Traduci

Nell’era dei tassi zero, tornano di moda i mercati azionari

Addio obbligazioni governative garantite e alti tassi di rendimento per i risparmiatori italiani.Nell’era dei tassi a zero, ora che anche la Banca Centrale Europea (dopo la Federal Reserve americana e la Banca di Tokyo), ha iniziato le manovre di acquisto massiccio di titoli sul mercato, i risparmiatori dovranno cambiare le loro strategie.

cms_2133/borsa-italiana-in-forte-calo-su-dati-macro-e-dividendo-eni-ftse-mib-1-43.jpeg

Arrivederci quindi per il momento, investimenti sicuri a capitale garantito come i Btp a 10 anni (Buoni del tesoro pluriennali) che hanno raggiunto tassi al minimo storico (1,2 % lordo).Tanti saluti al classico conto deposito bancario, che negli anni passati è stato porto felice e sicuro per i risparmi delle famiglie italiane. Tra imposte di bollo ( 0,2 per cento su obbligazioni, azioni e Titoli di Stato), tassazione al 27% sugli interessi annui maturati e rendimenti al disotto dell’inflazione (1,2%).

cms_2133/mercati-emergenti.jpg

Secondo gli analisti, questa situazione perdurerà per diversi anni. Occorre quindi cambiare le strategie di portafoglio per investire al meglio i propri risparmi.I professionisti del risparmio gestito si stanno già muovendo velocemente per spostare capitali morti dai mercati obbligazionari a mercati redditizi come quegli azionari.

cms_2133/Investimenti_U.jpg

L’Europa, grazie alle mosse di Mario Draghi, è diventata calamita per gli investitori. Il connubio perfetto di deprezzamento della moneta unica e del prezzo del petrolio, stanno facendo del vecchio continente l’eldorado della finanza globale.Per il risparmiatore avvezzo al rischio in questa nuova situazione dei mercati finanziari, grandi opportunità vengono offerte dal continente africano. Il continente sub sahariano promette crescita a due cifre anche grazie allo sviluppo delle infrastrutture realizzate dai capitali cinesi.

cms_2133/forex-euro-dollaro-usa-eurusd-decorellazione-mercati-azionari-mercati-finanziari.jpg

Altre mete inesplorate risultano essere le valute. Come la lira turca che sta offrendo un ottima performance ( nell’ultimo anno gli investitori che hanno puntato su questo “cavallo” hanno avuto rivalutazioni del 15%).In questo nuovo scenario si fanno spazio sempre di più prodotti ibridi: obbligazionari a capitale garantito al 70% e azionari al 30% per cogliere nuove opportunità dai mercati emergenti.

Autore:

Data:

25 Aprile 2015