Headlines

Traduci

Libia, le forze di Haftar annunciano il cessate il fuoco (Altre News)

Libia, le forze di Haftar annunciano il cessate il fuoco

cms_15646/libia_militari_tagliata_afp.jpg

Le forze libiche leali al generale Khalifa Haftar hanno annunciato di accettare l’appello per il cessate il fuoco avanzato dalla Russia e dalla Turchia. E’ quanto riporta l’agenzia turca Anadolu. “Il generale comandante delle Forze armate arabe libiche ha dichiarato un cessate il fuoco e la fine delle operazioni militari a partire dalla mezzanotte del 12 gennaio purché l’altra parte si impegni al cessato il fuoco”, si legge nella dichiarazione della tregua da parte di Haftar. “La risposta sarà dura nel caso di ogni violazione della tregua”.

Afghanistan, uccisi due militari Usa della missione Nato

cms_15646/Afghanistan_polizia_ambulanza_Xin_rit.jpg

Almeno due militari Usa della missione Nato in Afghanistan sono rimasti uccisi e altri due feriti, quando un ordigno rudimentale è esploso al passaggio del mezzo sul quale stavano viaggiando, nella provincia meridionale di Kandahar. A darne notizia, in un comunicato, è la missione Nato ’Resolute Support’. L’attacco è stato rivendicato dai talebani attraverso il portavoce Qari Yosuf Ahmadi. Lo scorso anno sono stati almeno 20 i militari Usa caduti in Afghanistan, secondo le cifre fornite dall’Alleanza Atlantica.

Francia, governo congela la riforma delle pensioni

cms_15646/Parigi_scontri_Afp3.jpg

Il governo francese è “disposto a ritirare” in modo provvisorio dal progetto di riforma del sistema pensionistico l’età di equilibrio a 64 anni. E’ quanto ha scritto il premier francese Edouard Philippe, in una lettera inviata alle organizzazioni sindacali, secondo quanto si legge su ’Le Parisien’.

Philippe aveva già anticipato ieri, dopo una giornata di negoziati, l’intenzione di presentare un’offerta di compromesso per mettere fine all’ormai lunghissima – oggi è il 38esimo giorno di sciopero – mobilitazione contro la riforma delle pensioni. Il governo spera di poter così recuperare il sostegno dei sindacati più moderati.

“Per dimostrare la mia fiducia nei confronti delle parti sociali e non pregiudicare il risultato dei loro lavori sulle misure da adottare per raggiungere l’equilibrio del 2027 – ha scritto il premier – sono disposto a ritirare dal progetto di legge la misura proposta a breve termine, consistente nel convergere progressivamente a partire dal 2022 verso un’età di equilibrio di 64 anni nel 2027”.

Il governo ha presentato ai sindacati una proposta di “compromesso costruttivo e responsabile” sulla riforma delle pensioni. Lo ha detto il presidente Emmanuel Macron, secondo quanto riporta il sito di Le Figaro, citando fonti dell’Eliseo, sottolineando di essere “in costante contatto” con il premier Edouard Philippe.

La Confédération française démocratique du travail celebra la “vittoria” per aver ottenuto il “ritiro dell’età di equilibrio a 64 anni nel progetto di legge” per la riforma. In un comunicato la confederazione sindacale guidata da Laurent Berger plaude al ritiro della misura che “segna la volontà di compromesso del governo” e annuncia che continuerà “la sua azione per un sistema pensionistico più giusto”.

A differenza del sindacato moderato Cfdt che ha accolto positivamente l’offerta, la confederazione sindacale Cgt ha invece ribadito la richiesta che venga ritirata l’intera riforma del sistema pensionistico. E in comunicato ha detto che “il dibattito sull’età dell’equilibro è solo fumo al fine di ottenere il sostegno di certi sindacati”.

Intanto a Parigi si sono registrati nuovi scontri. Secondo quanto riporta il sito di Le Parisien, sono stati dati alle fiamme cassonetti della spazzatura e lanciati oggetti contro le forze dell’ordine che hanno risposto con il lancio di lacrimogeni. A scendere in piazza sono stati i sindacati più oltranzisti. Ma ad incrociare le braccia oggi anche gli orchestrali dell’Opera di Parigi. Secondo le stime ufficiali circa 452mila francesi sono tornati a protestare contro la riforma.

Turchia, terremoto 4.7 a Istanbul

cms_15646/sismografo_xin-kcM9.jpg

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 ha colpito Istanbul. Nell’immediato, non ci sono notizie di danni a persone o cose. La scossa è stata registrata a 7,9 chilometri di profondità nel Mar di Marmara, al largo della parte europea di Istanbul. La scossa odierna fa seguito a quelle di magnitudo 4,6 e 5,8 registrate a settembre nella stessa area.

Migranti, naufragio al largo della Grecia

cms_15646/guardia_costiera_greca_fg_ipa.jpg

Sono almeno 12 i corpi senza vita recuperati dalla Guardia costiera di Atene a sudovest dell’isola di Paxos, nella Grecia occidentale, dopo il naufragio di un’imbarcazione con a bordo migranti. Lo afferma la stessa Guardia costiera, spiegando di essere riuscita a trarre in salvo 21 persone. Si stima che a bordo della barca viaggiassero circa cinquanta persone, riporta il sito di informazione in.gr.

Autore:

Data:

12 Gennaio 2020