Traduci

LE POSSIBILITÀ DI IMPEACHMENT PER JOE BIDEN

cms_31751/0.jpgNegli Stati Uniti, l’impeachment è un procedimento politico gravissimo che può essere avviato contro il Presidente della Repubblica in carica. Dopo quello all’ex presidente Donald Trump nel 2019, molte persone si sono chieste se anche il suo successore, Joe Biden, potesse essere soggetto a un procedimento simile. In questo articolo, ne esamineremo le possibilità, prendendo in considerazione vari aspetti legali e politici. Per comprendere le probabilità della massima condanna per il capo di stato (dato che gli precluderebbe a monte il secondo mandato e qualsivoglia altra carica politica), è essenziale capire i requisiti legali previsti dalla Costituzione degli Stati Uniti. Secondo l’Articolo II, Sezione 4, “il Presidente può essere rimosso dall’incarico in caso di reato grave e abuso di potere”. Questa definizione è piuttosto ampia e aperta all’interpretazione, ma richiede generalmente un consenso bipartisan per procedere. Non serve scomodare matematica e statistica per rendersi conto che per arrivare alla conclusione di perseguire gli intenti di condanna devono quasi allinearsi i pianeti: i due partiti statunitensi devono concordare su un qualcosa di tendenzialmente aleatorio e arbitrario. È più probabile che domani cambi il Papa, per intenderci.

cms_31751/Foto_1.jpg

Quali sono i precedenti? L’impeachment è stato un raro strumento utilizzato nella storia degli Stati Uniti, con soli tre presidenti precedentemente sottoposti a questo procedimento: Andrew Johnson nel 1868, Bill Clinton nel 1998 e Donald Trump nel 2019. In tutti e tre i casi, il Senato non ha condannato il presidente, evitando così la sua rimozione dall’incarico. Altrimenti non staremmo neanche parlando di possibilità di The Donald di riprendersi il tono d’America. Finora, il mandato di Joe Biden è stato segnato da questioni politiche divisive, tra cui gli strascichi della pandemia di COVID-19, le tensioni razziali e le politiche sull’immigrazione. Tuttavia, queste questioni non sembrano aver raggiunto il livello di “reato grave e abuso di potere” necessario per l’avvio del temuto procedimento. Inoltre, il controllo del Congresso è attualmente detenuto dai democratici, il che renderebbe estremamente difficile l’approvazione di un impeachment senza un sostegno significativo da parte dei membri del suo stesso partito. Figuriamoci, come accennato sopra, di quello rivale.

cms_31751/Foto_2.jpg

È importante notare che il procedimento di impeachment è essenzialmente un atto politico e non solo giuridico. Essi tendono ad essere guidati da motivazioni appunto politiche, e il suo dipende spesso dalla dinamica politica del momento. Mentre il presidente Biden ha affrontato numerose sfide e controversie durante il suo mandato, al momento sembrano esserci poche probabilità di un impeachment di successo. Il procedimento di impeachment richiede un alto grado di sostegno bipartisan e la presenza di gravi reati o abusi di potere. Fino a questo momento, non sono emerse prove che soddisfino questi requisiti in modo sufficiente da giustificare un procedere con il calare la Spada di Damocle. Tuttavia, la politica è imprevedibile e può cambiare rapidamente. Il futuro potrebbe portare nuove sfide o scandali che potrebbero influenzare il dibattito sull’impeachment. Nel frattempo, il governo Biden continua a gestire le priorità della nazione, mentre l’attenzione politica rimane concentrata su altre questioni di rilevanza nazionale e internazionale.

Data:

13 Settembre 2023