Traduci

LULA A ROMA INCONTRA MATTARELLA, MELONI, PAPA FRANCESCO, GUALTIERI , SCHLEIN

Il Presidente della Repubblica Federativa del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva, oggi in visita ufficiale a Roma, ha incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la segretaria del Pd Elly Schlein e Papa Francesco in Vaticano. Intorno alle 17.00, quindi, l’incontro a Palazzo Chigi con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e quello con il sindaco di Roma Gualtieri in Campidoglio.

AL QUIRINALE DA MATTARELLA: “PAESI FRATELLI”

cms_30957/mattarella-lula-.jpeg

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto questa mattina al Quirinale Lula, intrattenendolo successivamente a colazione. Era presente all’incontro il viceministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Edmondo Cirielli.

’’Benvenuto presidente!’’. Il Capo dello Stato ha accolto così Lula al Quirinale. ’’La sua presenza a Roma – ha detto Mattarella – è un onore per la Repubblica italiana e per me è un gran piacere dare il benvenuto a lei e alla delegazione che la accompagna. In realtà, devo dirle bentornato, perché lei ha incontrato al Quirinale due miei predecessori. Sono molto lieto che torni al Quirinale come presidente del Brasile”.

Mattarella ha espresso a Lula ’’grande apprezzamento per la sua difesa della democrazia e del Parlamento quando c’è stato un assalto al Parlamento per un tentativo di sovvertire i risultati elettorali.E’ stato un momento di grande democrazia molto importante. La sua presenza qui è occasione ancora una volta per ribadire la vicinanza e l’amicizia che lega Brasile e Italia e la volontà di accrescere la nostra collaborazione sotto ogni profilo’’.

“Un colloquio con il presidente Sergio Mattarella sui rapporti più stretti tra due Paesi fratelli, l’Italia e il Brasile, e sull’accordo tra Unione Europea e Mercosur”, quanto scrive Lula su Twitter, pubblicando le foto del suo incontro oggi al Quirinale con il Presidente della Repubblica. “Lavoreremo per avvicinare le nostre università e ampliare gli scambi commerciali tra i nostri paesi”, aggiunge il presidente brasiliano nel suo tweet.

L’INCONTRO CON LA SEGRETARIA PD SCHLEIN

cms_30957/000.jpg

Anche la segretaria del Pd Elly Schlein ha incontrato in mattinata Lula. “Sono molto felice di aver potuto incontrare per la prima volta il presidente Lula, un incontro molto positivo, ci siamo confrontati sulle sfide comuni, sulla democrazia, il clima, la giustizia sociale”, ha detto la dem dopo l’incontro.

L’ABBRACCIO CON IL PAPA

cms_30957/papa_lula_vaticano.jpeg

Tappa quindi in Vaticano, dove il presidente Lula è stato accolto dal Papa con un caloroso abbraccio. Il faccia a faccia di 45 minuti tra Bergoglio e Lula è avvenuto nell’Auletta dell’Aula Paolo VI.

“Sono ancora vivo”, le parole del Papa, in piedi appoggiato ad un bastone, all’arrivo di Lula. “Siamo in tempo di guerra, la pace è molto fragile”, ha poi sottolineato in spagnolo in occasione dello scambio dei doni. Bergoglio, infatti, ha donato a Lula anche una fusione in bronzo con un fiore e una scritta che ricorda che la pace è un fiore fragile.

“Coraggio”, ha poi detto Francesco a Lula, accompagnato nella visita dalla moglie Rosangela Da Silva, molto impegnata socialmente in Brasile.

Bergoglio ha donato a Lula il messaggio per la pace di quest’anno; il documento sulla Fratellanza Umana; il libro sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020, e un bassorilievo in bronzo ’La pace è un fiore fragile’. A sua volta Lula ha omaggiato il Pontefice con una stampa dell’artista di Pernambuco J.F. Borges e una raffigurazione della statua di Nostra Signora di Nazarè, di Belem. E’ lo stresso dono che a maggio ha fatto al presidente ucraino Zelensky in occasione della sua visita.

“Ringrazio Papa Francesco per l’udienza in Vaticano e per il bel discorso sulla pace nel mondo”, ha scritto su Twitter Lula pubblicando le foto del suo incontro e del suo abbraccio con il Pontefice.

Il presidente brasiliano, come aveva annunciato nei giorni scorsi, ha fatto al Papa l’invito ufficiale di partecipare alla festa in onore della Madonna di Nazareth che si svolge nel Belem a ottobre.

LULA INCONTRA LA MELONI

cms_30957/Meloni-e-Lula.jpeg

Il fatto che l’Italia abbia un presidente del Consiglio donna, una donna “giovane” e “intelligente”, è un fatto “straordinario”. Lo ha detto il presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, nel corso della conferenza stampa organizzata al termine della visita in Italia. “Ho avuto una buona impressione di Giorgia”, ha detto Lula riferendo dell’incontro di a palazzo Chigi. “Il fatto che abbia vinto le elezioni è un fatto straordinario”, ha aggiunto Lula ricordando la vittoria di Dilma Rousseff, nel 2010. Meloni si troverà ad affrontare “pregiudizi” perché il mondo è ancora in gran parte “maschilista e la questione di genere è ancora molto forte”.

“Ma Giorgia è una donna con la testa a posto. Se non fosse una intelligente non si troverebbe dove si trova”, ha spiegato Lula, sottolineando che le differenze politiche, “come sempre, quando si incontrano capi di governo stranieri”, non rappresentano un problema. Lula ha anche annunciato che il Brasile appoggia la candidatura di Roma ad ospitare la esposizione universale nel 2030.

LULA IN CAMPIDOGLIO DA GUALTIERI

cms_30957/Lula_Gualtieri.jpg

Il presidente brasiliano si è poi recato in Campidoglio. Ad accoglierlo all’ingresso del Vignola il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Dopo una iniziale stretta di mano, i due si sono abbracciati.

“È un grandissimo piacere aver incontrato il presidente Lula e poterlo incontrare di nuovo come presidente del Brasile è un sogno che si è avverato dopo un periodo oscuro. Il suo ritorno alla presidenza è un evento eccezionale per il popolo brasiliano e per tutta la comunità internazionale”, ha detto il sindaco di Roma dopo l’incontro.

“Come tutti sanno i segni di questo effetto positivo ‘Lula’ sono già evidenti in Brasile. Una situazione di forte rilancio e miglioramento, ma mi preme sottolineare il ruolo che il Brasile può giocare per la transizione ecologica, la lotta ai cambiamenti climatici unita alla battaglia sociale per un governo del mondo più democratico e multilaterale, che sono alcuni dei temi che abbiamo affrontato – ha affermato – È una sfida importante per Roma e per il mondo intero in cui il Brasile può giocare un ruolo fondamentale a livello internazionale. Quindi per me incontrare oggi Lula è la gioia di incontrare un amico, ma anche di un riferimento per me per i progressisti di Roma e del mondo. Una gioia per me di cui ringrazio il presidente’’.

Autore:

Data:

22 Giugno 2023