Traduci

Mostra itinerante sulla Shoah

In occasione dell’ottantesimo anniversario della promulgazione delle Leggi razziali in Italia, Taranto sta ospitando un’interessante mostra volta a ricordare l’eccidio di milioni di innocenti negli anni successivi al 1938. Sarà pertanto aperta al pubblico, dal 16 al 21 aprile, negli spazi espositivi della Galleria comunale del Castello Aragonese, una rassegna costituita da trentasette pannelli. Il consigliere regionale Gianni Liviano ha dato atto del grande lavoro svolto per portare questa importante mostra a Taranto, in modo da “trasmettere la centralità dell’uomo, a prescindere dalla razza e dal credo religioso”. “L’evento si inquadra nel più complesso quadro di iniziative organizzate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento per le Pari opportunità, in collaborazione con la Fondazione Museo della Shoah e con la conferenza Stato-Regioni” ha aggiunto Liviano.

cms_8979/2.jpg

Il vicepresidente della Fondazione Museo della Shoah, Paolo Masini, ha dichiarato: “Lo scopo dell’iniziativa è che siano i giovani a interessarsi a queste importanti dinamiche. Le nuove generazioni, infatti, guardano con superficialità a questo particolare periodo della storia. Questa è l’idea della mostra. Si punta tantissimo su questo tipo di approccio. A Torino si sta promuovendo una mostra il 21 aprile, per la quale si è chiesto a numerosi vignettisti di fama di creare una storia che ricordi l’eccidio cui fu sottoposto il popolo ebreo. La sfida è riuscire a far passare un periodo che sembra lontano ma che, poi, non è così lontano”.

cms_8979/3.jpg

Lunedì 16 aprile si è tenuta l’inaugurazione dell’esposizione, con la presentazione dell’iniziativa da parte dello storico Amedeo Osti Guerrazzi e dei referenti della Fondazione Museo della Shoah. Autorità del mondo della scuola e del territorio hanno preso parte all’evento.

Sino a venerdì 20 aprile sono previste visite guidate delle scolaresche delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Taranto, cominciate già lo scorso martedì.

Mercoledì 18, la mostra ha dato spazio a brevi momenti musicali sul tema realizzati dagli studenti del Liceo Musicale Paisiello di Taranto. Il teatro Crest della cittadina jonica porterà in scena, invece, una breve drammatizzazione dal titolo “Le farfalle di Terezine”.

Sabato 21 aprile si terrà un breve incontro sul tema “I genocidi del XX secolo. Oltre la Shoah”, i cui relatori saranno i professori Carmine Carlucci, Mari Avakian, Anna Maria Laneve, Antonio Fornaro e il dott. Claudio Confessore. Uno spazio verrà dedicato anche al ricordo del genocidio armeno e delle foibe, curato dal Comitato per la Qualità della Vita.

Data:

19 Aprile 2018