Traduci

L’UNIVERSO E LE SUE LEGGI IMMUTABILI

Prima di esplorare le leggi universali e i nostri poteri, dobbiamo capire chi siamo e cosa ci facciamo qui. Provate a rispondere! Difficile?

Siamo presi da mille problemi: lavoro, casa, relazioni poco soddisfacenti, crisi familiari e di lavoro. Così trascorriamo le nostre giornate. La vita ci vive e noi passivamente siamo in essa. Ci autoconfiniamo nelle nostre gabbie mentali, dalle quali non ci è dato di vedere “il tutto”. Poi un bel giorno arriva la consapevolezza, e in quel preciso istante iniziamo a chiederci: “ma che vita facciamo? Cosa possiamo fare per cambiarla?”. Andiamo così alla ricerca del senso della vita, ma resta il timore del giudizio degli altri: quella paura è marchiata a fuoco nel nostro DNA. Essere accettati da chi li circonda è uno dei bisogni essenziali per gli esseri umani. E quando parenti, amici e colleghi ci giudicano pazzi, forse hanno ragione: è meglio rinsavire e ritornare alla vita di prima, che non dà soddisfazioni e che, nella migliore delle ipotesi, ci rende solo infelici.

Nel frattempo, tutti gli altri non si accorgono di nulla e, ignari, continuano a chiedersi perché la sfortuna si accanisca su di loro così sfacciatamente.

L’Universo è la scuola, noi siamo qui per imparare a esprimere il nostro libero arbitrio facendo delle scelte, accettando le conseguenze di quelle decisioni che contribuiscono alla creazione del nostro futuro, vicino o lontano, e a guarire i danni collaterali conseguenti da tali scelte. Siamo tutti spiriti che vivono un’esperienza fisica. Siamo il prodotto dei nostri pensieri, atteggiamenti e azioni vissuti in questo enorme simulatore che è l’Universo, dove siamo mortali dal punto di vista fisico, ma indistruttibili dal punto di vista della coscienza.

Ma da dove derivano le nostre difficoltà?

Le nostre difficoltà sono dovute alle idee confuse e all’ignoranza dei nostri reali desideri. Il nostro grande compito è scoprire come funzionano e quali sono gli effetti di queste meravigliose e perfette leggi della natura a cui dobbiamo adeguarci. Si dice vi siano 33 leggi che governano le creazioni universali. Sono leggi immutabili, imparziali e sempre in funzione, indipendentemente dal fatto che noi ne siamo a conoscenza o meno. Sono reali, esattamente come lo è la Legge di Gravità o l’elettromagnetismo. In questo articolo ne tratteremo solo alcune.

La legge dell’Unità

cms_7582/2p.jpgTutta la materia, indipendentemente dallo spazio che la separa, è costantemente collegata e unita. Due particelle di energia, pur essendo distanti migliaia di km tra loro, comunicano nello stesso momento, in perfetta coscienza e sono, in realtà, la stessa particella contemporaneamente presente in posti diversi. Questo significa che anche noi siamo uniti nell’Unico Campo Cosciente e che le distanze fisiche sono solo un’illusione, in quanto la materia non è altro che Pura Coscienza-Energia condensata in forme diverse. La fisica dei quanti ha dimostrato che la materia è vuota; quando sentiamo che il mondo ci sta “crollando addosso” è perché per un certo tempo non abbiamo pensato bene. Questo ci fa capire l’effetto della volontà umana sul mondo fisico, l’influenza che l’uomo ha sulla realtà e sulle vicende che accadono. È stato infatti scientificamente provato che la mente umana è in grado realmente di interferire sul mondo, e quindi è diventato più comprensibile il fatto che noi non siamo le “vittime” delle circostanze, ma le “cause”.

Proprietà ed effetti: Cambiate pensiero e mantenetelo invariato qualunque cosa accada, vedrete miracoli! Le debolezze non diminuiscono concentrandoci su di esse, bensì puntando sulle nostre forze. Solo se affrontiamo qualsiasi discussione pensando che ognuno abbia la sua verità sarà possibile un confronto costruttivo.

