Traduci

“LE REGINE INGLESI”: L’ULTIMA ’PERLA’ FIRMATA RAFFAELLA RANISE

cms_32537/1.jpgRaffaella Ranise, la scrittrice delle donne.

Nata ad Imperia, laureata in giurisprudenza all’Università di Genova, ha collaborato alla cattedra di Diritto del Lavoro della stessa Università presso il polo imperiese.

Divenuta per me da relativamente breve tempo una carissima e stimatissima amica, mi racconta la sua storia.

La sua “avventura” da scrittrice è iniziata in seguito ad un lavoro universitario da realizzare in tandem con una collega. L’argomento riguardava la storia della legislazione femminile e dell’emancipazione.

Da quel momento Raffaella comprende quanto sia appassionante per lei raccontare vicende di donne.

cms_32537/2_1700717247.jpg

Nel 2013 viene così edito per Longanesi il libro “Rita Levi Montalcini: aggiungere vita ai giorni”. Con Raffaella collabora Giuseppina Tripodi collaboratrice, per quaranta anni, di Rita Levi Montalcini.

Il libro è attualmente in vendita in formato E book.

Esso contiene, tra l’altro, interviste rilasciate a Raffaella da importanti figure femminili attive in ogni ambito dell’espressione umana, tra cui l’astrofisica Margherita Hack e l’etoile della danza classica Carla Fracci.

Grazie a questa esperienza Raffaella si rende conto che proporre ai lettori storie e testimonianze in modo discorsivo, sintetico e divulgativo funziona.

Nasce così in lei un nuovo interesse, volto a raccontare la storia delle donne appartenute ad importanti dinastie.

Durante una visita al Museo della moda Daphnè di Sanremo, diretto dalle sorelle Barbara e Monica Borsotto, per una singolare contingenza e fatalità, decide di scrivere un libro dedicato ai Romanov. Nasce così “I Romanov Storia di una dinastia tra luci ed ombre” edito da Marsilio Editore.

cms_32537/3.jpg

Grazie al successo di questo libro, l’autrice decide di dar vita ad un nuovo, personale desiderio: scrivere sugli Asburgo.

Esce così, ad Aprile del 2022, dopo un lungo lavoro a causa della pandemia, “Gli Asburgo da Sissi a Zita”, edito ancora da Marsilio. Anch’esso fa registrare un bel successo di vendite.

cms_32537/4.jpg

Prima di pubblicare per Marsilio, Raffaella Ranise aveva comunque già raccontato storie di donne per altre case editrici. La sua passione è, infatti, quella di descrivere la fatica che da sempre ognuna di noi è costretta a profondere in qualsiasi settore voglia esprimersi, indipendentemente dalla sua estrazione sociale.

Di quel passato, Raffaella tiene a ricordare in particolare due pubblicazioni:

– “Le divine della Belle Epoque”, edito da ETS.

Si tratta di un agile libro scritto in seguito ad una richiesta di letture su alcuni personaggi femminili di fine 800.

– “Destinazione Ravensbruck” che è il libro che ha più nel cuore perché, a causa dell’argomento trattato, l’ha toccata profondamente. Il libro è stato scritto insieme a Donatella Alfonso e Laura Amoretti, per le edizioni All Around.

Qui si parla del più terribile campo di concentramento femminile della storia, con tutte le sue aberranti vicende.

La pubblicazione, molto richiesta, risale al 2020 e viene regolarmente commentata – con la presenza delle autrici – in particolare durante la giornata della memoria.

Ma la notizia importante è l’arrivo dell’ultima “creatura” di Raffaella. Il primo Dicembre, infatti, uscirà “Le regine inglesi – le magnifiche sovrane che hanno preceduto Elisabetta II “, edito anch’esso da Marsilio.

Nel libro si racconta delle dieci regine che hanno regnato prima di Elisabetta II, alcune molto note, altre poco conosciute e trascurate dai libri di storia. Spose giovanissime, madri, comunque donne che hanno dovuto prendere ardue decisioni di pace o di guerra.

Il libro attraversa le vicende della storia inglese, a partire dal dominio romano sulla Britannia, fino al regno della regina Vittoria, che segna l’apice dell’Impero. Il tutto secondo lo stile di Raffaella Ranise che dipinge – accanto alla storia ufficiale- il lato più umano ed intimo di queste donne.

Lo scritto è idealmente dedicato ad Elisabetta II, la più amata di sempre.

cms_32537/5.jpg

Un’ultima precisazione: le copertine della “trilogia” Romanov, Asburgo, Regine ritraggono dei foulard della Maison Daphnè. Il primo è stato realizzato ispirandosi ad una rosa che fu creata per i Romanov. Il secondo raffigura la violetta che era il fiore preferito di Elisabetta d’Austria. Il terzo, infine, è l’immagine del mughetto che era il fiore favorito della regina Vittoria.

Autore:

Data:

23 Novembre 2023