Traduci

NAPOLI E JUVENTUS PROSEGUONO LA MARCIA SCUDETTO; BENE LA ROMA, MALE L’INTER

La 25ma giornata di Serie A si conclude stasera allo Stadio Olimpico con il posticipo tra Lazio e Verona.

Gli anticipi di sabato hanno confermato che la Roma è la diretta inseguitrice delle “prime due della classe” (50 pt) vincendo a Udine con i gol di Cengiz e Perotti, mentre il Chievo si prende i tre punti sul Cagliari nello scontro diretto per la salvezza e l’Inter continua a rimediare magre figure a perdendo a Genova con un’autorete di Ranocchia e un gol dall’ex Pandev.

cms_8477/Foto_1.jpg

L’anticipo domenicale dell’ora di pranzo ha visto la Juventus battere il Torino per 1-0 (gol di Ale Sandro); per gli uomini di Allegri continua la rincorsa al Napoli con un solo punto di distacco (65).

Il Bologna batte il Sassuolo (2-1) in un derby emiliano molto equilibrato. Risolve Pulgar, quasi al 90’, con una punizione da manuale.

A Benevento i padroni di casa causano una battuta di arresto al Crotone di Walter Zenga. È un match ricco di gol, finisce per 3-2 senza muovere troppo la delicata posizione di ultima in classifica.

Dopo il brutto episodio in Europa League, anche il Napoli contro la Spal (rete di Allan), vince al “minimo sindacale”, proprio come la Juve. In classifica i partenopei sono intesta a quota 66 punti.

Pareggiano 1-1 Atalanta e Fiorentina, nel match delle 18:30. Per i bergamaschi non riesce l’avvicinamento ai due vagoni UEFA di Sampdoria e Lazio, mentre i medicei sono dietro a 32 punti. Le reti tutte nel primo tempo: Badelji per i viola e Petagna per gli orobici.

cms_8477/Foto_2.jpg

Nel posticipo serale, il Milan batte la Sampdoria a San Siro con un gol di Bonaventura al 13’ del primo tempo. I rossoneri raggiungono i doriani in classifica a 41 pt. e la zona Europa League. Per i padroni di casa Rodriguez sbaglia un rigore al primo tempo e gol annullato per Bonucci dopo il VAR.

CLASSIFICA – In testa il Napoli (66) sempre inseguito dalla Juventus (65). A seguire ci sono, Roma (50), Inter (48) e Lazio (46), Sampdoria e Milan (41). Lazio e Verona hanno una partita in meno. In coda, invece, troviamo Benevento (10), Verona (16), Spal (17), Crotone (21), Genoa (30) Chievo (25) e Sassuolo (23)

(Foto dal sito web della Lega Serie A: si ringrazia)

Data:

18 Febbraio 2018