Legge di causa ed effetto

cms_7582/3p.jpgSe esercito una pressione di 10 kg contro una parete, anche la parete eserciterà la stessa pressione di 10 kg contro di me. Questo esempio rappresenta il cosiddetto “principio di azione e reazione”: ogni volta che applico una forza, questa mi tornerà indietro uguale e contraria; ciò vale per le azioni negative che compio, ma anche per le azioni positive (l’effetto torna all’artefice). Significa che ogni pensiero torna a chi l’ha trasmesso, quindi qualunque cosa pensiate o trasmettete tornerà a voi!

Proprietà ed effetti: Non potete farvi un bene più grande che augurare il meglio a qualcun altro, qualunque cosa vogliate sperimentare nella vostra vita: salute, fortuna, benessere o successo.

Poiché tutto è vibrazione e quindi Energia, lo è anche il pensiero, quindi significa che il modo di pensare può veramente portare al successo o all’insuccesso di una azienda, in quanto è l’unione delle energie che spingono verso una reazione. Ecco perché non esiste il caso nel cosmo!

Quindi, non giudicate (azione) e non verrete giudicati (reazione). In campo finanziario: senza doni = uscite (azione) non ci sono entrate = ricevere (reazione) Significa che le vostre entrate sono la reazione alle vostre uscite, ecco perché è molto importante l’atteggiamento mentale con cui si spende il denaro: se lo si fa con generosità, anche le entrate saranno generose.

La legge di attrazione

cms_7582/4p.jpgIl simile attira il simile. Questo avviene tramite il principale strumento della creazione, e cioè il pensiero. Noi attiriamo tutto quello che è in “risonanza” con ciò che noi siamo e pensiamo di essere. La Bibbia afferma: “Come un uomo pensa, così è”. La Legge sancisce che ogni cosa su cui fissiamo la nostra attenzione viene ATTIRATA nella nostra vita e si MANIFESTA nel mondo fisico. Ogni volta che il pensiero si focalizza su un determinato obiettivo questo acquisisce intensità e, più si intensifica, più diventa magnetico, dunque esercita attrazione. Se ci concentriamo consapevolmente su ciò che non vogliamo, non facciamo altro che rinforzarlo. E’ importante esserne consapevoli. Pensiamo a noi stessi come a dei potenti magneti, che attraggono. Punto!

Non è possibile non attrarre e non è possibile non creare. La legge è universale e indipendente da qualunque tipo di volontà. Funziona e basta. Se pensi alla mancanza di qualcosa attrai altra mancanza, se pensi all’Amore per qualcosa attrai altro Amore. Non ci sono eccezioni!

La legge del distacco (lasciar andare)

Considerando il punto di vista della fisica, questa legge universale è fondamentale per raggiungere i propri obiettivi più velocemente e con minor sforzo, che con qualsiasi altro metodo. Vivere significa fluire, trattenere significa avere dei blocchi. Questo genera uno squilibrio, che può condurre a problemi seri una persona o un’azienda. Ecco un esempio concreto dell’applicazione di questa legge: con un arco mirate a un obiettivo. Cosa si deve fare perché la freccia raggiunga quel bersaglio? Si deve tendere l’arco (Energia), prendere la mira (intelligenza) e lasciar andare. Provate a pensare cosa succede se il tiratore tende l’arco e non lo lascia andare: dapprima nulla, poi si stanca. E se aumenta sempre più la tensione? L’arco si spezza. Ricordate l’espressione che si usa quando qualcuno si ammala per aver lavorato troppo? Si dice, per l’appunto, “hai teso troppo l’arco”.

Proprietà ed effetti: lasciar andare è la via più veloce e più economica per raggiungere qualsiasi obiettivo, in quanto permette di attivare l’Intelligenza Universale.

