Headlines

Traduci

Matt Mullican at Hangar Pirelli Bicocca

cms_9642/1.jpg

The Feeling of Things” is the most extensive exhibition in Italy by Matt Mullican (born in 1951 in Santa Monica, California) and his major retrospective ever.

cms_9642/2.jpg
In a continuous attempt to explain and structure what is around him, Mullican has been working since the early 1970s to develop a complex system of models and vocabulary that he calls the “five worlds,” corresponding to different levels of perception and represented by five colors: green for physical, material elements; blue for everyday life (the “world unframed”); yellow where objects become valuable, as in art (the “world framed”); black and white for language and symbols; and red for subjectivity and ideas.

cms_9642/3.jpg
For Pirelli HangarBicocca the artist has designed a massive sculptural structure that takes its shape from his most iconic five-color-cosmologies, occupying nearly the entire 5,000 square meter exhibition space. Visitors are invited to enter the structure to discover thousands of meticulously arranged works and objects. Representing an extremely rich selection of Mullican’s seminal works from the 1970s as well as more recent times, they include paintings, rubbings, banners, glass sculptures, works on paper, videos, lightboxes, floor pieces and bigger installations and explore the most hermetic aspects of human life.

cms_9642/6.jpg
The exhibition is curated by Roberta Tenconi and is accompanied by a publication focused on Mullican’s photographic works, encompassing all his analogical photos from the 1970s and 1980s until the most recent digital single shots and series, including installation views of the Milan show, exceptionally taken by the artist himself.

cms_9642/italfahne.jpgMostre in corso a Milano

Matt Mullican all’Hangar Pirelli Bicocca

The Feeling of Things” è la più grande mostra personale mai realizzata da Matt Mullican e la sua prima retrospettiva in Italia.
Attivo dagli anni Settanta, attraverso il suo lavoro, Matt Mullican (Santa Monica, California, 1951) ha incessantemente cercato di spiegare e dare struttura a ciò che lo circonda, sviluppando un vocabolario e un sistema complesso di modelli che definisce “i cinque mondi”. Ogni mondo corrisponde a un diverso livello di percezione ed è rappresentato da altrettanti colori: verde per gli elementi fisici e materici; blu per la vita quotidiana (il “mondo senza cornice”); giallo per gli oggetti che acquistano valore, come l’arte (il “mondo nella cornice”); bianco e nero per linguaggio e simboli; rosso per soggettività e idee.

Per Pirelli HangarBicocca l’artista ha concepito un’imponente struttura scultorea sulla forma delle sue iconiche cosmologie in cinque colori che occupa quasi completamente i 5.000 metri quadrati dello spazio espositivo delle Navate. I visitatori sono invitati a entrare e a percorrere questa architettura, scoprendo le migliaia di opere esposte al suo interno. Presentando un’ampia selezione di opere dagli anni Settanta a oggi, inclusi dipinti, frottage, bandiere, sculture in vetro, opere su carta, video, light box, opere a pavimento e grandi installazioni, la mostra esplora gli aspetti più ermetici e profondi della vita.
La mostra è curata da Roberta Tenconi ed è accompagnata da un catalogo, focalizzato sulla produzione fotografica di Matt Mullican, che comprende tutte le fotografie analogiche degli anni ’70 e ’80, così come i più recenti scatti digitali, che includono le vedute della mostra di Milano, realizzate eccezionalmente dall’artista stesso.

Data:

7 Luglio 2018