Traduci

MOTORI E BICICLETTE:UNA BELLA DOMENICA SPORTIVA

FORMULA UNO

cms_5873/ferrari-formula-one_3420142.jpgLa stagione dei motori viene e va proprio come la Ferrari in Australia, giunta prima al traguardo del primo gran Premio del Mondiale 2017. Tutto è accaduto durante l’alba italiana di domenica. Vettel si gode lo sventolio della bandiera a scacchi prima di Hamilton e Bottas. Non accadeva dal 2015 di vedere un bolide di Maranello vincere un GP, e la gara di Melbourne è stata una vittoria di tutta la scuderia che, oltre alla bravura del pilota, ha sfoderato un bel colpo di strategia posticipando la sosta ai box rispetto alla Mercedes del campione iridato: al 23° giro, Vettel dai box rientra davanti all’olandese della Red Bull che ostacola Hamilton. Ne approfitta il pilota della Ferrari che, dopo aver superato Bottas, momentaneamente in testa, conclude la gara con 10’’ di distacco dalla Mercedes di Lewis Hamilton. Anche Raikkonnen, a bordo dell’altra monoposto italiana, a portato a casa un buon quarto posto davanti a Verstappen.

cms_5873/FOTO_1.jpgQueste le parole del vincitore a fine gara: “Un GP fantastico, la macchina è divertente. Ho avuto un po’ di pattinamento al via; Lewis è scappato, ma ho tenuto a bada Bottas. In gara ho spinto, volevo mandare un messaggio che noi ci siamo e possiamo lottare. Nell’ultimo settore sentivo un pubblico molto carico, lui non poteva spingere più di quanto ha fatto, io non ho avuto tanto degrado: avrei potuto proseguire per sempre“. Ordine di arrivo: Vettel, Hamilton, Bottas, Raikkonen, Verstappen, Massa.

CICLISMO

cms_5873/FOTO_2.jpgCon la Gand – Wevelgem di oggi, è iniziato il periodo delle Classiche del Nord. Sulle strade belghe non ha trionfato il grande favorito della corsa, Sagan. La volata finale è stata una questione tutta fiamminga, con il campione olimpico Greg Van Avermaet (Bmc) tagliare la linea del traguardo prima del corregionale Keukeleire. Tra gli italiani: nono posto per Modolo.Da segnalare, per la cronaca, il terzo posto, con polemica, del campione iridato Sagan, protagonista di una accesa discussione con l’olandese Terpstra, “colpevole” di non aver collaborato con i cambi durante l’inseguimento a Van Avermaet: “Non sono riuscito a vincere, ma non fa niente. Solo che non riesco a capire perché Terpstra non volesse lavorare. Comunque sono contento di avegli fatto capire che se voglio far perdere una corsa a qualcuno, sono in grado di riuscirci“. Ordine di arrivo:
1 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team
2 Jens Keukeleire (Bel) Orica-Scott
3 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe
4 Niki Terpstra (Ned) Quick-Step Floors
5 John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo
6 Tom Boonen (Bel) Quick-Step Floors

MOTO GP

cms_5873/moto_GP.jpgDopo un lungo “tira e molla”, causato dalla pioggia caduta nella mattinata, i giudici di gara decidono di far correre il primo Gran Premio della Moto GP del 2017 del Qatar. Due italiani sul podio di Losail; ma il Gran Premio finisce nelle mani di uno spagnolo. Ecco la breve sintesi: Partenza a razzo di Zarco che tiene la testa della corsa fino al 14° giro, prima che l’anteriore ceda mandandolo fuori pista. Cade anche Iannone al 10°, sulla Suzuky; mentre Valentino, risale dalla decima posizione fino al terzo posto, dopo aver superato il cmnapione in cairca Marquez.Per circa una decina di giri, i due di testa, Dovizioso e Vinales, hanno dato spettacolo fino alla fine con una serie di sorpassi mozzafiato. Vince Vinales in sella alla Suzuky, alle sue spalle la Ducati di Dovizioso e la Yamaha di Rossi. Ordine di arrivo:

1 Maverick Viñales YAMAHA

2 Andrea Dovizioso DUCATI

3 Valentino Rossi YAMAHA

4 Marc Márquez HONDA

5 Dani Pedrosa HONDA

6 Aleix Espargaró APRILIA

Data:

27 Marzo 2017