Traduci

OMS EUROPA:”AUTUNNO HA TRIPLICATO CONTAGI NON CASI GRAVI”

cms_28008/OMS_EUROPA.jpg

Oms Europa: “Autunno ha triplicato contagi non casi gravi”

cms_28008/Hans_Kluge,_Organizzazione_mondiale_della_sanita_.jpg“Come previsto, l’impennata autunnale ha triplicato i contagi nella Regione europea dell’Oms dall’inizio di settembre. Ma ciò non ha portato, finora, ai livelli precedenti di malattie gravi (decessi e ricoveri in terapia intensiva hanno visto piccoli aumenti) né agli effetti paralizzanti visti in precedenza sulla vita economica o sociale. Non è comunque il momento di rilassarsi. Nell’ultimo mese abbiamo anche assistito a un rialzo precoce dei casi di influenza stagionale, che ora ha portato a un aumento della positività nei pazienti ricoverati in ospedale con gravi infezioni respiratorie acute”. E’ il quadro tracciato oggi da Hans Kluge, direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per l’Europa.

Nella seconda settimana di ottobre, l’area ha pesato per quasi il 60% dei nuovi casi e il 42% dei decessi a livello mondiale, evidenzia Kluge. “Con Covid e influenza in co-circolazione, la salute delle persone vulnerabili, inclusi anziani, immunodepressi, donne in gravidanza e neonati, è a maggior rischio – avverte – Dobbiamo continuare a fare del nostro meglio per prevenire le infezioni, proteggere i più vulnerabili e preparare i nostri sistemi sanitari a gestire molteplici minacce. La vaccinazione rimane uno dei nostri strumenti più efficaci contro l’influenza e il Covid, e invito tutti coloro che sono idonei a ricevere l’antinfluenzale e il richiamo anti-Covid di farlo il prima possibile”.

L’appello è a proteggersi. “I vaccini sono sicuri e i vaccini funzionano. Per Covid e influenza, come per malattie come la polio, i vaccini possono salvare vite e lo fanno. Le altre principali risposte in termini di politiche per Covid sono la sorveglianza continua e la certezza dell’accesso agli antivirali per le popolazioni a rischio”, conclude Kluge ricordando che “ad oggi la Regione europea dell’Oms ha visto oltre 260 milioni di casi, e 2,1 milioni di morti”. Nell’area “abbiamo somministrato più di 1,6 miliardi di dosi di vaccino. La scorsa settimana abbiamo segnato 1.000 giorni dalla segnalazione dei primi casi di Sars-CoV-2. Stiamo entrando nel nostro terzo inverno pandemico, ma siamo più attrezzati che mai”.

cms_28008/4.jpg

cms_28008/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 11.606 contagi e altri 39 morti

Sono 11.606 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 39 morti.

Nelle ultime 24 ore sono stati processati 80.319 tamponi tra molecolari e antigenici, che fanno rilevare un tasso di positività al 14,4% (15,7% precedente con 161.787 tamponi). In crescita i ricoveri per un totale di 7.124 (+107) mentre sono in leggero calo le persone ricoverate in terapia intensiva per un totale di 226 (-3).

cms_28008/italia.jpg

I dati pervenuti dalle Regioni

(Bollettino Covid – 24 Ottobre 2022)

LAZIO

Sono 1.535 i nuovi contagi registrati oggi, 24 ottobre 2022, nel Lazio su 2.312 tamponi molecolari e 8.632 tamponi antigenici per un totale di 10.944 test. Lo riferisce il bollettino della Regione, che segnala anche 2 decessi (+2), 646 ricoverati (+16), 29 terapie intensive (-2) e +2.691 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14%. I casi a Roma città sono a quota 998. Nel dettaglio: nella Asl Roma 1 sono 350 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24 ore; nella Asl Roma 2 sono 342 i nuovi casi e 1 decesso; nella Asl Roma 3 sono 306 i nuovi casi e 0 i decessi; nella Asl Roma 4 sono 59 i nuovi casi e 0 i decessi; nella Asl Roma 5 sono 116 i nuovi casi e 0 i decessi; nella Asl Roma 6 sono 135 i nuovi casi e 0 i decessi. Nelle province si registrano 227 nuovi casi: la Asl di Frosinone registra 61 i nuovi casi e 0 decessi nelle ultime 24 ore; la Asl di Latina 106 nuovi casi e 0 decessi; la Asl di Rieti 33 nuovi casi e 0 decessi e la Asl di Viterbo conta 27 nuovi casi e 0 decessi.

