale classifica tiene conto di una vasta gamma di parametri. La qualità della vita, il costo dei servizi, il livello salariale, il sistema di tassazione fino al sistema sanitario e al livello di sicurezza. Sono tutti elementi fondamentali per trovare la città a misura di startup. Dalla combinazione di tutti questi fattori a svettare è Singapore, seguita da Helsinki e San Francisco. Ognuna di queste 3 città ha punti di forza e di debolezza differenti.
cms_6974/2.jpgLa città californiana, patria delle maggiori startup del settore informatico-tecnologico spicca in classifica con un punteggio di 5/5 per il livello dei salari ma tra le città Top Ten ha un punteggio molto basso per i costi che sono molto alti. Singapore è al primo posto per la qualità della sanità e per la sicurezza.

cms_6974/3.jpgHelsinki presenta punteggi molto alti per qualità della vita e livello di protezione sociale. Nella speciale classifica L’Europa ha un posizionamento davvero buono con ben 5 città nella top ten. Dopo il podio seguono infatti Berlino, Stoccolma, Tel Aviv, Zurigo, Seul, Amburgo e Toronto. La capitale sudcoreana, unica asiatica a parte Singapore in classifica, vanta un’eccellente qualità della vita (punteggio di 4.01/5) mentre la città svizzera stacca nettamente i rivali in termini di combinazione tra carico fiscale e benefici sociali, dalla qualità degli ospedali al numero di giorni di vacanze all’anno (punteggio di 4.01/5). Per le città italiane invece il risultato è molto magro malgrado il buon risultato delle altre Città Europee. Milano in questa speciale classifica si piazza al 48esimo posto come prima delle città italiane. Queste particolari classifiche sono degli spunti d’analisi importanti che vanno considerati molto prima di decidere di metter su una startup. Nel caso concreto si evidenzia che l’idea imprenditoriale presa singolarmente seppur ottima può contare molto poco se poi non viene realizzata nell’ambiente giusto. Si rischia di non “decollare” col proprio progetto imprenditoriale perché il livello di sicurezza è molto basso oppure perché il livello dei salari incide molto sui costi aziendali oppure ancora perché la criminalità diffusa può bloccare l’ingresso di nuovi investitori. In definitiva, il link idea /ambiente va sempre studiato e interpretato d’insieme per capire meglio se una startup può davvero competere sul mercato globale ed avere successo.

Data:

17 Agosto 2017