Traduci

Nordcorea: “Su nucleare non si tratta”

cms_7742/Nord_Corea_missile_afp_4.jpg“Gli Stati Uniti dovrebbero abbandonare le loro stupide ambizioni”. Si intitola così l’editoriale pubblicato oggi, giorno dell’arrivo in Corea del Nord dell’inviato speciale del presidente cinese Xi Jinping, dal ’Rodong Sinmun’, quotidiano di regime di Pyongyang.

“La conclusione a cui il nostro esercito e il popolo sono giunti, nell’ambito del confronto con gli Stati Uniti, è che non esiste altro modo di opporsi all’imperialismo repressivo statunitense se non con un giusto deterrente nucleare”, si legge nell’articolo, dove si sottolinea che le questioni riguardanti l’interesse nazionale e la sicurezza dei cittadini della Corea del Nord non possono essere oggetto di negoziato.

“Abbiamo già chiarito che non faremmo mai un passo indietro da una strada per rinforzare il nucleare a meno che la politica ostile degli Stati Uniti contro di noi giunga al termine”, scrive il quotidiano.

Puigdemont, si decide sull’estradizione

cms_7742/Puigdemont1_afp_311017.jpgIl deposto presidente della Generalitat catalana, Carles Puigdemont, comparirà oggi, a Bruxelles, davanti al tribunale belga che dovrà decidere sulla richiesta spagnola di estradizione per i reati di sedizione, ribellione, abuso d’ufficio e disobbedienza. La procedura si annuncia lunga ed è probabile che, se la giustizia belga accoglierà le richieste di Madrid, Puigdemont venga consegnato alla Spagna dopo le elezioni catalane del 21 dicembre alle quali intende candidarsi.

L’inizio dell’udienza davanti alla Camera di Consiglio (un tribunale di prima istanza) è previsto alle 14 e si terrà probabilmente a porte chiuse. Assieme a Puigdemont compariranno in aula anche quattro ex membri del governo autonomo catalano: Toni Comin, Clara Ponsatí, Meritzell Serret e Lluis Puig.

Lo scorso 6 novembre, sono stati tutti posti in libertà condizionata dal giudice d’istruzione, sulla base del mandato d’arresto europeo emesso dalla Spagna. Hanno l’obbligo di rimanere in Belgio ad uno stesso indirizzo e di presentarsi a tutte le convocazioni dell’autorità giudiziaria, ma possono comunicare liberamente con i media.

Dopo aver ascoltato le argomentazioni delle parti, il tribunale potrebbe decidere subito sull’estradizione, prendersi qualche giorno di riflessione (in genere sono una decina), o convocare i cinque catalani per una seconda volta.

Una volta che la Camera di Consiglio avrà preso una decisione sull’estradizione, saranno possibili un ricorso in Appello e un altro in Cassazione. Secondo le regole del mandato europeo, il Belgio ha 60 giorni a partire dal 6 novembre per decidere se estradare Puigdemont e i suoi consiglieri, con una possibile estensione di altri 30 giorni. Una volta decisa, l’estradizione avviene entro dieci giorni.

Appello di Merkel sul clima: “Dobbiamo fare di più”

cms_7742/merkel_parla_afp.jpg“Siamo di fronte alla sfida centrale per l’umanità. Il cambiamento climatico è una questione essenziale”. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, intervenendo alla conferenza internazionale sul clima in corso a Bonn. La conferenza di Parigi, ha avvertito, “è stata solo un punto di partenza”, i paesi industrializzati devono fare di più, dato che gli impegni finora presi “non sono sufficienti” per raggiungere l’obiettivo fissato di mantenere il riscaldamento globale fra 1,5 e 2 gradi.

“Sono convinta – ha detto – che i paesi industrializzati devono dare un maggiore contributo perché hanno la capacità di portare avanti il progresso tecnologico e perché hanno avuto una responsabilità storica nell’accrescere le emissioni di Co2″. “Le opportunità dell’innovazione devono essere messe a disposizione di tutti, specie dei più poveri”, ha proseguito la cancelliera rinnovando l’impegno tedesco a mobilitare ogni anno a questo scopo, assieme agli altri paesi industrializzati, 100 miliardi di dollari di capitali pubblici e privati, come concordato a parigi.

L’intervento della cancelliera avviene mentre la Merkel sta negoziando una nuova coalizione di governo che comprenderà, oltre al suo partito Cdu/Csu, anche i liberali dell’Fdp e il partito ambientalista dei Verdi.

Autore:

Data:

18 Novembre 2017