Traduci

L’ITALIA CONDANNA REPRESSIONI IRANIANE DELLE ESECUZIONI

cms_28786/1.jpgIl Sottosegretario di Stato Maria Tripodi ha ricevuto ieri alla Farnesina, su delega del Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, un gruppo di studenti universitari iraniani in Italia. Il sottosegretario Tripodi ha ribadito la ferma condanna del nostro Paese per la repressione brutale delle proteste, per il ricorso all’uso sproporzionato della forza da parte delle forze iraniane sui civili e per l’esecuzione della condanne a morte contro due giovani iraniani in connessione con le manifestazioni.

A tale proposito, ella ha ribadito l’incondizionata opposizione dell’Italia alla pena capitale in ogni tempo e circostanza. Ha inoltre ricordato l’impegno italiano a tutti i livelli e in tutti gli ambiti affinché Teheran ponga immediatamente termine a condotte che rischiano di compromettere irrimediabilmente il patto di fiducia fra cittadini e istituzioni e rispetti i diritti fondamentali della propria popolazione, e in particolare delle sue fasce più giovani, che hanno il diritto di vedere riconosciute le aspirazioni ad un futuro di libertà, opportunità e partecipazione alla vita sociale.

cms_28786/2_1671600108.jpg

Il Sottosegretario ha in questo contesto ricordato che il Governo ha attivamente contribuito all’adozione di sanzioni dell’UE contro individui ed entità iraniani per gravi violazioni dei diritti umani, ha sponsorizzato la Risoluzione del Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU del 24 novembre che ha istituito una Missione Indipendente per indagare sulle violazioni dei diritti umani nel Paese e si è espresso a favore dell’espulsione dall’Iran dalla Commissione sulla Condizione delle Donne del Consiglio Economico e Sociale dell’ONU il 14 dicembre e a favore della Risoluzione dell’Assemblea Generale sulla situazione dei diritti umani in Iran, adottata il 15 dicembre.

Data:

21 Dicembre 2022