Traduci

NASCE LA PRIMA SEDE DI L.E.A.SH (LOBY EURO-ATLANTICO ALBANESE) IN ITALIA

Nei giorni scorsi si è tenuto il primo appuntamento dell’Organizzazione LEASH (Loby Euoro-Atlantico degli Albanesi) con la comunità albanese in Italia, presso la sede della cooperativa sociale Liberamente a Mezzano di Brescia organizzato dall’Associazione Interaction, dalla Lega degli Scrittori Albanesi in Italia, dall’artista Alketa Deshaj e dalla sottoscritta.

Petrit Aliaj uno dei rappresentanti più attivi e fondatore di Interaction ha sottolineato l’importanza di LEASH, il cui presidente, Shukri Ymeri, ha ribadito come per la comunità albanese sia arrivato il momento di dimostrare la sua grandezza di popolo, presente tra i Balcani, in Kosovo e in Macedonia.

Il numero degli albanesi della diaspora è maggiore rispetto a quello degli albanesi che vivono dentro i confini della propria terra e l’influenza che possono avere sulle istituzioni dei paesi dove vivono, dando risalto al loro lavoro, ai loro valori e alle loro tradizioni, può essere incisiva.

L’organizzazione Loby Euro-Atlantico degli albanesi, è stata istituita il 20 febbraio 2016 a Lorach in Germania, diffondendosi in Svizzera, Austria, Norvegia, Svezia e oggi in Italia. Il 17 dicembre del 2016 si è tenuta la prima Assemblea con tutti i rappresentanti dell’Organizzazione per scegliere la rappresentanza europea. Oggi si può dire di essere diventati più forti e la comunità albanese d’Italia è in effetti molto grande.

L’organizzazione non ha nessun interesse politico e non intende lavorare per nessun partito. Il suo fine è cultural-economico, trovando radici nel lavoro di grandi patrioti come Ismail Qemali, Fan Noli, Isa Boletini, Ibrahim Rrugova che lottarono per l’indipendenza dell’Albania nel 1912 e per quella del Kosovo nel 2007.

cms_6893/2.jpg

“Noi garantiamo che tutti i nostri collaboratori sono volontari e tutto il nostro lavoro viene messo in favore della grande questione nazionale. L’albanesità deve diventare un fattore molto importante e grandioso in Europa”, ha detto Shukri Ymeri.

Kosovo e l’Albania sono paesi politicamente distinti, ma abitati dallo stesso popolo che condivide lingua e costumi.

Il Potenziale economico e intellettuale della diaspora albanese può correggere secoli di errori. Un’associazione rappresentativa di tutti gli albanesi all’estero può essere di grande aiuto per l’Albania e l’Europa stessa.

Il lavoro di diffusione della nostra cultura da parte di Petrit Aliaj è essenziale, come il progetto della Lega degli Scrittori albanesi che, tramite il suo presidente, Skender Lazaj, ha presentato un progetto riguardo l’apertura di una grande scuola di lingua albanese a Rovate.

“Kryetarit te parlamentit europian”

L’obiettivo da raggiungere per l’organizzazione LEASH è quello di riunire tutte le diaspore albanesi nel mondo sotto lo stesso ombrello affinché vi sia una rappresentanza degli immigrati nei parlamenti dell’Albania, del Kosovo e della Macedonia, si creino le condizioni per investire nel paese di origine, si partecipi ad attività per lo sviluppo dei paesi ospitanti e si crei una televisione che parli h24 delle attività dei migranti albanesi nel mondo.

cms_6893/3.jpgI rappresentanti nominati in Italia di LEASH sono: Deshaj Presidente, Marsela Koci Vice presidente, Trendafile Mollaj tesoriere, Fabiola Sali, Julian Xhahysa, Gjergj Arka e Anila Kaja.

Non sono mancate le testimonianze di vari rappresentanti di associazioni culturali albanesi che operano nel mondo del sociale, nella diffusione della cultura albanese in Italia e nella cooperazione internazionale, arrivate da Musa Tolaj fondatore della LEASH, Shukri Ymeri, Feride Shala.

Autore:

Data:

6 Agosto 2017