Headlines

Traduci

NATO, OGGI IL SUMMIT:IL PIANO PER AVVICINARE L’UCRAINA ALL’ALLEANZA

Non l’adesione alla Nato, ma un “pacchetto” con tre “elementi” per “portare l’Ucraina più vicina” all’Alleanza. E’ quello che i leader dei 31 Paesi membri dovrebbero offrire tra oggi e domani al presidente Volodymyr Zelensky, nel summit dei capi di Stato e di Governo che si tiene a Vilnius, in Lituania, dove abbondano le bandiere ucraine e persino gli autobus portano la scritta “Lithuania loves Ukraine” sul pannello frontale.

cms_31151/nato_ucraina_stoltenberg_zelensky_fg.jpeg

  • Il primo elemento, come ha spiegato il segretario generale Jens Stoltenberg, sarà un programma “pluriennale” di assistenza per Kiev, focalizzato sulla “difesa” e sulla “sicurezza”, inclusi gli “ospedali militari”, sempre più necessari in una guerra di attrito, che miete vittime e produce feriti a ritmi industriali. Il programma aiuterà anche Kiev a compiere la necessaria “transizione” dagli equipaggiamenti dell’era sovietica agli standard Nato.
  • Secondo, verrà creato un Consiglio Nato-Ucraina, che si riunirà mercoledì per la prima volta, con la partecipazione del presidente Zelensky, che avrà un forte significato simbolico. Il Consiglio Nato-Ucraina sarà “una piattaforma per le consultazioni in tempo di crisi e per prendere decisioni”.
  • Terzo, i leader alleati riaffermeranno che “l’Ucraina diventerà un membro della Nato” e che sono “uniti su come portare Kiev più vicina a questo obiettivo”. Su questo punto cruciale, Stoltenberg non è sceso nei dettagli, ma ha rimandato alle conclusioni del summit che saranno concordate dai leader.

La memoria corre al summit di Bucarest del 2008, con l’assicurazione a Georgia e Ucraina che sarebbero diventate membri della Nato, senza precisare quando né come, quello che alcuni studiosi hanno definito “il peggio di entrambi i mondi”, perché ha lasciato i due Paesi in mezzo al guado. Tanto che c’è chi parla di una Bucarest 2.0

Data:

11 Luglio 2023