Ma cosa significa, in concreto, lasciar andare?

a. Accettare ciò che è

b. Non giudicare

c. Non pensare alla strada che si prenderà

d. Non lottare per un Obiettivo (ciò che dovrebbe essere) o contro ciò che è

e. Non concentrarsi sull’obiettivo

f. Non dubitare di raggiungere l’obiettivo

La legge dell’Amore

cms_7582/5p.jpgL’Amore è la legge fondamentale della vita ed è il potere più forte del Cosmo. Il vero, unico nostro scopo sulla Terra non è altro che un processo di apprendimento verso un amore maggiore. Senza amore non funzionerebbe nulla, nemmeno il cosmo, in quanto è il sentimento dell’unità e dell’assenza di conflitto. L’amore non crea opposizione e porta pertanto più velocemente al conseguimento dell’obiettivo. L’amore non conosce discordia, non conosce nemico, non giudica e quindi non separa.

Proprietà ed effetti: chiunque vogliate aiutare, è bene sapere che questa legge universale è la più potente. Quanto più ampia è la nostra consapevolezza, tanto più semplice è per noi raggiungere i nostri obiettivi e risolvere i nostri problemi, perché abbiamo una visione d’insieme più ampia. L’unico modo per ampliare la nostra consapevolezza per trasformare una visione ristretta in una visione più ampia è semplicemente l’amore. Una persona non può quindi, nel proprio interesse, far cosa migliore che amare tutto ciò che gli accade; è la via più veloce verso il proprio sviluppo. Chi non ama se stesso non può amare nemmeno gli altri. La qualità più importante, ad esempio, per un dirigente è amare se stesso; se non ne è capace, non può nemmeno amare i suoi collaboratori. L’amore per se stessi e per tutti gli altri ci permette di raggiungere qualsiasi obiettivo, anche in un lasso di tempo minimo. (Fonte: Leggi Universali- Konsulting)

Per ottenerne pienamente i benefici, è necessario comprendere bene questi principi che reggono l’Universo. L’essere umano ha l’arduo compito di vivere senza neppure comprendere cos’è la vita, senza sapere perché alcuni vivono tra l’opulenza e le soddisfazioni, mentre altri tra la miseria e la sofferenza. Bisognerebbe insegnarli a scuola, questi meravigliosi principi, per consentire a tutti scelte consapevoli, per il raggiungimento della felicità.

cms_7582/6.jpg

Io sto ripescando la bambina che ballava, cantava, scriveva poesie alla mamma, amava giocare per strada e stare sempre in compagnia di amici e parenti. Mi ci è voluto un po’ di tempo per capire che potevo ancora scrivere. Vorrei dire a tutti di soddisfare i propri desideri, di dare voce all’anima. Tutti abbiamo potenzialità infinite, ma non esercitandole svaniscono e per ritrovarle bisogna lavorare sodo. Perché la società ci insegna che, piuttosto che fare l’equilibrista, sarebbe meglio diventare ingegnere. Invece che fare il pittore, pensate che bello lavorare in banca: è più sicuro!

Viviamo imponendoci dei limiti e l’Universo ci asseconda, le nostre scelte sono ordini per Lui. Pertanto, non crescete mai, restate bambini perché solo i più piccoli sanno che tutto è possibile e che non esistono limiti. I bambini non hanno paura di sperimentare, non temono gli errori. Questo timore si apprende crescendo, perché ci dicono che è negativo. L’errore, invece, può fornirci un’esperienza significativa: anche uno sbaglio può portare al successo.

Se chiedete ai bambini cosa vogliono fare da grandi, vi stileranno un elenco interminabile con i mestieri più fantasiosi e geniali del mondo, e se li lasciate fare ogni giorno si cimenteranno in una nuova avventura. Loro le conoscono le leggi, sanno come funzionano e si fidano ciecamente dell’Universo, NOI NO!

Data:

28 Ottobre 2017