Traduci

Nizza. Arriva la rivendicazione dell’Isis

“L’autore dell’operazione di Nizza in Francia è uno dei soldati dello Stato islamico. Ha condotto questa operazione in risposta agli appelli a colpire la popolazione degli Stati della coalizione che combatte lo Stato islamico”.

Questa la rivendicazione dell’Isis all’attentato di Nizza, arrivata attraverso l’agenzia di stampa del Califfato, Amaq.

cms_4248/fot_2.jpg

Secondo il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve, il killer, che non appariva, anche a detta dei vicini, particolarmente osservante, si sarebbe “radicalizzato molto rapidamente”.

Fonti vicine alle indagini, citate dal quotidiano Le Figaro, riferiscono però che gli inquirenti non avrebbero ancora trovato alcuna prova concreta circa la sua appartenenza a Daesh. Né avrebbe professato la sua fedeltà all’Isis in punto di morte, onorando l’usanza in voga tra i terroristi fondamentalisti.

cms_4248/foto_3.jpg

Cinque le persone fermate per possibili legami con lui, tutte appartenenti alla sua stretta cerchia di conoscenze. C’è anche la moglie, dalla quale era in procinto di divorziare.

Mohamed Lahouaiej Bouhlel, a quanto riferiscono fonti tunisine, sarebbe figlio di un estremista islamico.

“E’ un terrorista indubbiamente legato all’Islam radicale”. Ne è convinto il premier francese, Manuel Valls.

cms_4248/foto_4.jpg

Intanto il bilancio della strage si aggrava. Il procuratore, Francois Molins, riferisce di 202 persone ferite, 52 in condizioni gravissime e 25 in rianimazione. Diversi bambini lottano tra la vita e la morte. Due sono deceduti ieri mattina, a seguito di delicati interventi chirurgici.

Sedici i corpi ancora da identificare.

Circa venti gli italiani irrintracciabili.

Data:

17 Luglio 2016