LOMBARDIA

Sono 1.640 i nuovi contagi da covid in Lombardia secondo il bollettino di oggi, 24 ottobre. Si registrano inoltre altri 15 morti. A Milano i nuovi casi sono 236. 12.264 i tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 13,3%. 42.964 il totale dei decessi nella regione da inizio pandemia. Aumenta il numero dei pazienti in terapia intensiva, oggi 21, 3 in più di ieri; mentre diminuisce di 5 unità quello dei ricoverati nei reparti Covid ordinari, oggi 1.172. Lo si apprende dal bollettino sull’andamento della pandemia, diffuso da Regione Lombardia. Nel territorio metropolitano di Milano i nuovi casi sono 527. Seguono le province di Brescia (+245), Monza e Brianza (+144), Pavia (+138), Varese (+137), Bergamo (+144) e Como (+107). Incremento a due cifre negli altri territori della Lombardia: la provincia di Mantova registra 66 nuovi contagi, Lecco 39, Cremona 36, Lodi 30 e Sondrio 16.

EMILIA ROMAGNA

Sono 1.705 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 24 ottobre 2022, in Emilia Romagna, su un totale di 5.780 tamponi eseguiti di cui 1.893 molecolari e 3.887 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 29,5%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.946.356 dosi; sul totale sono 3.801.178 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,6%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.967.067. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 31 (+1 rispetto a ieri, pari al +3%), l’età media è di 65,3 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.140 (+41 rispetto a ieri, +4%), età media 76,5 anni.

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 235 ulteriori contagi da coronavirus, di cui 194 diagnosticati con tampone antigenico. Lo riporta il bollettino della Regione. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 1448 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 6 (+1). I pazienti ricoverati in area medica sono 93 (+3). 8341 sono i casi di isolamento domiciliare (+82). Non si registrano decessi.

BASILICATA

Sono 90 i nuovi contagi da covid in Basilicata secondo il bollettino di oggi, 24 ottobre. Non si registrano invece nuovi decessi. 435 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Nello stesso report sono state registrate 71 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 31 (+3) di cui nessuno in terapia intensiva: 16 nell’ospedale di Potenza; 15 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 4.965. Per la campagna vaccinale, finora le somministrazioni sono state in tutto 1.295.470 di cui 84,7 per cento di prime dosi, 80 per cento di seconde, 65,1 per cento di terze e 4 per cento di quarte.

cms_28008/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

Aifa verso ok a vaccino under 5 “ma per bambini fragili”

cms_28008/AIFA-LOGO-1280x720.jpgDopo l’Ema anche in Italia arriverà il vaccino anti-Covid per gli under 5, ma principalmente per i bambini fragili e immunodepressi. Si è riunita nel pomeriggio la Commissione tecnico-scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che ha inserito nella riunione pomeridiana, già in programma, anche il tema del via libera in Italia del vaccino per la fascia di popolazione 6 mesi-5 anni dopo l’ok dell’Ema la scorsa settimana.

Dalla valutazione fatta dagli esperti – a quanto si apprende – sono emerse due considerazioni: disponibilità di dati ancora limitati e attuale andamento epidemico. In base a queste evidenze, secondo la Cts, la vaccinazione dei bambini sotto i cinque anni d’età dovrebbe essere considerata principalmente per i soggetti a rischio, quindi fragili e immunodepressi.

Data:

25 Ottobre 2022