Traduci

OCCHIO ALLE TRUFFE DEI CORRIERI DI NATALE

Il mese di dicembre, con la sua frenetica corsa agli acquisti natalizi, si rivela spesso un terreno fertile per un aumento significativo delle truffe online. Gli hacker, infatti, approfittano di questa stagione di picco per mettere in atto inganni sempre più sofisticati. La società di sicurezza informatica Ermes ha affermato di aver individuato almeno 2.000 nuovi siti web, creati apposta dai criminali informatici proprio per ingannare gli utenti imitando marchi di corrieri famosi. In Italia, la tendenza all’acquisto online sarebbe in costante crescita, alimentata dalla comodità e dalla rapidità che questo canale offre: si stimerebbe che il 2,26% del Pil italiano sia destinato a beni di consumo acquistati online. Secondo l’annuale rapporto dell’e-commerce in Italia, il numero degli acquirenti online continuerebbe a crescere arrivando a superare la soglia record dei 38 milioni: il 68% di loro utilizzerebbe siti e-commerce ed app di shopping virtuale almeno una volta al mese, mentre il 47,1% acquista qualcosa in rete ogni settimana, considerando un target compreso tra i 16 ed i 64 anni.

FOTO 1

Questo preparerebbe un terreno ancora più fertile e vasto per tutte le truffe in rete, soprattutto ai danni di coloro che non hanno ancora dimestichezza col mondo dell’e-commerce. Solitamente, un cliente dopo aver effettuato un acquisto online riceverebbe una e-mail o un sms con il codice per tracciare la spedizione. Ed è qui che gli hacker entrerebbero in gioco: essendo molto più probabile che in tanti stiano aspettando una consegna in questo periodo, gli hacker bombardano le caselle di posta elettronica con messaggi in cui si fa riferimento a un problema per pacco da ritirare. Cliccando sul link farlocco allegato però si verrebbe trasferiti su uno dei vari siti ricreati ad hoc dove l’utente verrebbe spinto a lasciare i propri dati personali, in modo particolare quelli relativi ai metodi di pagamento per sbloccare il fantomatico pacco.

FOTO 2

Ma come si distingue un messaggio autentico da uno fraudolento? Un fattore chiave è senz’altro la tempestività dei messaggi dei corrieri legittimi: i messaggi autentici vengono inviati poco dopo l’acquisto online e contengono informazioni dettagliate sulla spedizione, inclusi codici di tracciamento validi. È bene diffidare di messaggi che arrivano in ritardo o che sembrano sospetti, prestando attenzione anche al mittente. Infine, Ermes ricorda che nessun corriere chiederà mai di verificare o di rivedere la spedizione per dei costi aggiuntivi, quindi, è sempre meglio evitare di inserire le proprie coordinate bancarie su siti non sicuri.

Data:

12 Dicembre 2023