Traduci

Mattarella scrive a Conte

Mattarella scrive a Conte

cms_10716/Conte_Mattarella_sitoQuirinale.jpg

Il capo dello Stato ha scritto al presidente del Consiglio sulla manovra. Sergio Mattarella sollecita “il governo a sviluppare, anche nel corso dell’esame parlamentare, il confronto e un dialogo costruttivo con le istituzioni europee” si legge nella lettera che il presidente della Repubblica ha inviato mercoledì al premier Giuseppe Conte e di cui, in riferimento ad alcune indiscrezioni apparse sui media, l’ufficio stampa del Quirinale ha reso noto il testo.

“In data odierna ho autorizzato, ai sensi dell’articolo 87, quarto comma, della Costituzione, la presentazione alle Camere del disegno di legge di bilancio per il 2019, approvato dal Consiglio dei ministri il 15 ottobre 2018 – si legge – Nel procedere a tale adempimento desidero rivolgermi al Governo, nel comune intento di tutelare gli interessi fondamentali dell’Italia, con l’obiettivo di una legge di bilancio che difenda il risparmio degli italiani, rafforzi la fiducia delle famiglie, delle imprese e degli operatori economici e ponga l’Italia al riparo dall’instabilità finanziaria”.

“A questo scopo – scrive Mattarella – sulla base di quanto disposto dalla Costituzione agli articoli 81, 97 e 117, delle valutazioni dell’Ufficio parlamentare di bilancio, previsto dalla legge costituzionale n. 1 del 2012, delle osservazioni e della richiesta avanzate dalla Commissione europea, è mio dovere sollecitare il Governo a sviluppare – anche nel corso dell’esame parlamentare – il confronto e un dialogo costruttivo con le istituzioni europee“.

LA RISPOSTA DI PALAZZO CHIGI – Nel pomeriggio Palazzo Chigi ha risposto al Colle sottolineando che il Governo intende rilanciare la crescita. “L’interlocuzione tra il Governo italiano e la Commissione europea avviene nel contesto di un dialogo proficuo e costante. Come ricordato dal Presidente Mattarella, c’è senz’altro il comune intento di lavorare alla stabilità dei conti pubblici e alla tutela del risparmio” si legge in una nota.

“In un periodo caratterizzato da un ciclo economico avverso – spiega la nota della presidenza del Consiglio – il Governo intende rilanciare la crescita e l’occupazione, con una particolare attenzione agli investimenti pubblici, alla creazione di un ambiente normativo e istituzionale favorevole agli investimenti privati e al contrasto della povertà e delle disuguaglianze. L’obiettivo di tutto il Governo è pervenire a un’Italia deburocratizzata e digitalizzata, attenta ai bisogni dei cittadini, in un quadro di stabilità finanziaria e di sviluppo sociale ed economico”.

Berlusconi fa il ’grillino’

cms_10716/Silvio_Berlusconi_Fg_ipa80.jpg

L’obiettivo è non fare sconti alla maggioranza gialloverde e dare battaglia nelle Aule del Parlamento e anche fuori dai palazzi, sulla manovra economica, così come sul dl Genova e su ogni provvedimento governativo. Forza Italia è determinata a fare “opposizione dura e pura” usando però gli stessi ’metodi’ grillini. E si prepara a scendere in piazza, come ai vecchi tempi. Si parla di una serie di iniziative e di una prima manifestazione a Roma, forse in piazza Montecitorio o davanti a palazzo Chigi. Martedì, al termine della Conferenza dei coordinatori regionali azzurri a palazzo Grazioli, con una lunga nota Silvio Berlusconi ha annunciato una ’’grande mobilitazione’’ contro le ’’politiche economiche del governo”, per una ’’vera flat tax, l’Alta velocità, per il lavoro e un’Europa diversa’’.

L’ex premier pensa a una nuova strategia d’attacco per incalzare l’alleato Matteo Salvini e provare a smarcarsi, controllando che rispetti il programma di centrodestra. Forza Italia, insomma, diventa grillina per l’occasione e si ritaglia il ruolo di spina del fianco di Salvini e Di Maio.

Tant’è che ieri pomeriggio in Aula, alla Camera, durante il question time in diretta tv, i deputati azzurri hanno gridato ’Fateci la Tav!’, esponendo cartelli con la scritta ’Sì Tav, ladri di futuro’. E il vicepresidente Fabio Rampelli ha dovuto chiederne la rimozione con l’intervento dei commessi raccomandandosi di toglierli subito perché ’’in diretta tv è richiesta particolare sobrietà’’. Forse stanco delle continue fughe in avanti di Salvini e preoccupato dalla salvinizzazione in atto del partito, il Cav (tornato ieri ad Arcore), raccontano, avrebbe chiesto ai suoi di schiacciare il piede sull’acceleratore e fare la voce grossa per stanare la Lega, ma senza arrivare a minacciare corse solitarie alle elezioni, perché solo unito il centrodestra può tornare a vincere. Salvini stacchi la spina al più presto al governo, perché danneggia il Paese, va ripetendo in queste ore il leader azzurro.

Il maltempo fa altre vittime

cms_10716/vigili_soccorsi_allagamenti_fg.jpg

E’ ancora allerta maltempo. Nelle ultime ore si registrano altre 4 vittime: in Val d’Aosta, dove un albero è caduto sulla strada regionale 44 nel Comune di Lillianes, schiacciando un’auto su cui viaggiavano due persone; in Alto Adige, nella Val Badia, dove a perdere la vita è stato un anziano di 81 anni caduto dal tetto di una malga; e all’ospedale di Bolzano, dove è morto l’automobilista di 53 anni rimasto gravemente ferito in un incidente stradale causato dal maltempo a Coldrano di Laces, in Val Venosta.

