Traduci

LE PAROLE DEL CUORE: FUORI CALMA PIATTA, DENTRO MARE IN TEMPESTA

Esistono minuti che paiono ore perché la bocca improvvisamente si ammutolisce. Le arcate dentali si chiudono formando un incastro perfetto, la lingua è immobile e le labbra sembrano incollate tra di loro. Mentre il corpo tace, il cuore parla. Ama fare discorsi lunghissimi e interminabili. Spesso si cimenta in complesse conversazioni con il cervello. Questa testa che la vuole avere vinta in ogni caso. Non si arrende eh! Vuol mettersi in mezzo e tagliare il traguardo. Il cuore cerca di capire meglio, senza giungere frettolosamente ad un punto. Lui chiacchiera.

cms_2549/images.jpg

Al contrario quante volte le persone tengono per sé qualcosa che vorrebbero urlare a gran voce? Quando c’è di mezzo il sentimento, la parola non presenta più una semplice linearità. Si scontra con un pensiero complicato, anch’esso intento a lottare contro la gelida razionalità della testa. Tutto diventa un garbuglio di cose non dette o pronunciate in maniera sbagliata. Nascono fraintendimenti e problemi. I rapporti finiscono, si complicano o inaridiscono a causa dell’incapacità di comunicare all’altro ciò che si prova nella profondità dell’animo. Ed è così che si arriva al nodo della questione.

cms_2549/capire_se_stessi.jpg

Come si può essere bravi comunicatori delle proprie emozioni, se non si è in grado di capire se stessi? In primis, è necessario conoscere esattamente quello che si desidera. Si può pensare di volere ardentemente qualcosa e poi accorgersi che non è ciò a cui effettivamente si ambisce. E’ successo a tutti, ad esempio, di voler stare ad ogni costo con una determinata persona solo per puntiglio o per fissa e rendersi conto solo dopo che non è quella giusta. Eppure il cuore parla. Dice che non è la scelta adatta. Lo ripete poiché è consapevole del fatto che forzare le situazioni significa imbattersi in una strada pericolosa. Però la persona non sta mica a sentirlo. Incurante delle sue urla disperate, procede nel suo intento. Allora comincia un uso disperato delle parole. Le usa per convincersi di essere soddisfatta/o e serena/o.

cms_2549/parole_del_cuore_chiusura.jpg

Le persone sono bravissime in questo. Impiegano uno sterminato numero di vocaboli per giustificare situazioni dolorose. Come vengono adoperate male queste parole. Nonostante siano il miglior mezzo comunicativo a disposizione dell’uomo, sono trattate in modo sterile e improduttivo. Talvolta invece, si fermano in gola. Stanno lì perché non si sa in che stile farle uscire fuori. Bruciano quanto il fuoco. Hanno le stesse fattezze di una forte scossa elettrica. Bisogna sapere che esistono parole invisibili e silenziose: le parole del cuore. Le più potenti. Sanno più degli altri, conoscono posti che non conosci ed emozioni che non pensi di provare. Per questo bisognerebbe ascoltarle. Sempre, con attenzione e in ogni luogo. Accade di vivere momenti che sembrano impronunciabili perché non si trovano parole per descriverli. Solo il cuore può aiutare a capire cosa vogliamo realmente.

Data:

5 Agosto 2015