Traduci

L’ITALIA PAREGGIA CONTRO L’UCRAINA E STACCA IL PASS PER EURO 2024

Allo stadio BayArena di Leverkusen (in campo neutro) la Nazionale azzurra di calcio targata Spalletti pareggia 0-0 contro l’Ucraina e raggiunge il primo vero obiettivo stagionale: la qualificazione diretta ad Euro 2024.

Chiude, infatti, il proprio girone al secondo posto (con 14 punti), proprio come la squadra ucraina, ma passa agli ottavi – insieme all’Inghilterra (20) già qualificata – in virtù del vantaggio acquisito negli scontri diretti.

Una qualificazione meritata, tuttavia, per la squadra di Spalletti che ha avuto il merito di fare gruppo, ridare credibilità a tutto l’ambiente e conquistare una qualificazione per nulla semplice dopo l’uscita di scena di Mancini.

cms_32510/2_spalletti_luciano_fg_ok_1.jpg

Non era facile qualificarsi – ha esordito il CT della nazionale azzurra, Luciano Spalletti, ai microfoni di Rai 1 – e neppure scontato niente. Noi abbiamo fatto una buona partita e nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni per mettere al sicuro il risultato. Ma non avendo fatto gol la partita è diventata più difficile e più sporca e loro ci hanno dato filo da torcere. Sono andato subito a salutare e a gioire con l’entourage della Federazione perché tutti si aspettavano questo risultato. Che succede ora? Adesso viene il bello”.

La squadra, in effetti, avrebbe meritato qualcosa in più soprattutto per quanto fatto vedere nella prima frazione di gioco, quando ha sfoggiato giocate veloci e di qualità creando le premesse per chiudere il discorso qualificazione. Ha costruito anche diverse occasioni importanti – quasi tutte dalla sinistra sull’asse Dimarco-Chiesa – con Di Lorenzo, Barella, Frattesi e Raspadori, prima di subire negli ultimi venti minuti il ritorno degli avversari. Momenti di sofferenza, è vero, con l’Italia che non riusciva più a ripartire per la forte pressione avversaria.

cms_32510/3_donnarumma_afp_ok_1.jpg

Bravo anche Donnarumma a neutralizzare le uniche due vere conclusioni della gara ad opera di Sudakov e Mudryk.

Un risultato importante, dunque, che permette all’Italia di tornare a sorridere dopo le esclusioni alle fasi finali degli ultimi due mondiali. Va detto che la squadra ha mostrato ulteriori miglioramenti sotto l’aspetto del carattere, della mentalità e del gioco grazie soprattutto al CT Spalletti. Anche contro avversari forti come gli ucraini, in effetti, l’Italia è stata convincente.

Sicuramente ci sono nazionali come la Germania, la Francia, la Spagna e la stessa Inghilterra, per citarne alcune, che sono superiori alla nazionale azzurra, ma la sensazione è che il divario si stia assottigliando sempre più.

(Foto da adnkronos.com, Fotogramma e Afp – si ringrazia)

Autore:

Data:

21 Novembre 2023