ALLERTA ROSSA – Il Dipartimento della Protezione civile comunica che ’’la profonda saccatura di origine atlantica, presente sulla penisola iberica, sta convogliando sul nostro Paese intense correnti caldo-umide ed instabili che, nelle prossime ore, determineranno il persistere di condizioni di spiccata instabilità su gran parte del territorio nazionale’’.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte, “ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende gli avvisi emessi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche”.

’’L’avviso dal mattino di oggi, venerdì 2 novembre, l’avviso prevede il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco su Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Umbria e Molise. Vento forte da quadranti meridionali con raffiche di burrasca sul Lazio, specie sui settori costieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento’’.

’’Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata anche per la giornata di oggi, venerdì 2 novembre, allerta rossa sui bacini montani e pedemontani del Veneto e allerta arancione sui restanti settori. Allerta arancione anche su Appennino pavese, in Lombardia, sui settori costieri meridionali della Toscana, sull’intero territorio di Umbria, Lazio e Campania, su alcuni settori di Abruzzo, Molise e sui bacini costieri occidentali e centro-meridionali della Sicilia. Valutata inoltre allerta gialla su gran parte dell’Italia’’.

Sesso fra bambini in un video choc su Whatsapp

cms_10716/ragazza_cellulare_smartphone_Fg.jpg

Un filmato diffuso su Whatsapp in cui si vede una bambina dall’apparente età di 10 anni fare sesso con due ragazzini poco più grandi, mentre qualcuno riprende la scena probabilmente con un telefonino: è il video di una decina di secondi che ha fatto il giro dei telefonini in alcune scuole medie ma anche elementari della provincia fiorentina. Una dirigente scolastica – ha reso noto il Corriere Fiorentino – ha denunciato il caso ai carabinieri e la Procura presso il Tribunale dei Minori di Firenze ha aperto un fascicolo.

I bambini protagonisti del video, con il viso riconoscibile, non sarebbero del posto. Si sentono le voci e si vede la bambina che ride, come se fosse dentro un gioco o, peggio, come se non si rendesse conto fino in fondo di quello che sta accadendo intorno a lei. La scena di svolge in un giardino, sullo sfondo si intravede per un attimo un paesaggio marino. Le voci che si sentono nel video tradiscono un accento romano.

Una mamma di un’alunna, dopo aver visto quelle immagini scioccanti sul telefono della figlia, l’ha segnalato alla dirigente scolastica che si è subito presentata dai carabinieri del posto per fare la denuncia. La denuncia della dirigente scolastica è arrivata alla Procura dei Minori dove è stato già aperto un fascicolo per il momento contro ignoti. Il filmato è stato già acquisito dal magistrato e gli investigatori sono già al lavoro. Partendo da chi ha ricevuto il video si cercherà di risalire al primo della serie e poi soprattutto si cercherà di capire chi abbia fatto le riprese – dalle voci sembra che si tratti di un altro ragazzino – per arrivare infine a dare un nome ai bambini protagonisti. Chi ha visto il video racconta di particolari agghiaccianti. E la cosa più angosciante è proprio la risata della bambina, vittima probabilmente di altri episodi di violenza vista la tranquillità che sembra ostentare durante le riprese.

Dalla Procura è arrivato un appello ai genitori a controllare il telefono dei bambini. “Invitiamo i genitori a controllare i telefoni dei figli – è l’appello che arriva dalla Procura per i minori – a cancellare quel video e a segnalare alle forze dell’ordine da chi è arrivato”.

Alitalia, le offerte sul tavolo

cms_10716/Alitalia_ala_aereo_fg.jpg

Sono in tre a correre per Alitalia: Fs, EasyJet e Delta. La prima ad arrivare in ordine di tempo è stata quella di EasyJet che ha ribadito, come si spiega in una nota, la “propria manifestazione di interesse” per una Alitalia ristrutturata”. “Tale manifestazione di interesse, in linea con i termini del processo di vendita avviato dal nuovo Governo, è coerente con l’attuale strategia di EasyJet per l’Italia”. “Data la natura del processo il contenuto della manifestazione di interesse è soggetto a vincoli di riservatezza” e siccome “in questa fase non vi è certezza che l’operazione sarà finalizzata, EasyJet fornirà ulteriori aggiornamenti se e quando lo riterrà opportuno”.

In serata è arrivata come previsto anche quella vincolante, presentata dalle Fs Spa, all’indomani della delibera del consiglio d’amministrazone che ha dato, all’unanimità, disco verde all’operazione. Secondo quanto s’apprende da fonti vicine al dossier, l’offerta prevede che debba essere elaborato un piano industriale durante una confirmatory due diligence, che è una condizione essenziale per l’operazione per individuare soggetti privati e istituzionali. Le Fs si riservano di costituire una Newco con la partecipazione di un primario vettore aereo.

In pista, infine, anche l’americana Delta Airlines. Secondo quanto riferiscono fonti vicine all’operazione, il vettore Usa avrebbe presentato un’offerta per l’acquisizione della compagnia. Massimo il riserbo sui contenuti della proposta avanzata ai commissari straordinari di Alitalia. Sulle mosse di Delta i riflettori erano puntati da tempo. Dalla compagnia americana, infatti, si attendeva la presentazione di un’offerta non vincolante per poter svolgere, spiegano le stesse fonti, la due diligence prima di mettere sul piatto una proposta vincolante. Delta è partner di Alitalia nella joint venture transatlantica, che schiera anche Air France-Klm. Nei prossimi giorni i commissari provvederanno a esaminare in dettaglio la documentazione ricevuta e successivamente a trasmettere le proprie determinazioni al ministero dello Sviluppo Economico.

Autore:

Data:

2 Novembre 2018