Traduci

L’UNICA STELLA POLARE DI IGNAZIO MARINO: ROMA CAPITALE

Queste, le parole di Ignazio Marino, sindaco di Roma Capitale, prima di dichiarare le sue dimissioni l’8 di ottobre “Cari romani e care romane, ho molto riflettuto prima di assumere la mia decisione. L’ho fatto avendo come unica stella polare l’interesse della capitale d’Italia, la mia città. Quando mi sono candidato a Sindaco di Roma l’ho fatto per cambiare Roma, strappando il Campidoglio alla destra che lo aveva preso e per 5 anni lo aveva maltrattato, infangato sino a consentire l’ingresso di attività criminali anche di tipo mafioso”

cms_2896/3_(2).jpg

…..dopo ben 81 arresti nella “sua città” per estorsione, usura, corruzione e riciclaggio di denaro, tra i quali vi erano importanti esponenti del suo partito.

Oltre agli arresti per associazione di tipo mafioso che così commentava “immediatamente dopo il mio insediamento dissi che certamente c’era la presenza della criminalità organizzata nella nostra città…” questi i suoi incisivi interventi nella sua stella polare.

cms_2896/3_(1).jpg

Novembre 2014. Manifestazione a Tor Sapienza. Marino è a Londra.

Gennaio 2015. Rivolta dei vigili urbani. Marino è a Boston.

Agosto 2015. I Casamonica riescono a festeggiare il funerale del loro “Zio” riuscendo a far volare sopra il cielo di Roma un elicottero. Marino è ai Caraibi.

27 agosto 2015. Roma commissariata? Marino è irreperibile.

Settembre 2015. Philadelphia. Visita di Papa Francesco. Marino interviene senza essere invitato dal Sindaco della città, dal Vescovo o dal Papa.

cms_2896/5_(2).jpg

Alla Conferenza stampa di Papa Francesco sul volo di ritorno dagli Stati Uniti d’America egli stesso precisa “Io non ho invitato il Sindaco Marino, chiaro? Ho chiesto agli organizzatori e neanche loro lo hanno invitato…lui si professa cattolico. E’ venuto spontaneamente”

Nonostante le parole del Padre Spirituale, il 25 di ottobre il PD riesce ad organizzare una manifestazione per sostenere la sua “meritevole” carica di primo cittadino.

cms_2896/5_(1).jpg

Ed ora, prima della fine del suo mandato l’amato sindaco decide di inaugurare un viadotto alla periferia della “stella polare” dichiarando “la mia è una giunta che lavora e guarda avanti…nei prossimi giorni apriremo altri cantieri”.

Starà ripensando alle sue dimissioni? La riposta tra qualche giorno.

Data:

28 Ottobre 2015