Traduci

Napoli: Eav trasporti apre la “BANCA DELLE FERIE SOLIDALI”

Capita assai di rado che aziende e solidarietà si uniscano per venire incontro alle esigenze del lavoratore. A Napoli, ciò è stato possibile grazie a Eav: l’azienda, impegnata nel trasporto in varie città campane, ha dato avvio all’esperienza positiva della “Banca delle ferie Solidali”, attraverso la quale i lavoratori potranno cedere, in donazione, giorni di ferie non utilizzati in favore dei colleghi che hanno la necessità di assistere parenti affetti da gravi malattie. Una misura che, oltre ad Eav, vede coinvolti anche i sindacati.

cms_8531/2.jpg

Il presidente dell’azienda campana, Umberto De Gregorio, dichiara al margine dell’iniziativa, entrando più nel dettaglio: “Possono essere ceduti in via prioritaria i giorni di ferie maturati e non ancora goduti, eccedenti la misura minima di due settimane annue, a favore dei dipendenti che, avendo esaurito le ferie, richiedano di usufruire di questo istituto per assistere i familiari malati”.

cms_8531/3.jpg

Le condizioni alla base di questa lodevole misura di solidarietà prevedono che le patologie di cui può essere affetto il familiare da assistere siano molto gravi. Inoltre, l’assistito deve essere tassativamente un parente di primo grado o convivente del dipendente.

Che dire, finalmente comincia ad emergere quel volto umano che all’azienda spesso è mancato. Che poi questa idea provenga da Napoli e dal Sud dello stivale, spesso vituperato e criticato per una mala gestione delle sue aziende, fa ancora più piacere.

cms_8531/4.jpg

Tale iniziativa farà certamente da apripista per azioni similari in altre aziende del trasporto locale campano, o perlomeno questa è la speranza. Per ora la “Banca della solidarietà” darà un aiuto concreto a molti dipendenti dell’azienda Eav. Questo istituto va nella direzione già predisposta dal legislatore italiano, che in materie di “cessione ferie e riposi” nel C.d. Jobs Act al d.lgs. n.151/2015 apre alla possibilità della cessione delle ore feriali e di riposo ai colleghi in difficoltà, che hanno un figlio in condizioni di salute gravi e perciò necessita di assistenza costante. Infatti è l’art.24 del decreto 151 a stabilire questo scambio solidale tra colleghi che svolgono mansioni di pari livello e categoria. Sono aperte dunque le cessioni gratuite tra gli autisti, e non solo: la novità non riguarda solo il settore trasporti, ma anche quello manifatturiero, metalmeccanico, chimico, sanitario ecc. Il decreto lascia margine alla contrattazione sindacale nell’inserire condizioni più specifiche nella stipula dei CCNL per ogni singola categoria. Una prova di civiltà a cui non siamo abituati e che va messa in risalto, quella dell’azienda trasporti campana Eav. Anche questo è Napoli. Anche questo è il Sud, quello migliore che ci piace raccontare!

Data:

25 Febbraio 2018