Traduci

NOTTE DA CHAMPIONS PER JUVENTUS E ROMA

Nel secondo turno di Champions League le italiane, Juventus e Roma, regalano ai propri tifosi due importanti successi. I bianconeri si impongono sullo Young Boys per 3-0, mentre i giallorossi, vincono la loro prima gara, contro il Viktoria Plzen per 5-0 e si rimettono in corsa per la qualificazione.

JUVENTUS – Young Boys

Anche senza Ronaldo, squalificato ingiustamente nella trasferta spagnola, questa Juventus viaggia spedita e a punteggio pieno anche in Champions League. Una vittoria meritata che ha messo in evidenza, ancora una volta, la determinazione e la solidità della squadra di Allegri. Troppa la differenza di valori tecnici in campo per poter impensierire questa Juve.

Con il 3-5-2 Allegri manda in campo: Szczesny; Barzagli, Bonucci, Benatia; Cuadrado, Bernardeschi, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Dybala e Mandzukic.

Il tecnico delloYoung Boys, Seoane, con il 4-5-1 risponde con: Von Ballmoos; Schick, Camara, Von Bergen, Benito; Fassnacht, Sow, Sanogo, Bertone, Sulejmani e Hoarau.

cms_10413/2_Dybala.jpg

Sblocca subito il risultato Dybala (5’) che sfrutta l’ottimo lancio di Bonucci e con un gran tiro al volo porta in vantaggio la Juve. I bianconeri fanno la partita e si rendono ancora pericolosi con Bernardeschi e Dybala, mentre gli svizzeri hanno una buona occasione con Sulejmani. Il serbo, dopo aver scartato anche Szczesny, si allunga la palla e l’azione sfuma. La Juventus gioca a pieno organico e crea diverse situazioni pericolose. In una di queste, Dybala (34’) raddoppia appoggiando in rete la sfera malamente respinta dal portiere su una conclusione di Matuidi. Nella ripresa i bianconeri controllano agevolmente la gara e colpiscono ancora con Dybala (68’) in serata di grazia abile a correggere in rete l’assist di Cuadrado. In precedenza sempre Dybala aveva colpito un clamoroso palo da ottima posizione. La Juve è da sola in testa al girone H con 6 punti davanti al Manchester United (4) costretta al pareggio dal Valencia.

ROMA – VIKTORIA PLZEN

Con una prestazione convincente la Roma batte il Viktoria Plzen e riscatta il precedente scivolone contro il Real Madrid. Ritrova non solo la vittoria in Champions, ma anche il suo bomber di riferimento: Dzeko, autore di una tripletta. Sempre padrona del campo, la Roma gioca un calcio propositivo e crea tante situazioni pericolose. La squadra ceca, invece, non riesce quasi mai ad impensierire i giallorossi e ha rischiato di subire un passivo più pesante.

Di Francesco con il 4-3-3 schiera: Olsen; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Nzonzi, Pellegrini; Under, Dzeko e Kluivert.

Per ilViktoria Plzen(4-2-3-1), il tecnico Vrba opta per: Kozacik; Reznik, Hejda, Hubnik, Limbersky; Hrosovsky, Prochazka; Zeman, Horava, Kovarik e Krmencik.

cms_10413/3_Dzeko.jpg

La Roma passa subito in vantaggio grazie a Dzeko (3’) che supera Kozacik in uscita con un diagonale millimetrico. Poi, Under (28’) colpisce la traversa e infine, Dzeko (40’), ancora lui, raddoppia per i giallorossi con un gran tiro sotto l’incrocio. Sul finire di tempo Kozacik (44’) compie un miracolo su Florenzi. Di Reznik l’unica occasione pericolosa per il Viktoria (20’), ma la palla termina fuori. Nella ripresa la Roma va ancora in gol con Under (63’), Kluivert (72’) e Dzeko (90’). Con questo successo la Roma raggiunge al secondo posto il Real Madrid (3 punti) sconfitto 1-0 in Russia dal CSKA Mosca che è ora in testa al girone con 4 punti.

(Foto da sito della UEFA Champions League-Si ringrazia)

Autore:

Data:

3 Ottobre 2018