Traduci

L’ITALIA VINCE CONTRO L’UCRAINA E TORNA A SPERARE NELLA QUALIFICAZIONE DIRETTA

Dopo l’amaro pareggio contro la Macedonia del Nord, l’Italia si riscatta subito battendo l’Ucraina 2-1 in virtù delle reti messe a segno da un ottimo Frattesi (12’, 28’) e da Yarmolenko (41’).

Un successo ampiamente meritato soprattutto per quanto fatto vedere nel primo tempo. Gli azzurri approcciano bene la gara dominando di gran lunga sul campo con giocate veloci e rendendosi pericolosi, al di là delle due reti, anche con Raspadori – in un paio di circostanze – e con Di Lorenzo. Ma anche nella ripresa, nonostante un leggero calo fisico, le occasioni non sono mancate. Ci provano Scalvini, Zaniolo, Raspadori, Locatelli (traversa) e Zaccagni, ma la palla non entra. Questo è stato, probabilmente, l’unico limite della squadra di Spalletti, alla prima vittoria sulla panchina azzurra. Rispetto a quanto prodotto, infatti, si è concretizzato molto poco.

cms_31743/2_spalletti_luciano_fg_ok_1.jpg

Bisogna essere contenti questa volta – ha dichiarato il C.T. della nazionale azzurra Luciano Spalletti – perché la squadra ha giocato un buon calcio sia nel primo che nel secondo tempo. Loro sono stati bravi nelle ripartenze anche perché noi abbiamo perso un po’ di qualità. E comunque avremmo dovuto concretizzare di più. Continueremo ad allenarci con maggiore tranquillità dato che, fino ad ora, sono stati 20 giorni di totale pressione perché c’erano troppe cose da sistemare. Approfitto per ringraziare lo staff della federazione che mi ha dato una grande mano”.

Si tratta, in effetti, di un successo che riporta un po’ di serenità all’Italia calcistica intera. Eppure, c’era un po’ di timore prima della gara anche perché l’Ucraina, squadra ben organizzata, ha perso solo due volte (con 6 vittorie e 4 pareggi) nelle ultime 12 trasferte di qualificazioni per gli Europei. Ed in effetti, qualcosa gli azzurri hanno concesso soprattutto nei minuti finali dei due tempi. Ma, fortunatamente per l’Italia, questa volta è andata bene.

Con questa vittoria, pertanto, la squadra italiana può tornare a sperare per la qualificazione diretta al prossimo campionato europeo. Ma diventano, a questo punto, fondamentali le prossime partite in programma il 14 e il 17 ottobre – rispettivamente contro Malta e Inghilterra – dove l’Italia di Spalletti dovrà fare tutto il possibile per conquistare almeno quattro punti se non l’intera posta in palio in entrambe le gare per conquistare e mantenere almeno la seconda posizione.

Alla luce dei risultati di questo turno, dunque, e considerando che l’Italia ha una partita in meno, la classifica del girone C vede l’Inghilterra al comando con 13 punti. A seguire, poi, Italia, Ucraina e Macedonia del Nord (7), Malta (0).

(Foto adnkronos.com e Fotogramma – si ringrazia)

Data:

13 Settembre 2023